World Water Day

Ogni anno, il 22 marzo, si celebra in tutto il mondo la giornata mondiale dell’acqua

MULTIMEDIA – Come tutti gli anni, oggi si celebra la giornata mondiale dell’acqua e quest’anno l’obiettivo della campagna ruota intorno al rapporto acqua e lavoro, elementi fondamentali per trasformare la vita delle persone. L’acqua è essenziale per la sopravvivenza, e la possibilità di avere accesso a un lavoro dignitoso può facilitare importanti progressi sociali ed economici.

“Il mio lavoro comincia quando immergo il pennello nel bicchiere pieno d’acqua. L’acqua è fondamentale nella mia pittura: determina la fluidità del dipinto, ne cambia l’intensità, la consistenza e spesso anche il messaggio. Colori brillanti o lucidi, annacquati o pesanti, intensi, densi e con la minima quantità di acqua: ognuna di queste caratteristiche è capace di evocare un sentimento diverso…” così racconta Catherine Fenton, una delle voci della campagna “Better water, better jobs”, lanciata quest’anno dall’UN-Water, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di tutte le questioni relative all’acqua e alla gestione dei servizi igienico-sanitari, e coordinata dall’organizzazione internazionale del lavoro (ILO).

Oggi, in tutto il mondo, la metà dei lavoratori, cioè circa 1,5 miliardi, è impiegato in settori che hanno a che fare con l’acqua e molte di queste persone non sono né riconosciute né protette dai diritti fondamentali dei lavoratori. Per esempio, in alcune parti del mondo sono i bambini a dover procurare le scorte di acqua per la famiglia. Questo è lavoro, ma non è né pagato né riconosciuto. Se l’accesso all’acqua fosse garantito, questi bambini potrebbero frequentare la scuola.

Suzanne Chidiebe, un’altra voce della sezione Water is work, racconta che: “Prima che arrivasse la nuova pompa per l’acqua, dovevamo camminare ogni giorno per circa 3 chilometri per andare a prendere l’acqua. I bambini dovevano alzarsi veramente presto al mattino e spesso arrivavano tardi a scuola perché la strada era lunga. Adesso sono puntuali a scuola e credo che i loro insegnanti siano contenti”.

@giulirocko

Leggi anche: Da dove arriva l’acqua della Terra?

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Informazioni su Giulia Rocco (61 Articles)
Pensa e produce oggetti multimediali per il giornalismo e l’editoria. L’hanno definita “sperimentatrice seriale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: