COSTUME E SOCIETÀCULTURA

A caccia di eventi scientifici in Toscana

COSTUME E SOCIETÀ – Dopo il Friuli Venezia Giulia ecco gli eventi scientifici in Toscana per quest’estate 2018.
L’estate toscana si preannuncia ricca di eventi scientifici con mostre, osservazioni di stelle e attività all’aperto. Ecco la mappa delle principali attività e, a seguire, informazioni più dettagliate per ciascun evento.

Firenze

Notti d’estate – Teatro del cielo (attività)
Dove: Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Largo Enrico Fermi 5, 50125, Firenze (FI)
Quando: i martedì e i giovedì dal 12 giugno al 26 luglio e il 4 settembre
L’Associazione Astronomica Amici di Arcetri organizza insieme a INAF  una serie di appuntamenti per guardare le stelle anche con gli occhi di un bambino. Dai venti dei buchi neri alle danze degli atomi, dal potere occulto del campo magnetico a quello manifesto del sole, le Notti d’Estate non si limiteranno a condividere col pubblico le più affascinanti scoperte astronomiche ma mostreranno che il confine tra scienza e arte è molto più sottile di quello che si possa immaginare.

Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura (mostra)
Dove: Museo di storia naturale di Firenze, Via Giorgio la Pira, 4, 50121, Firenze (FI)
Quando: Dal 1 giugno al 30 settembre da martedì a domenica 10.30-17.30
Quella per i minerali è una passione che ha radici antiche. Questa mostra organizzata dal museo di storia naturale di Firenze ne ripercorre le tappe partendo dal collezionismo rinascimentale e propone straordinari esemplari di gemme e minerali decorati con le tecniche dell’arte glittica. Il percorso prosegue mostrando poi le odierne collezioni che oltre a sottolinearne la bellezza mettono in luce anche l’eccezionale valore scientifico dei minerali.

Villa Galileo (visita)
Dove: Villa Gioiello, via Pian dei Giullari, 42, 50125 Firenze (FI)
Quando: tutti i mercoledì  e i sabati di luglio alle 18.30
Nel 1632 ormai vecchio e cieco, Galileo Galilei mandò in stampa il suo scritto più celebre, il Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo e lo fece proprio da Villa Galileo. Restaurata nel 2006 la villa non ha perso l’atmosfera del tempo e visitandola è possibile rivivere il grande amore per la scienza, le relazioni con gli studenti e la passione per il vino che contraddistinsero gli ultimi anni, quelli della condanna, dell’incredibile vita di Galileo.

The Florence Experiment (mostra interattiva)
Dove: Palazzo degli Strozzi, 50123 Firenze (FI)
Quando: 19 aprile 2018 – 26 agosto 2018, chiusa il 23, 24, 25 luglio
Uno è Carsten Höller, artista tedesco famoso soprattutto per i suoi scivoli,  l’altro è Stefano Mancuso,  neurobiologo specializzato in fisiologia vegetale. Insieme hanno organizzato una mostra sperimentale che fonde arte, scienza, scivoli e piante. Lo scopo di The Florence Experience è quello di far riflettere sul profondo legame tra l’emotività umana e quella vegetale, puntando tutto sulla potenza espressiva e comunicativa. La prima parte è costituita proprio da scivoli di 20 metri che fanno sicuramente vivere allo spettatore il Palazzo Strozzi in un modo nuovo e impensabile (e con una pianta di fagioli in mano). La seconda parte prevede la proiezione di film horror e comici con lo scopo di alternare paura e divertimento. Vista la natura della mostra per poter partecipare alla visita è necessario accettare avvertenze e norme specifiche.

Crediti immagine: Pixabay

Pisa

Dinosauri: predatori e prede (mostra)
Dove: Museo di storia naturale dell’Università di Pisa, Via Roma, 79 56011, Calci (PI)
Quando: fino al 16 settembre
A Calci si potranno vedere i dinosauri: Amargasauro, Carnotauro, Tirannosauro, Albertosauro e tanti altri dinosauri dal nome curioso mettono in mostra le loro tecniche da predatore e le loro strategie di fuga o di difesa. Inoltre, nel museo sono esposti anche oltre 20 scheletri a grandezza naturale.

Wildlife (mostra fotografica)
Dove: Museo di storia naturale dell’Università di Pisa, Via Roma, 79 56011, Calci (PI)
Quando: 7 luglio – 27 settembre

Wildlife è il risultato del tentativo di Walter Bernardeschi, fotografo italiano di fama internazionale, di raccontare la vita selvaggia, immortalandola nelle sue fotografie. La mostra è un vero e proprio percorso declinato in modo da accompagnare lo spettatore lungo le esposizioni museali. Nel suo racconto visivo Bernardeschi racconta la sua volontà di accorciare le distanze con un mondo sconosciuto e selvaggio, ma indispensabile per lo sviluppo della nostra educazione.

Arezzo

iCons: 50 anni di design (mostra)
Dove: Museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo, Via Ricasoli, 22, 52100, Arezzo (AR)
Quando: 30 giugno – 19 agosto
Per i nostalgici degli anni ’60, ’70, e ’80, in occasione del 50° compleanno della Fiera Antiquaria di Arezzo, il Museo dei Mezzi di Comunicazione riempie le sue stanze di oggetti che sono diventati icone del passato in un percorso storico che ripercorre le principali tappe dei mezzi di comunicazione, dalla radio a valvola alle modernissime consolle. Tra le varie esposizioni si potrà giocare con la tecnologia dei video immersivi che permettono un maggiore coinvolgimento e partecipazione dello spettatore.

E…State con il parco (escursione)
Dove: Parco delle foreste Casentinesi (AR)
Quando: tutto il periodo estivo
Nell’Appennino tosco romagnolo, negli oltre 30.000 ettari di riserva naturale del parco sono previste moltissime attività di esplorazione, sia della natura che delle stelle. Infatti il parco organizza anche delle serate astronomiche per grandi e piccoli come ad esempio l’osservazione dell’eclisse di luna dal crinale  con l’intervento del divulgatore astronomico Daniele Migliorini. Poiché l’area è vastissima e gli eventi molti, si consiglia di dare un’occhiata alla mappa e al calendario sul sito.

Siena

Moti bestiali (mostra)
Dove: Accademia dei fisiocritici, Piazzetta Silvio Gigli, 2, 53100, Siena (SI)
Quando: fino al 28 settembre
Nel museo di storia naturale dell’accademia dei fisiocritici questa mostra bestiale esamina i diversi modi di muoversi degli animali, dalla lentissima passeggiata della tartaruga al celebre scatto dello struzzo.

Livorno

Caccia al tesoro vegetale 
Dove: Villa romana delle Grotte, Portoferraio, Isola d’Elba (LI)
Quando: mercoledì 1 agosto 2018 ore 18.30
Mercoledì 1 agosto nei pressi della Villa Romana delle Grotte, l’antica dimora romanica databile al I secolo a.C., si svolgerà una vera e propria caccia al tesoro a tema botanico. Ci saranno da risolvere indovinelli ed enigmi legati alla vegetazione del luogo.

Campi estivi

Fare del bosco casa
Dove: Green Energy Camp, Pidemonte (FI)
Quando: luglio – agosto
Per chi: ragazzi dagli 11 ai 16 anni
Anche quest’anno il Green Energy Camp propone una serie di date per i campi estivi all’insegna dell’avventura. Seguiti da maestri esperti i ragazzi potranno imparare a vivere nel bosco in sintonia con la natura. Durante il campo capiranno come accendere fuochi, sopravvivere alla notte e orientarsi come facevano gli uomini primitivi, cioè senza usare nessuna delle comodità moderne.

Campi estivi al museo
Dove: Museo di storia naturale dell’Università di Pisa, Via Roma, 79 56011, Calci (PI)
Quando: agosto – settembre
Il museo di storia naturale di Pisa organizza campi estivi per ragazzi, queste sono le date:

  • 27 – 31 agosto: “Un mondo di Giganti” . Un viaggio nei mari del mondo alla ricerca dei Cetacei per scoprire il loro straordinario modo di vivere.
  • 3 – 7 settembre: “Piedi per Terra!”. Le rocce così semplici ed apparentemente banali nascondono segreti e misteri tutti da scoprire.
  • 10 – 14 settembre: “la Stra-Natura”. Gli animali più curiosi e stravaganti negli aspetti e nei comportamenti presenti nella galleria dei Mammiferi.

Tra mare e laguna all’Oasi WWF
Dove: Oasi WWF di Orbetello e Burano, Orbetello (GR)
Quando: 22-28 luglio
Per chi: 7-11 o 11-14 anni

Per i più piccoli, il WWF offre la possibilità di campi estivi escursioni nelle due oasi principali del territorio maremmano: il lago di Burano e l’oasi della laguna di Orbetello. Oltre all’osservazione di specie protette, l’esplorazione del territorio e giochi al mare sono previste anche delle lezioni di vela con gli istruttori del circolo Canottieri. Il campo estivo, della durata di 7 giorni, è suddiviso in due gruppi, a seconda dell’età.

Segui Nicola Barzagli su Twitter

Leggi anche: Vacanze in Friuli-Venezia Giulia all’insegna della scienza

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: