ricerca

La più antica tartaruga marina ha 120 milioni di anni

Desmatochelys padillai visse 120 milioni di anni fa nell'attuale Colombia, la scoperta della principiante Mary Luz Parra e dei suoi fratelli Juan e Freddy

Desmatocheyls padillai by Jorge Blanco
SCOPERTE – È stata scoperta in Colombia quella che potrebbe essere la più antica tartaruga marina. I resti del rettile sono di 25 milioni di anni più antichi rispetto a quelli della brasiliana Santanacheyls gaffneyi, finora detentrice del primato. Desmatochelys padillai è stata descritta su Paleobios da Edwin Cadena e James Parham, rispettivamente paleontologi del Senckenberg Naturmuseum e della California State University.

I ritrovamenti si devono alla principiante Mary Luz Parra e ai suoi fratelli Juan e Freddy, in due località vicine a Villa de Leyva, nella regione di Boyacá. L’epiteto onora Bernardo Carlos Padilla, paleontologo colombiano morto prematuramente nel 2013 e fondatore del Centro de Investigaciones Paleontologica.

Di questa nuova specie è stato rinvenuto un esemplare quasi completo, più quattro crani con mandibole e i frammenti di due carapaci. Tutti fossili provenienti da rocce argillose e calcaree, dai quali in passato vennero dissotterrati numerosi animali marini oltre al dinosauro sauropode Padillasaurus leivaensis, anch’esso una specie inedita.

Lunga 2 metri, la Desmatochelys padillai visse circa 120 milioni di anni fa, nel Cretaceo Inferiore (per la precisione tra Barremiano inferiore e Aptiano superiore), la sua dieta era a base di calamari e meduse e, a dispetto della mole, era pasto di plesiosauri e pliosauri, predatori apicali dell’epoca. Non a caso uno specimen presenta i fori causato da uno di essi. Il rettile apparteneva alla famiglia dei protostegidi, che includeva le tartarughe marine più grandi di sempre, tra cui la famosa Archelon nordamericana, che superava i 4 metri di lunghezza e le 2 tonnellate di peso.

L’importanza di questa scoperta ha consentito a Cadena e Parham di revisionare l’albero genealogico delle tartarughe marine, tutte incluse nella superfamiglia Chelonioidea. A livello tassonomico, i due studiosi hanno collocato i protostegidi su una ‘linea sorella’ rispetto a quella Pandermochelys, in cui ricadono le tartarughe marine da quelle estinte fino all’attuale tartaruga liuto, tranne la tartaruga verde.

Così facendo, hanno concluso che l’ultima arrivata fu la prima in assoluto. Almeno per ora.

Leggi anche: Studiare le scelte morali dei bambini

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   
Immagine: Jorge Blanco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: