IL PARCO DELLE BUFALE

Il traguardo

IL PARCO DELLE BUFALE – Dall’estate scorsa, l’Italia attende notizie del dott. Luca Gamberale e del suo bollitore nucleare a fusione fredda che scalda l’acqua a 70° C mentre produce 6,4 volte l’energia consumata nonché un campo magnetico di 1,6- 2 tesla dal ronzio assordante, in grado di svellere infissi a vari metri di distanza.

In un indimenticato 22 luglio “coi fiocchi!”, i colleghi di Radio24 organizzavano una dimostrazione nazionale – seguita a breve da una internazionale – del reattore Hyperion che la Defkalion greca aveva venduto alla Mose-Defkalion Europa, una ditta milanese di ricerca e sviluppo di cui il dott. Gamberale era direttore scientifico e comproprietario.

Per via delle eccezionali prestazioni misurate in pubblico, a Radio24 il dott. Gamberale annunciava di aver congelato i rapporti con le 1.300 aziende di 78 paesi interessate al prodotto e il collega Maurizio Melis prometteva un aggiornamento “nei prossimi giorni” sul proprio blog e a settembre in onda. Il 2 ottobre quest’ultimo venne dato invece in un’interrogazione parlamentare in cui l’on.le Realacci scriveva

Luca Gamberale, direttore scientifico di una società di progettazione di tecnologia LENR, la Defkalion Europe, afferma realisticamente che la commercializzazione dei suoi dispositivi abbia un traguardo di due anni…

Il nome del dott. Gamberale veniva omesso dall’interrogazione presentata il 3 ottobre da senatori del Movimento 5 Stelle.

Fine del riassunto delle puntate precedenti.

Il lungo silenzio stampa del loquace direttore scientifico faceva temere agli ascoltatori di Radio24 e al Paese che, al pari della Leonardo Corp. dell’ing. Rossi, la Defkalion Europa si fosse trasformata in un’agenzia immobiliare della Florida. Dopo un’indagine approfondita, la custode è lieta di potervi rassicurare. Da un lato, la Dekfalion greca ha anticipato il traguardo al luglio 2012 quarto trimestre del 2014. Dall’altro, in settembre il dott. Gamberale abbandonava la Mose-Defkalion e nel marzo scorso fondava LD-Brane Srls.

La start-up sviluppa due piattaforme informatiche, una per l’ecotomografia e lo Speedy Plan di un’altra start-up del dott. Gamberale, e nei ritagli di tempo lasciati dalla sua principale attività:

lo studio sperimentale e teorico delle LENR (reazioni nucleari a bassa energia) e la realizzazione di prototipi per la produzione di energia usando le LENR. LD-Brane partecipa al programma di ricerca dei più eminenti centri di ricerca in Italia e in Europa, sia pubblici che privati.

I nomi degli “eminenti centri” non sono citati, ma i link del “gruppo”, del “sito web aziendale” e delle “attività” portano tutti al sito della Pirelli, l’azienda per la quale il dott. Gamberale non lavora dal 2010 e che alla custode ha detto di non aver alcun programma di ricerca. Né lo hanno i centri di ricerca pubblici in Europa, Italia compresa. Per eliminazione, la custode ne deduce che sono eminenti e segreti centri industriali e militari i quali, come scrive di sé il dott. Gamberale,

sono pienamente implicati nell’esplorazione dei segreti della Natura e nello loro sfruttamento a beneficio dell’umanità.

Video: Mats Lewan e Luca Gamberale, demo del luglio 2013

8 Commenti

  1. Eh no cara custode, stavolta non sono dalla tua parte. Con la crisi nella fertile Ucraina un bollitore che bitta acqua calda da una parte e soldi dall’altra fa comodo, e quindi io sto con loro, anche perchè la bella trasmissione dei radio24ini , consacrata da un fisico in carne ed ossa, mica balle, e una persona senior del Cicap mi aveva convinto. Ad Majora(na)

  2. Si è dimenticata il Tubo Tucker..
    Ma quello era certificato da una universita turca..e sponsorizzava la Nazionale Italiana.

    Potrebbe almeno mettere 1 asterisco nella lista Lenr su chi non ha mai chiesto o avuto nulla dei soldi (400.000 milioni di € in 20 anni dalla bolletta elettrica) della produzione e ricerca relative a fallaci e antieconomiche energie alternative, con cui è stata foraggiata una famelica improduttiva ricerca universitaria , i banner dei blog e i politici compiacenti
    Ma ognuno ha i propri interessi ‘particolari’ …nel salvare il popolo dalle bufale

    1. Ora devo andare a comprare una crema anticellulite e una tisana Aloe anticancro, in farmacia.. mi piace stare sul sicuro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: