IL PARCO DELLE BUFALE

Diventare come Tiger Woods con l’allineamento quantistico

La fascetta Neuro Connect™ migliora le prestazioni sportive più del del cerotto TaoPatch, e non richiede una visita da un esperto certificato per essere incollata sul corpo.

IL PARCO DELLE BUFALE – Nel secolo scorso, la custode del Parco aveva sperato di imparare a giocare a golf, ma stando all’opinione degli astanti non era portata. Si appresta a smentirla grazie all’invenzione del chiropratico Mark Metus e di due fisici russi titolari della Neuroreset Incorporated: Igor Nazarov e Yury Knonn, un “autorità in materia di energie sottili”.

Fino all’anno scorso i prodotti Neuro Connect™ – concepiti per le persone di una certa età, evince la custode del Parco dalle testimonianze – erano clip di metallo, contenenti tre diverse configurazioni di energia sottile. Vanno indossate sull’abbottonatura della camicia, ma non di quella da notte o della giacca del pigiama per motivi che sul sito dell’azienda non sono chiariti, e migliorano il benessere psicofisico in ogni momento della vita.

Sono banali applicazioni della fisica quantistica ai campi bioenergetici del corpo, detti chakra. Infatti non funzionano con i dispositivi elettronici. Per esempio la clip da sistemare “all’angolo superiore destro” del cellulare “protegge dal campo elettromagnetico“, “non dalle radiazioni nocive” emesse dal cellulare stesso.

La Neuro Connect™ INFUSED/IMPRÉGNÉE rappresenta un salto quantico. Diversamente dai cerotti TaoPatch adottati da una squadra sportiva italiana, non s’incolla su un punto del corpo determinato da un esperto certificato, bensì sulla canna dei bastoni da golf: legni, ferri, putter, chipper o ibridi. La descrizione della “scienza” che sottende l’invenzione è così “rivoluzionaria” da far presagire adesivi analoghi per racchette da tennis, mazze da hockey o manganelli.

Sistema appena sotto l’impugnatura, la fascetta “INFUSA/IMPREGNATA”

emette un campo che interseca il sistema nervoso centrale durante lo swing del bastone attorno al corpo. Potenzia immediatamente la funzione dei recettori nervosi nei muscoli e nelle giunture.

Come le clip (da non indossare per giocare a golf perché interferirebbero con il “campo”), produce un “allineamento quantistico” che aumenta all’istante la forza, l’equilibrio e il coordinamento. In più, aumenta la precisione e la mira. Stando a una delle testimonianze, l’effetto viene moltiplicato incollando sulla canna del putter tutte e quattro le fascette della confezione da 150 dollari.

Leggi anche: Il Taopatch, un cerotto come tanti

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

4 Commenti

  1. zoon,

    Lol, con la matematica al posto degli adesivi.

    Claudio C.,

    una per bastone sembra la dose ottimale. La custode suggerisce di non superarla per non creare corto-circuiti nel “sistema di comunicazione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: