AMBIENTEINFOGRAFICHE

Condizionatori sostenibili

AMBIENTE – Causa di discussioni in ufficio, indispensabile in auto, desiderato a casa. Inutile negarlo, il condizionatore soddisfa la nostra voglia di fresco nei giorni e nelle notti più caldi. Se siete tra coloro che ancora non hanno un climatizzatore in casa e state pensando di acquistarlo, può essere utile fare qualche riflessione. Partiamo dai consumi: la spesa in bolletta relativa al funzionamento di un condizionatore, spalmata su 10 anni, può andare da circa 500 a oltre 1.000 euro in base al modello ma soprattutto all’effecienza energetica.

Oggi in Europa ci sono circa 40 milioni di condizionatori, che consumano oltre 40 TWh di energia elettrica. Un numero che è destinato ad aumentare, raggiugendo i 110  milioni entro il 2020. Una rapida crescita che vede l’Italia al top, seguita dalla Spagna e dalla Grecia.

Per orientarsi meglio sull’acquisto di un condizionatore è utile consultare il il sito Top Ten, creato dal WWF per dare consigli sugli elettrodomestici più ecologici e convenienti. Nella sezione dedicata ai climatizzatori è possibile trovare, per ogni marca, il livello di efficienza di raffreddamento, di riscaldamento, la capacità di raffreddamento, la rumorosità, il consumo energetico, oltre alla classe energetica e ai prezzi indicativi.

Prima di arrivare alla scelta del condizionatore, però, il WWF suggerisce una serie di soluzioni più a buon mercato ed energy saving: vestirsi in maniera appropriata, tenere le finestre aperte nelle ore fresche, proteggere i vetri dal calore utilizzando le tapparelle, spegnere tutti gli apparecchi che generano calore (stampanti, fotocopiatrici…) quando non utilizzati, creare correnti d’aria rinfrescanti, magari utilizzando ventilatori e pale al soffitto che consumano anche meno.

2 Commenti

  1. In Iraq, anche nelle zone più calde e aride, le famiglie da sempre si rinfrescano con economici ventilatori da soffitto a pale. Ce ne sono con plafoniere e lampadine a risparmio energetico, con telecomando, con semplici catenelle per l’avvio delle pale, per soffitti bassi e per soffitti alti. I condizionatori sono maggiormente dannosi per la salute, costosi e sostanzialmente inutili.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: