OggiScienza TV – Rinnovabile al 100%

E’ stato presentato lo scorso 9 maggio la relazione sulle fonti rinnovabili dell’IPCC. Ne parliamo con Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia.
Il rapporto completo sarà presto disponibile qui

1 Commento

  1. Quello che WWF, Greenpeace e Co. non ci dicono è quali vallate alpine dovremmo spopolare e allagare per costruire i bacini di pompaggio necessari a garantire energia durante la notte e d’inverno o quando un’intera nazione è coperta di nuvole o non tira vento. Non ci si può nascondere dietro il mantra della “smart grid”: perché sia smart deve poter accumulare e l’unico modo che abbiamo per grandi potenze oggi e nel prossimo futuro è l’idroelettrico a pompaggio. Sono costi che i sostenitori della soluzione fotovoltaica non considerano, le trattano come esternalità: lo stesso atteggiamento che trovano riprovevole per l’industria del nucleare o per il termoelettrico.
    L’alternativa è chiudere le fonderie d’inverno, far circolare i treni solo nei giorni di sole, aspettare che ci sia vento per ricaricare l’auto…
    “I salti tecnologici sono all’ordine del giorno”? Probabilmente si riferisce agli ANNUNCI di mirabolanti innovazioni, ma le tecnologie applicabili sono sempre quelle con lente innovazioni incrementali.
    Far pagare chi inquina è probabilmente la strada migliore: si indirizza il mercato e si ottengono risorse da destinare a ricerca o incentivi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: