Il “potere curativo del legame quantico”

L'Intention Experiment coordinato da Lynne McTaggart è il tentativo più ambizioso di trasformare la medicina e il mondo con l'energia della mente.

Risultati immagini per quantic mind mctaggart

IL PARCO DELLE BUFALE – Alcuni lettori hanno disdegnato l’energia quantistica della meditazione usata da psicoterapeuti per teletrasmettere i biofotoni dalla testa, dal petto e dalla schiena a una paziente. In effetti esistono metodi più efficaci.

Il più potente è stato messo a punto da Lynne McTaggart. Famosa in Italia dal 2016 per la collaborazione a Scienza e conoscenza e come militante contro le vaccinazioni, è la fondatrice e principale giornalista di What doctors don’t tell you, poi detto WDDTY, un tempo venduto nelle catene di supermercati e farmacie britanniche (nota 1).

I segreti che i medici non vogliono far sapere sono nascosti da BigPharma nelle riviste mediche che McTaggart studia e interpreta in una sua “università personale”. È qui che ha concepito la “scienza dell’intenzione” che insegna in libri, corsi magistrali e webinar seguiti da riunioni di gruppo e telefonate private a pagamento anch’esse:

Virtualmente il 100% dei partecipanti a riunioni di gruppo sperimentano trasformazioni incredibili: ritrovano la salute e uno o più rapporti affettivi, trovano il lavoro dei loro sogni, ricevono strepitose manne dal cielo (spesso proprio quando ne hanno bisogno).

L’intenzione emessa scientificamente dalla “mente quantica” di un gruppo virtuale, minimo 8 persone, penetra nel “campo quantico” o “campo di punto zero” dell’Universo, la differenza non è chiarissima. Qualunque esso sia, se la “mente quantica” focalizza la propria energia intenzionale su un destinatario, il campo gliela trasmette istantaneamente curandone il “cervello infiammato” insieme alle patologie che ne risultano,

dal diabete di tipo 2 al morbo di Alzheimer

oltre a curare solitudine, disoccupazione e conto corrente in rosso dei partecipanti al gruppo.

Tuttavia certi microrganismi spezzano il legame (bond) quantico a volte chiamato ponte (bridge) che unisce la mente quantica al campo quantico e/o di punto zero. In questo caso, servono gli integratori alimentari prodotti dalle aziende che acquistano inserzioni da 5000 sterline cadauna su due o tre numeri del mensile.

In cambio di 10-15 mila sterline, il WDDTY rivela per esempio che la vitamina C – illustrata con un’arancia, ma da intendersi come acido ascorbico derivato da oli vegetali o minerali – cura dall’AIDS alla polio, passando per ogni infezione fungina, batterica e virale.

Prima ancora del WDDTY, McTaggart aveva lanciato il grandioso e rivoluzionario Intention Experiment, in cui la mente quantica modificava i risultati di esperimenti compiuti in vari laboratori del mondo (nota 2). Dopo tentativi di rendere luminescente una foglia di geranio, far germinare sementi, illuminare gocce d’acqua con biofotoni, il sito è dedicato alle applicazioni politiche, diplomatiche e cliniche. Il 15 ottobre 2010 per esempio, l’intenzione sperimentale era

che si allentassero tutte le tensioni tra arabi e israeliani, durante la visita del presidente iraniano in Libano, e che raggiungessero un accordo.

Di solito però, si tratta di intenzioni domenicali che in dieci minuti salvano da uno a tre  pazienti. Il 4 marzo scorso, l’esperimento n. 54 doveva guarire il tumore di Sandra Layer-Kratzer di Gablingen, in Germania. L’11 marzo, il n. 55 si focalizzava sull’ernia di un neonato prematuro, sull’idrocefalia una madre di 94 anni e sul tumore alla tiroide del fratello 48enne di una seguace canadese. La sorella aveva già provato sessioni in un cassone iperbarico e in uno di deprivazione sensoriale,

spremute molto alcaline, medicinali naturali per rafforzare la sua immunità e attaccare il cancro, compresi incenso [sic], tisana Essiac, clorofilla, olio di canapa, vitamine D liquide e MycoShield.

Forse in famiglia qualcuno dubitava dell’efficacia dell’insieme perché aggiungeva

Farà la chemio e anche le radiazioni.

Il sito riporta commenti soddisfatti di benintenzionati, ma non l’esito della terapia, e le intenzioni spariscono quando si spezza il legame e/o crolla il ponte quantico.

Insieme al marito Byran Hubbard, un ex giornalista del Financial Times che dirige le varie ditte della coppia, McTaggart ha appena scoperto che aspirina, paracetamolo, tylenol, tachipirina sono degli analgesici opiacei. Invita pertanto il presidente Trump a bandirli perché hanno conseguenze sociali devastanti:

ci rendono un po’ meno umani, molto meno interessati agli altri, al fatto che siano gentili o crudeli verso di noi, e se restituiamo una buona azione.

Siccome instillano l’indifferenza all’ingiustizia in

ogni uomo, donna e bambino

hanno trasformato l’era attuale nella “più ingiusta della storia” (nota 3).

***

Note:

1  – Alcuni ci hanno rinunciato, non si sa se perché vendevano prodotti non sponsorizzati dal mensile o per le troppe parodie:

2 – Quelli dei membri del “team scientifico“: il biofotonista Fritz Albert Popp e Kostantin Khodorov che ha misurato non solo la bioluminescenza di H2O, ma anche l’effetto “dell’intenzione positiva della molecola fra coppie” sposate o meno.

Non è precisato il contributo di Jessica Utts, specializzata in statistica applicata alla parapsicologia, e dello psicologo “alternativo” Roger Nelson che nel laboratorio PEAR, prima di essere mandato in pensione dall’università di Princeton, proseguiva gli studi della CIA e della DIA per far esplodere i criceti con la mente.

3 – Qui alla custode del Parco viene in mente il periodo della schiavitù e s’arrende, ringraziando Dmitry BrantRandi FoundationOracEdward ErnstGuy ChapmanScience-based medicineJosephine Jones; TesseraBMJ; The Quackometer; American Loons… fra molti altri.

Leggi anche: Facevano esplodere i criceti con la mente (5 puntate)

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

2 Comments on Il “potere curativo del legame quantico”

  1. ma perchè la giustizia non si muove contro queste evidenti truffe?

  2. Paolo Zurlini // 23 marzo 2018 a 9:58 // Rispondi

    “What mechanics don’t tell you” è appena diventata la mia nuova rivista preferita. Dove mi abbono?

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Il “potere curativo del legame quantico” | bUFOle & Co.
  2. Science trumps Trump? - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it
  3. “Foto-Acu-Stimolazione Informata in Quantum Entanglement” – OggiScienza

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: