Genova, allarme sversamento petrolio dopo la rottura di una tubatura

Cinque squadre di vigili del fuoco sono al lavoro da ieri per fermare il flusso, proveniente da una tubatura interrata dell’oleodotto Iplom di Fegino. L'ipotesi più accreditata sarebbe la rottura di una valvola

petrolio_iplom_vvff

L’incidente sarebbe avvenuto mentre era in corso il trasferimento di grezzo da una nave nel Porto Petroli di Multedo. Crediti foto: Vigili del Fuoco Genova

CRONACA – A Genova è allarme inquinamento, a causa delle decine di metri cubi di petrolio greggio che ieri sera, intorno alle 20, si sono sversate nel rio Fegino, nel rio Pianego, nel torrente Polcevera e in mare. Cinque squadre di vigili del fuoco sono al lavoro da ieri per fermare il flusso, proveniente da una tubatura interrata dell’oleodotto Iplom di Fegino, che collega il Porto Petroli con i depositi della raffineria a Busalla, in Valle Scrivia, nell’entroterra genovese. I tecnici dell’Arpal (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure) sono sul posto insieme a carabinieri e pompieri per verificare la presenza di inquinanti nell’aria e misurare quanto greggio abbia effettivamente raggiunto i corsi d’acqua e il mare. “Secondo le prime stime si tratta di una quantità modesta”, scrive l’ANSA. Le attività d’emergenza in loco continueranno per tutta la giornata di oggi ed è stata avviata un’indagine della magistratura, che ha aperto un fascicolo contro ignoti.

Lo sversamento sarebbe da attribuirsi alla rottura di una valvola e le prime investigazioni sembrano escludere un sabotaggio. Nel frattempo la puzza si sente per chilometri e l’aria è irrespirabile, riporta La Stampa: dopo aver collocato le panne anti-inquinamento, per ore i vigili del fuoco hanno riversato uno schiumogeno speciale nei corsi d’acqua (la schiumatura è ancora in corso), in modo da ridurre il rischio di incendi e impedire che il petrolio raggiungesse il mare.

Per ora l’ipotesi più accreditata è della una rottura di una valvola. A coordinare le operazioni l’assessore alla Protezione Civile del Comune di Genova Gianni Crivello, secondo il quale “la situazione sta tornando sotto controllo”. Stamattina è arrivato il commento della Iplom, come riporta Repubblica, secondo cui “l’incidente si è prodotto mentre era in corso il trasferimento di grezzo da una nave nel Porto Petroli di Multedo. Verificato un calo di pressione il pompaggio è stato immediatamente interrotto”. Le azioni di bonifica, dice l’azienda, continueranno fino alla completa rimozione e pulitura dell’alveo.

@Eleonoraseeing

Leggi anche: Inchiesta sul petrolio in Basilicata, ENI sotto accusa

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Informazioni su Eleonora Degano ()
Giornalista pubblicista, traduttrice e science writer. Collabora con varie realtà come National Geographic Italia, OggiScienza, IN3D dove scrive soprattutto di etologia e cognizione animale e si occupa di copywriting scientifico. Nel 2016 ha vinto il Premio Giornalistico Riccardo Tomassetti - Premio Speciale in Virologia e nel 2017 il premio giornalistico "SID- Diabete Ricerca" promosso dalla Società Italiana di Diabetologia

1 Commento su Genova, allarme sversamento petrolio dopo la rottura di una tubatura

1 Trackback / Pingback

  1. Petrolio a Genova, gli uccelli soccorsi dopo lo sversamento – OggiScienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: