SPECIALIULISSE

Foodprint #2: quanta acqua per produrre 1 kg di carne?

L’impatto ambientale di ogni pasto è enorme, ma quando addentiamo il nostro pranzo ci pensiamo di rado. Ecco quanta acqua serve per far arrivare in tavola un chilogrammo di carne

SPECIALE MAGGIO – Tutte le azioni degli esseri umani provocano modifiche all’ambiente circostante. L’impatto ambientale si può misurare in base alla produzione di gas serra, al consumo di acqua e all’impiego del suolo.

Anche la produzione di cibo è una di quelle attività umane a forte impatto ambientale. In Italia il 25% delle emissioni di gas serra totali è dovuto all’agricoltura. Per molto tempo l’esigenza di aumentare la disponibilità alimentare ha trascurato gli impatti ambientali, sul lungo periodo, della produzione e della distribuzione del cibo. Ognuno di noi “mangia” 3496 litri di acqua al giorno. Cioè più del 90% dell’acqua che usiamo ogni giorno è impiegata per produrre il cibo che mangiamo. Abbiamo visto che mangiando 100 grammi di pasta al pomodoro mangiamo anche 175 litri di acqua. Vediamo allora quanta acqua ci vuole per produrre una bistecca.

@giulirocko

Leggi anche: L’impronta ecologica del turismo

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Giulia Rocco
Pensa e produce oggetti multimediali per il giornalismo e l’editoria. L’hanno definita “sperimentatrice seriale”.

8 Commenti

  1. La vacca allevata per 3 anni ha prodotto da 15000 a 20000 litri di latte (vado a spanne) quindi consideriamo quel latte e i formaggi eventualmente derivati a impatto zero?
    Se invece prendiamo in considerazione vitelli o vitelloni da carne essi vengono macellati ben prima (entro 8 mesi il vitello e 12 mesi il vitellone, se non sbaglio). Il manzo campa un po’ di più ma non molto.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: