LA VOCE DEL MASTERMULTIMEDIA

La festa dell’ingegno passa per Trieste

downloadLA VOCE DEL MASTER – Nuovo appuntamento con la scienza, l’innovazione e l’abilità artigianale. Dopo l’esordio a Roma, lo scorso ottobre, anche a Trieste arriva in formato Mini il grande spettacolo delle Maker Faire. Il 17 maggio 2014, il campus dell’Ictp, Centro internazionale di fisica teorica, sarà animato da tutto ciò che la creatività dei makers riuscirà a produrre: robot, strumenti musicali, fanta-falegnameria, stampanti e scanner 3D e tante altre originali invenzioni.

La Trieste Mini Maker Faire è organizzata dall’Ictp, assieme all’Immaginario Scientifico, per festeggiare i 50 anni dalla fondazione del Centro a opera del fisico pachistano Abdus Salam, premio Nobel nel 1979.

Maker Faire è un grande spettacolo di invenzione, creatività e intraprendenza, un luogo dove le persone mostrano quello che stanno facendo e condividono ciò che stanno imparando. Coinvolge makers di ogni età e unisce appassionati di tecnologia, artigiani, educatori, pensatori, hobbisti, ingegneri, artisti, studenti e venditori. Lo scopo è creare opportunità di dialogo, affascinare i curiosi e anche educare, informare e ispirare.

La prima Maker Faire nasce nel 2006 a San Mateo, in California, ed è organizzata dalla redazione di Make, rivista americana dedicata ai progetti DIY (Do It Yourself – fai da te), DIWO (Do It With Others – fallo con gli altri) e alle persone che si divertono a creare di tutto.
Nel 2013 Maker Faire ha festeggiato la sua 8a edizione con oltre 900 makers e più di 120 mila visitatori. Le Maker Faire infatti, non sono solo un evento scientifico, fatto di prototipi e artigianato. Sono anche delle fiere, divertenti, coinvolgenti ed entusiasmanti.

Può sembrare strano che proprio dei fisici teorici siano tra i promotori di una fiera così pratica. Ma, come commenta Carlo Fonda della Science Dissemination Unit dell’Ictp, “la scienza non è fatta solo di formule e lavagne. Scienza e tecnologia procedono assieme: ognuno di noi può avere un’idea, magari da sviluppare in cantina a casa. E può capitare che l’idea sia così buona da venire acquisita in ambito scientifico e trasformata in qualcosa di più grande”.
La festa dell’Ictp vuole essere punto d’incontro tra scienziati e makers, inventori e accademici perché “la scienza porta a cambiamenti anche profondi nella vita delle persone” continua Fonda.

Il programma del 17 maggio è molto vario: oltre ai makers ci saranno mini corsi pratici di programmazione e creazione di circuiti, brevi seminari e spettacoli teatrali. L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per tutti coloro che si sentono makers, da soli o in gruppo, basta che ci sia un progetto o un’idea, la sfida è aperta: c’è tempo fino a venerdì 18 aprile per iscriversi e partecipare alla festa della Trieste Mini Maker Faire.

Crediti immagine: Trieste Mini Maker Faire.
Crediti video: Elena Baldi (riprese e montaggio) e Trieste Mini Maker Faire, fluido.tv – Antonio Giacomin (materiale video).

Luisa Alessio
Biotecnologa di formazione, ho lasciato la ricerca quando mi sono innamorata della comunicazione e divulgazione scientifica. Ho un master in comunicazione della scienza e sono convinta che la conoscenza passi attraverso la sperimentazione in prima persona. Scrivo articoli, intervisto ricercatori, mi occupo della dissemination di progetti europei, metto a punto attività hands-on, faccio formazione nelle scuole. E adoro perdermi nei musei scientifici.

2 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: