giovedì, Ottobre 1, 2020
ricerca

Fotografie dal ghiacciaio

FOTOGRAFIA – Il 7 giugno si è concluso l’Advanced Course of Environment Friendly Mountanineering organizzato da Mountain Wilderness International e dall’Aga Khan Foundation in Pakistan settentrionale (Ne abbiamo già parlato qui). Ultima edizione questa, di un’attività che l’associazione ha iniziato in questo paese nel 1995, che è stata replicata in diverse aree dell’Hindu Kush, Karakorum e Himalaya. Il corso, concluso a giugno con un approfondimento neve e ghiaccio, ha avuto inizio ad agosto 2013. Una prima sessione che a settembre ha visto “diplomarsi” 13 giovani istruttori Pakistani che si sono reincontrati a maggio 2014 per la fase finale. L’obiettivo di questi corsi è quello di gettare le basi per lo sviluppo di un turismo outdoor basato su principi etici di conservazione e tutela di ambiente e culture della montagna. Promozione dell’emancipazione locale, di ambienti ancora ricchi di wilderness e poco frequentati sulla base di un’idea di turismo che vede nella tutela dell’integrità ambientale, il suo punto di forza.
Godetevi qualche fotografia dal Pakistan!

Crediti fotografie: Anna Sustersic

2 Comments

  1. Luoghi e montagne ancora non “depredati”, di una grande bellezza, meritevoli di conoscere uno sviluppo alpinistico in linea con quanto il Progetto Wakhi di Mountain Wilderness si è proposto e
    ha iniziato a realizzare con la spedizione di cui si parla.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anna Sustersic
Mi occupo di comunicazione scientifica legata principalmente a temi di conservazione della natura e attualmente collaboro in Tanzania con PAMS Foundation sviluppando un progetto dedicato all’uso della comunicazione per la promozione della coesistenza fra uomo a fauna selvatica. Dopo il dottorato in Scienze ambientali, ho ho conseguito un master in comunicazione della scienza presso la SISSA di Trieste con una tesi sulla sensibilizzazione dei giovani alle tematiche scientifiche. Ho lavorato come educatore ambientale presso diverse aree protette. Successivamente mi sono interessata alla scrittura come mezzo per la divulgazione scientifica legata a temi naturalistici/conservazionistici. In quest’ambito sono stata collaboratrice e consulente presso musei scientifici, testate giornalistiche nazionali e internazionali, aree protette, case editrici scolastiche e Istituzioni trattando temi legati alla natura e alla sua tutela. Ho scritto diversi libri e guide per sensibilizzare e divulgare temi legati all’ambiente e la sua tutela: "L’anima Perduta delle Montagne" (Idea Montagna – 2019) e, con Filippo Zibordi, "Sulla Via dell’orso. Un racconto Trentino di uomini e natura" (Idea Montagna, 2016) e "Parco Adamello Brenta – Geopark" (PNAB – 2018).
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: