mercoledì, Dicembre 19, 2018
CRONACA

Allarme sulla ISS: emergenza in corso

STS-134_International_Space_Station_after_undockingCRONACA – Alle 11.00 di questa mattina una perdita di ammoniaca nell’atmosfera della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha messo in allarme l’intero equipaggio attualmente costituito da sei astronauti tra cui l’italiana Samantha Cristoforetti.

L’allarme è scattato dopo che i dispositivi di controllo dell’atmosfera sulla ISS hanno rilevato l’innalzarsi della pressione interna dell’ISS. Questo evento secondo le prime analisi è stato causato da una perdita di ammoniaca nell’atmosfera interna della Stazione. Gli astronauti hanno subito attivato le procedure di emergenza indossando le maschere per l’ossigeno che hanno permesso agli stessi di evacuare la stazione e in totale sicurezza raggiungere e isolarsi nel modulo russo dal quale gli astronauti potranno monitorare la situazione e individuare il guasto in sicurezza per la loro salute.

Il modulo russo per differenza di progettazione rispetto al resto della ISS non contiene sistemi di raffreddamento ad ammoniaca, ed è quindi immune da questo tipo di contaminazione. Risulta quindi il luogo ideale per “rifugiarsi” in caso di pericolo da ammoniaca.

Ci teniamo a ricordare che gli astronauti sono allenati per contrastare le situazioni di pericolo, in questo articolo scritto da Samantha Cristoforetti dal sito astronautinews.it trovate maggiori dettagli sul pericolo di fuga di ammoniaca sulla ISS.

Attualmente la situazione sembra sotto controllo, ma vi terremo aggiornati nelle prossime ore.

Potete seguire la diretta streaming in inglese sul canale NASA che ha fornito le prime notizie e sta seguendo http://www.ustream.tv/channel/live-iss-stream

AGGIORNAMENTO 14.27: Emergenza rientrata (sembra). Secondo le ultime notizie che arrivano adesso sembrerebbero essersi guastati dei sensori che hanno causato l’attivazione del segnale di emergenza.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   
Crediti immagine: NASA, Wikimedia Commons

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: