Simulatori di volo per locuste

Una lucusta dentro un tunnel a vento (crediti: Simon Walker, Animal Flight Group, Oxford University)Un dispositivo creato all’Università di Oxford svela i segreti del volo degli insetti

Nel 1919 Wilhelm Hoff ha concluso seccamente che, leggi dell’aerodinamica alla mano, i bombi non possono volare. Il volo degli insetti è rimasto a lungo un mistero per gli scienziati, soprattutto per la difficoltà di studiarne l’aerodinamica durante il movimento e le caratteristiche fisiche delle ali e del corpo dell’animale. Oggi Adrian Thomas, dell’Università di Oxford, e colleghi hanno messo a punto un simulatore di volo a dimensione di insetto che svelerà molti dei segreti di questi  “ultraleggeri” del mondo animale.

I dettagli del nuovo dispositivo sono spiegati in un articolo pubblicato sulla rivista Science: gli scienziati hanno catturato delle immagini ad alta velocità di una locusta in volo dentro a un tunnel del vento – una tecnica chiamata velocimetria a immagini di particelle. Grazie a queste fotografie i ricercatori hanno costruito un modello del movimento delle ali dell’insetto. Da qui hanno sviluppato un software che mima non solo questo movimento ma anche i cambiamenti aerodinamici legati alla “grana” della superficie delle ali – vene e corrugamenti – e alla loro deformazione.

“Abbiamo dimostrato che l’aerodinamica moderna può modellare accuratamente il volo degli insetti,” ha spiegato Thomas. “il vecchio mito sull’aerodinamica che non è in grado di predire il volo dei bombi ora è morto.”

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: