Propaganda statistica della fede

File:In memoriam brigham young 2.jpg

La bovina, reperita dagli avventori del bar dove la custode consuma il cappuccino con la briosc, nasce da un comunicato stampa sull’astinenza prematrimoniale che accresce la felicità post, arrivato nel Bel Paese con l’aggiunta che la ricerca è uscita sia sul Daily Mail, un quotidiano scandalistico, che sul Journal of Family Psychology.

IL PARCO DELLE BUFALE – Lo studio, per usare un eufemismo, emana da Dean Busby, Jason Carroll e Brian Willoughby della  Scuola per la vita di famiglia all’università Brigham Young (1) di Salt Lake City, Utah. Ogni tanto, i tre pescano volontari da Relate, un centro di consulenza matrimoniale gestito da mormoni e per mormoni, che ha un sondaggio permanente sullo stato di felicità coniugale dei frequentatori. Questa volta hanno mandato un questionario a 2.035 eterosessuali sotto i 37 anni, al primo matrimonio. Quando avevano avuto il primo rapporto? Come andava la comunicazione/empatia con il/la partner? Erano soddisfatti del rapporto? Quante volte avevano pensato che stesse andando male  e quante volte s’erano separati e rimessi insieme? Le risposte sono state classificate in rapporti sessuali “entro il primo mese dall’incontro”;  “entro un mese e due anni di frequentazione”; “dopo il matrimonio”. In media, in quelle dei sedicenti casti fino alle nozze esprimevano una soddisfazione del 17% superiore a quelle del primo gruppo. E ciò indipendentemente dal numero di partner precedenti il matrimonio, dalla durata del legame, dal livello di educazione e di religiosità.

La custode non intende né incoraggiare né scoraggiare l’astinenza prematrimoniale, ma far notare che

– vasto all’apparenza, il campione “studiato” è ristretto a una singola fede;

– manca il confronto con analogo campione di conviventi o divorziati e risposati;

– i ricercatori si sono fidati dell’autovalutazione di appartenenti a un gruppo convinto della superiorità dei propri valori morali;

– d’altronde ne fanno parte anch’essi e sono pagati per insegnare questi valori alla Scuola per la vita di famiglia.

(1) Dal nome del fondatore della comunità mormone di Salt Lake City, anche grazie alla fecondità delle 55 mogli. Da allora, i poligami son diminuiti e i leader predicano la monogamia, così come i cocenti della Scuola per la vita di famiglia.

Vignetta:  Le vedove Young, nel 1877.

3 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: