CRONACA

Censimento galattico

Gli astronomi censiscono l’Universo e propongono nuove ipotesi sulla formazione delle galassie

NOTIZIE – Il “diagramma a forchetta di Hubble” (Hubble tuning fork diagram) grazie ai dati dell’Hubble Space Telescope si sdoppia, e offre una fotografia del presente e del passato del nostro Universo. Lo schema inventato da Edwin Hubble il celebre astronomo americano a cui il telescopio spaziale è stato dedicato, divide le galassie regolari in tre categorie – ellittiche, lenticolari e a spirale – in base alla loro forma (una quarta categoria raccoglie le galassie con una forma irregolare). Ora un team di astronomi europei – guidato da François Hammer dell’Osservatorio di Parigi, ha effettuato un censimento dei tipi di galassia, in due diversi punti del continuum temporale (osservando galassie a distanze diverse) che costituisce la storia del nostro Universo. Gli scienziati hanno in pratica creato due nuove sequenze di Hubble e in questo modo sperano di poter comprendere meglio i mecanismi di formazione delle galassie.

Come si vede nella figura qui sopra, la sequenza di Hubble in passato era molto diversa da oggi. “Sei miliardi di anni fa c’erano molte più galassie irregolari di adesso,” ha spiegato Rodney Delgado-Serrano, parte del team che ha operato il censimento e autore di un articolo pubblicato di recente su Astronomy&Astrophysics. “Questo significa che in tutto questo tempo le galassie irregolari devono essersi trasformate in spirali normali.”

Gli scienziati pensano che le galassie a spirale si formino dalla collisione di due galassie. Si credeva però anche che a un certo punto della storia, circa otto miliardi di anni fa, queste collisioni si fossero drammaticamente ridotte. Il nuovo lavoro però suggerisce che l’Universo sia rimasto turbolento fino a un periodo molto più recente, circa 4 miliardi di anni fa.

I nuovi dati inoltre suggeriscono la fusione di due galassie non darebbe luogo, come si crede, a galassie ellittiche ma a spirale, anche se la nostra (la Via Lattea) avrebbe avuto una genesi molto più tranquilla. Una candidata a questo tipo di nascita violenta potrebbe però essere la nostra vicina, la galassia di Andromeda.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: