Un’estate scientifica nel Lazio

Musei, mostre temporanee ed eventi durante l'estate 2016, tra la capitale e dintorni. Manca qualcosa di imperdibile? Segnalatecelo!

roma turismo estate scienza

Non solo le meraviglie dell’antichità storica ma passeggiate nella natura, notti per l’osservazione dei chirotteri e molto altro. Foto Pixabay

SPECIALE LUGLIO – Se vivete nel Lazio o a Roma, oppure pianificate un viaggetto estivo alla faccia della calura, tra capitale e dintorni non mancano gli appuntamenti con la scienza. Dai musei alle attività outdoor, ecco alcuni eventi, mostre e occasioni da non perdere.

Tra Museo Civico di Zoologia e Bioparco di Roma

Tutti i venerdì di luglio, Safari Night al Bioparco: apertura eccezionale il venerdì notte per una visita guidata di circa 1 ora e 30, per osservare gli animali del parco con occhi diversi. Lemuri, giraffe, elefanti, tigri e orsi sono alcuni dei protagonisti del tour notturno. Per chi lo volesse, prima dell’inizio di questa visita guidata, vicino all’ingresso del parco, è possibile partecipare a un incontro di “A tuxtu”, per familiarizzare ed entrare in contatto con specie meno carismatiche ma estremamente affascinanti quali pogone, insetti stecco, blatte soffianti e pitoni reali. Per orari, info e prenotazioni

30 luglio, Bat Night a Villa Borghese: anche nel 2016 ritornano le serate “a caccia” di chirotteri, dedicate ad appassionati di tutte le età. L’appuntamento è alle 20.30 al Piazzale del Giardino Zoologico, dove un esperto vi accompagnerà alla ricerca di pipistrelli spiegando come si raccolgono i dati e come si svolge l’osservazione sul campo di questi animali, il loro riconoscimento e la catalogazione degli esemplari avanzati. Lo strumento? Il bat detector, più utile che mai in una notturna e affascinante Villa Borghese. La prenotazione è obbligatoria e l’escursione dura circa 2 ore e mezza. Per informazioni e contatti

Per i più piccoli (5-12 anni), fino al 16 settembre, Olimpiadi della Scienza: i protagonisti di queste olimpiadi scientifiche sono la scienza e gli animali, al centro di tre percorsi tematici che porteranno i partecipanti a esplorare il mondo della natura. Le Animaliadi, per scoprire le creature più affascinanti che popolano il pianeta in un tuffo nella zoologia, le Sperimentiadi, occasioni per sfogare la curiosità verificando il funzionamento di forze equilibri e fenomeni naturali e infine le Fossiliadi, per conoscere gli eventi del passato e le conoscenze che dobbiamo alla paleontologia. La prenotazione è obbligatoria e le attività giornaliere si svolgono dalle 8.30 alle 17. Per informazioni, date e contatti

Fino al 18 settembre, Mostra fotografia “A tu per tu con la natura”: ad arricchire una visita al museo di zoologia della capitale, nella Sala della Balena saranno esposti per tutta l’estate gli scatti del fotografo naturalistico Simone Sbaraglia, per tre anni vincitore del premio tedesco Glanzlichter. Per informazioni, orari e contatti

Città e altri musei

Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria, Ospedale Santo Spirito in Sassia: un museo poco noto rispetto agli altri poli della capitale, ma di grande interesse per gli appassionati di medicina, chirurgia e farmacologia, che documenta l’evoluzione di queste discipline dalla magia fino alla moderna scienza. Quando fu fondato, negli anni ’30 del secolo scorso, la sua funzione era soprattutto didattica: serviva agli studenti per dissezionare i cadaveri e visionare modellini e preparazioni per comprendere il corpo umano. Oggi ospita le collezioni storiche e numerose aggiunte nel corso dei decenni, con un’ampia documentazione sugli strumenti e le conoscenze del passato ma anche sulle malattie che più affliggevano la società. Gli oggetti esposti vanno dalla Roma imperiale a oggi, e a chiudere l’esposizione ci sono le ricostruzioni di una farmacia e un laboratorio antichi, oltre a una ricca biblioteca. Per informazioni e orari

Fino al 18 settembre, Domon Ken al Museo dell’Ara Pacis: una mostra monografica dedicata a uno dei più importanti nomi della fotografia moderna giapponese. È considerato il maestro del realismo e uno dei reportage più significativi (esposto alla mostra) è quello sull’Hiroshima post-atomica. A dodici anni dal 6 agosto 1945, Domon Ken (1909-1990) si è recato a Hiroshima per documentare in bianco e nero ciò che ne rimaneva, per immortalare gli hibakusha, i sopravvissuti, con le loro cicatrici e bruciature mitigate solo in parte da trapianti e intense operazioni di chirurgia plastica. In mostra circa 150 fotografie, a colori e in bianco e nero, in un percorso dal fotogiornalismo alla fotografia di propaganda. Per altre informazioni

Fino al 30 ottobre, “Viaggi nell’antica Roma” con Piero Angela e Paco Lanciani ai Fori Imperiali: ritorna l’iniziativa che nel 2015 ha attirato quasi 160.000 spettatori. Il Foro di Augusto e il Foro di Cesare raccontati a partire da colonne e pietre, sfruttando tecnologie d’avanguardia. Grazie ai sistemi audio con cuffie (in 8 lingue, italiano, inglese, francese, russo, spagnolo, tedesco, cinese e giapponese) la voce di Piero Angela accompagna i visitatori nei fori romani così come si presentavano nell’antichità, con l’ausilio di filmati e ricostruzioni. I percorsi sono due, uno per ciascun foro, da fare in un’unica serata o in due serate diverse. Per il Foro di Augusto sono previste tre repliche al giorno -la durata è di 40 minuti- mentre per il Foro di Cesare l’accesso è possibile ogni 20 minuti secondo il calendario. La durata totale è di circa 50 minuti, con un percorso itinerante diviso in quattro tappe. Per orari, costi e informazioni

Fino al 30 aprile 2017, “Leonardo da Vinci, il genio e le invenzioni”, Palazzo della Cancelleria: in mostra 51 delle creazioni del genio Leonardo da Vinci, tratte dai codici vinciani, dalla sega idraulica fino all’iconica macchina per il volo. Un’esposizione da toccare in cui l’interattività gioca un ruolo chiave: tutte le macchine sono funzionanti e con gran parte di esse è possibile interagire direttamente. Sono divise in cinque categorie, ovviamente acqua, aria, terra e fuoco ma anche una quinta, i “Meccanismi”, quali trasformazione del moto e vite senza fine. A integrare il percorso ci sono nove ologrammi animati e quattro teche tematiche. Per orari, prezzi e informazioni

Outdoor e varie

24 luglio, “Camminando insieme”, Riserva Naturale lago di Posta Fibreno: un appuntamento per una visita guidata insieme ai guardiaparco, per esplorare l’avifauna del lago e l’habitat in cui vive e nidifica. La passeggiata continua con una visita al vecchio mulino ad acqua, alle cascatelle del mulino fino ad arrivare al primo tratto del Sentiero Natura Puzzillo e al capanno di avvistamento nel canneto. La visita è gratuita, necessario prenotare: l’appuntamento è il 24 luglio alle 9.45 in Piazza Carpello (Posta Fibreno, FR). Per informazioni e contatti

24 luglio, “Sentiero escursionistico della Salara a Monte Rufeno”, Acquapendente (VT): tra massi vulcanici, muschi, felci, cascate e alberi secolari, un’escursione guidata dagli esperti della Riserva Naturale Monte Rufeno. La partecipazione è gratuita, appuntamento alle ore 8,30 al Centro Visite Torre Julia de Jacopo. Per info e contatti

29 luglio, AstroIncontri, “Viaggio tra le costellazioni estive”, Osservatorio Astronomico Franco Fuligni, Rocca di Papa: una serata dedicata all’osservazione della volta celeste con i telescopi dell’osservatorio. Info, contatti e calendario degli “AstroIncontri” in programma per l’estate 2016

20 agosto, “Marte il pianeta rosso”, Riserva Naturale Regionale Tor Caldara, Anzio: grazie ai telescopi professionali a disposizione grazie alla collaborazione con l’associazione APA-lan (Associazione Pontina di Astronomia – Latina-Anzio-Nettuno) dalle 20.30 in poi avrà inizio un viaggio alla scoperta della volta celeste sopra la riserva, per osservare il pianeta rosso. Per informazioni e contatti

10 settembre, “Moon Watch Party, la notte della luna alla R.N.R. Tor Caldara”, Anzio: un’altra notte di osservazione della volta celeste con l’associazione APA-lan, sempre a partire dalle 20.30. Per informazioni e contatti

Altri appuntamenti e musei d’interesse: qui trovate tutti gli incontri organizzati nel Parco Nazionale del Circeo (provincia di Latina), sito web del Museo Geologico e delle Frane di Civita di Bagnoregio, sito web del Museo Geofisico di Rocca di Papa, sito web del Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini (Roma), tutta la programmazione di luglio del Planetario e Museo Astronomico di Roma, sito web della mostra su Tutankhamon (Roma)

@Eleonoraseeing

Leggi anche: I parchi naturali hanno fatto la storia

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Informazioni su Eleonora Degano ()
Giornalista pubblicista, traduttrice e science writer. Collabora con varie realtà come National Geographic Italia, OggiScienza, IN3D dove scrive soprattutto di etologia e cognizione animale e si occupa di copywriting scientifico. Nel 2016 ha vinto il Premio Giornalistico Riccardo Tomassetti - Premio Speciale in Virologia e nel 2017 il premio giornalistico "SID- Diabete Ricerca" promosso dalla Società Italiana di Diabetologia

1 Commento su Un’estate scientifica nel Lazio

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Extreme – Alla ricerca delle particelle – OggiScienza
  2. Un’estate in Veneto all’insegna della scienza – OggiScienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: