COSTUME E SOCIETÀULISSE

Pubblicità onesta (per lo scarabeo-rinoceronte)

COSTUME E SOCIETÀ – Se sei una femmina di scarabeo rinoceronte giapponese il consiglio è di guardare le dimensioni del corno del tuo pretendnete, e null’alltro (meno che meno le dimensioni dei genitali): solo quello ti darà garanzia della prestanza del tuo aspirante partner.

Il corno infatti è un indicatore “onesto” dello stato di salute e nutrimento dell’individuo, in pratica solo un individuo sano e ben nutrito può avere un corno ben sviluppato.

I maschi della specie portano infatti sul muso una protuberanza cornea che può arrivare a misurare fino a due terzi delle lunghezza totale del corpo, anche se la dimensione varia parecchio da individuo a individuo. Uno studio pubblicato su Science ha ora scoperto i meccanismi ormonali che regolano la crescita del corno.

Gli ormoni responsabili della crescita del corno sono in pratica l’insulina e i fattori di crescita insulino-simili (IGF), i cui livelli dipendono dallo stato di nutrizione e stress dell’organismo e anche dalle infezioni subite. Queste sostanze normalmente controllano la crescita di tutti i tessuti dell’organismo. Dal punto di vista evolutivo che un corpo sano e ben nutrito produca più insulina e IGF è sensato: se c’è da mangiare e si sta bene un corpo grande è vantaggioso.

In realtà le diverse parti del corpo durante la crescita reagiscono in maniera diversa a questi fattori di csecrita: le dimensioni generali del corpo dipendono molto dal livello di ormoni, mentre per esempio i genitali non variano granchè. Doug Emlen, dell’univesità del Montana, ha silenziato i recettori per l’insulina e gli IGF in scarabei che stavano per finire lo stadio larvale e ha poi misurato la crescita delle varie parti del corpo. Facendo questo ha osservato che il tessuto che forma il corno è, per esempio, 8 volte più sensibile dei quello che forma le ali.

Grazie a queste osservazioni il ricercatore ha concluso che solo individui in buona salute possono produrre ornamenti vistosi, per quelli più debolucci imbrogliare è impossibile. In pratica per imbrogliare bisognerebbe avere in corpo questi “ormoni della buona salute”, ma per averli bisogna essere in buona salute, appunto.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: