IL PARCO DELLE BUFALE

Incontri ravvicinati

Senza titolo-1IL PARCO DELLE BUFALE – La custode invidia i colleghi appena premiati per aver informato gli italiani sulle implicazioni geopolitiche e teologiche delle visite di alieni a bordo di oggetti volanti sui quali serve fare più ricerca.

Era un lunedì buio e tempestoso, quando dlin sullo schermo del laptop superluminale in dotazione alla custode, comparve il seguente comunicato dell’ANSA corredato di “foto” e trasmessole dall’Istanza Superiore:

Un oggetto di forma circolare ellittica, di circa 8-10 metri di diametro, alto pochi metri da terra e che emanava della luce blu elettrico: è l’Ufo avvistato lo scorso 5 aprile da un impiegato e dalla moglie sulle Alpi Apuane: il caso, già denunciato ai Cc di Massa, è stato reso noto a Roma nel terzo congresso internazionale del Cun, il Centro ufologico nazionale. Secondo Vladimiro Bibolotti, presidente del Cun, si tratta di “uno degli avvistamenti più importanti degli ultimi quindici anni”.

Alcuni miliardi di femtosecondi dopo, bzz bzz la direttora di OggiScienza si accertava che la custode avesse capito le implicazioni geopolitiche e teologiche dell’avvistamento dell’11 aprile ed esigeva un rapporto immediato sul Cun, il suo congresso,  gli avvistamenti degli ultimi 15 anni e Vladimiro Bibolotti.

Detto fatto.

Il Cun, da non confondere con il Cun, ha sedi in numerose città d’Italia ed è “membro d’onore dell’Accademia Costantiniana delle Scienze“, sul cui prestigio la custode parlerà solo in presenza del suo avvocato. L’11 ottobre a Roma, in una calda giornata di sole, con il patrocinio e la promozione dell’Unione Giornalisti Aerospaziali Italiani (UGAI), il Cun commemorava un lieto anniversario

1954 -2014 a 60 (sic) dalla ondata mondiale di avvistamenti UFO

intitolato

UFO: Politica e Ricerca, quale informazione

Oltre a otto dirigenti del Cun e del Centro Italiano Studi Ufologici, intervenivano l’ufologo francese Gildas Bourdais e gli eminenti

Prof. Ing. Alfredo Magenta, ITU-UN Ginevra Nazioni Unite – Chairman
Prof. Enrico Ferrone (Segretario UGAI)
Prof. Mario Caligiuri (Università della Calabria)

Il Prof. Ing. Magenta risulta presiedere una commissione, non l’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni con sede all’Onu e di cui il Segretario Generale si chiama Hamadoun Touré.

Al mattino, dopo alcuni accenni al favoloso 1954, sono stati presentati i protocolli per entrare in contatto con gli alieni, il rapporto Cometa sottovalutato da Wikipedia, secondo il signor Bourdais; e il best-seller del 2012: Turisti per UFO di Flavio Vanetti del Corriere della Sera e altri autori. Al pomeriggio sono stati assegnati 5 premi per il giornalismo “sul tema Ufo ed Extraterrestri” a:

Fabio Fazio (RAI3 “programma chetempochefa”), Lao Petrilli e Vincenzo Sinapi (Cun), Ivano Pasqualino (La Repubblica), Maria Antonietta Calabrò (Corriere della Sera)

link aggiunti dalla custode che declina, per incoraggiarli a occuparsi più spesso di politica e ricerca degli UFO, il tema della tavola rotonda conclusiva, con l’atteso intervento del Prof. Caligiuri, docente di Pedagogia dell’Opinione Pubblica e Assessore alla Cultura della Regione Calabria.

La custode allega i pdf degli avvistamenti per il periodo 2001-2013 e, per uso personale, un breve profilo del dott. Bibolotti, l’ufologo del Fatto Quotidiano al quale scrivere per candidare il personale del Parco al premio 2015.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

4 Commenti

  1. il problema degli UFO si trascina da secoli e in particolare dagli utlimi 60 anni senza una soluzione certa, come la gran parte dei problemi importanti della storia recente (Norimberga, Kennedy, guerre del golfo, Moro, Ustica ecc… ecc…)dei quali non si è mai saputo niente di sicuro.
    C’è comunque qualcuno che su tali eventi ha la convinzione di avere la verità.
    Io sono sempre più convinto che i possessori delle verità sono o in mala fede (la minoranza) o, più semplicemente, cretini (la maggioranza).

  2. ANSA in questi giorni ha dato il massimo, annovererei nella preziosa lista anche “la ultra centenaria che per i limiti delle impostazioni di età di Facebook non poteva iscriversi” e il “video virale allo zoo con bambini e animali”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: