COSTUME E SOCIETÀ

L’elicottero, la balena e l’(IG) Nobel.

COSTUME – E il premio Nobel 2010 per la ricerca più improbabile va a…Miss Karina Acevedo-Whitehouse per la tecnica di raccolta del respiro delle balene con un elicottero radiocomandato.

Tutto vero, o quasi. Il premio non è il prestigioso Nobel conferito dalla Reale Accademia svedese ma l’Ig Nobel (leggi ignobile), una parodia irriverente del premio ufficiale che viene assegnato ogni anno a ricerche scientifiche bizzarre,  di dubbia utilità. O di scarsa validità scientifica.

La dottoressa Acevedo-Whitehouse, membro della società zoologica di Londra, ha ritirato di persona il premio presso il Sanders Theater dell’Harvard University. “Sono convinta che fare scienza e comunicarla sia importante. Sono fiera di ricevere questo premio. Al di là dei risultati, che sono molto importanti, voglio dire che mi sono divertita a raccogliere il respiro delle balene”.

Perché raccogliere l’aria e il muco che i cetacei espellono attraverso lo sfiatatoio con un soffio alto anche 5-6 metri? Perché si possono raccogliere campioni biologici che possono dare informazioni su molti microrganismi che infestano questi animali e forse anche sulla loro dieta attraverso i resti non digeriti di ciò che hanno mangiato. Il sottoscritto è stato più volte a pochi metri da una balena e può garantire che, per quanto emozionante la vicinanza con un animale così straordinario, l’odore del respiro è quanto di più sgradevole abbia mai annusato. Un elicottero può sorvolare (letteralmente) questo problema.

Gli Ig Nobel vengono assegnati dal 1991 nel corso di una cerimonia ufficiale, organizzata dalla rivista Annals of Improbable Research. In quell’anno venne premiato Jacques Benveniste per aver dimostrato che l’acqua è un liquido dotato di intelligenza in grado di mantenere memoria degli eventi o Robert Klark Graham per aver creato una banca del seme che accettava solo donazioni da campioni olimpici e Premi Nobel. Il motto degli organizzatori è “prima fai ridere le persone, dopo falle pensare”.

Ma chi scrive questo articolo è un biologo e non può dimenticarsi il 2006 quando Bart Knols e Ruurd de Jong vincono per aver dimostrato che Anopheles gambiae (una zanzara) è attratta allo stesso modo dall’odore dei piedi e del formaggio lindenberger.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: