sabato, Novembre 28, 2020
LIBRI

Non è Natale senza i libri di scienza giusti

I consigli di lettura natalizi di OggiScienza per non sbagliare mai. Da oggi fino a Natale OggiScienza vi consiglierà molti libri, per adulti e bambini!

Eccoci anche quest’anno, pronti per regalare piacevoli letture natalizie ai nostri cari, e a noi stessi. OggiScienza come ogni anno vi propone i libri più interessanti pubblicati negli ultimi mesi, in tutti gli ambiti della scienza: dalla fisica alla psicologia, all’etologia, alla medicina.

Buchi neri, big data e reti

Il 10 aprile scorso, alle 15:00 ora italiana, Sheperd S. Doeleman, detto Shep, ha mostrato al mondo la prima immagine di un buco nero. Un evento seguito in diretta internazionale, destando meraviglia e diventando in breve tempo uno dei post più virali di sempre nei social media. Ma come si è arrivati, dopo un secolo dalla teoria della Relatività di Einstein e decenni di lavoro, a ottenere finalmente la prima immagine, sfocata, di un buco nero? La storia la racconta Seth Fletcher ne L’ombra di Einstein. Un buco nero, un gruppo di astronomi e la sfida per vedere l’invisibile, edito da Bollati Boringhieri.

Le formule certamente sono importanti, ma non sempre funzionano, soprattutto nella vita reale. Troppo spesso, per esempio, aver raggiunto un buon risultato non è sufficiente per ottenere un successo. Albert-László Barabási, uno dei maggiori esperti mondiali di scienza delle reti, si è proposto di trovare delle leggi che potessero essere davvero utili per la realizzazione personale. Ne La formula. Le leggi universali del successo (Einaudi), sfruttando la potenza dei big data e utilizzando alcuni casi esemplari tratti dai campi più diversi (dal Barone Rosso a Jean-Michel Basquiat, da Kind of Blue di Miles Davis a Marcel Duchamp e Tiger Woods), Barabási rivela i principi scientifici e le regole non dette che stanno alla base del successo, delineando infine le cinque leggi che governano il fenomeno e spiegandoci come queste possono essere usate a nostro vantaggio.

Animali: lutto e specie estinte

Il terzo libro imperdibile in questo Natale è La malinconia del mammut. Specie estinte e come riportarle in vita, di Massimo Sandal (Il Saggiatore) che racconta la grande storia delle estinzioni e i modi in cui stiamo provando a riportare in vita specie scomparse, come lo stambecco dei Pirenei scomparso cento anni fa che stiamo “risuscitando” attraverso campioni di cellule conservate in azoto liquido. E anche per i dinosauri forse qualcosa si può fare…

Quello che, invece, al momento, tutti i possessori di animali domestici vivono, è il trauma della perdita del proprio amico. Come superare questo lutto? Come reagisce l’uomo al dolore e alla morte degli animali? E perché le reazioni umane sono tanto differenti? L’ ultimo scodinzolio. La morte degli animali, di Raffaele Mantegazza (Ortica Editrice) anche attraverso interviste a veterinari e visite a cimiteri per animali, propone delle strategie per elaborare e superare il distacco, anche con i più piccoli.

Medicina: autobiografie, sospetti e innovazione

Chi non conosce l’uomo che ha fatto del dolcevita bianco la sua uniforme da oltre 50 anni? Silvio Garattini è una delle poche figure in Italia che ancora oggi gode della stima e del rispetto di tutta la comunità medica. Una persona che ha fatto la storia della sanità italiana. La sua autobiografia Il guerriero gentile scritta con Roberta Villa ed edita da Solferino Editore, è un viaggio ricco di aneddoti personali inediti e di riflessioni sulla scienza, la società e la sanità nazionale, sull’importanza di far collaborare scienza e religione nella lotta alle sofferenze dell’uomo.

Ma che cos’è l’innovazione in medicina? IMPazienti di Alberto Eugenio Tozzi (Pensiero Scientifico Editore) risponde a questa domanda, con numerosi esempi in materia di innovazione nel nostro Paese. “Usare il termine impazienti viene dal desiderio di superare i limiti ai quali spesso ci rassegniamo per ambire alla massima qualità delle cure. L’innovazione è una chiave possibile per ottenere questo risultato ed è una disciplina alla quale contribuiscono tutti.”

Per i delusi e i confusi dalla medicina e dalla scienza, consigliamo invece l’ultimo libro di Silvia Bencivelli Sospettosi (Einaudi): un reportage dall’Italia di oggi per sentire le ragioni che spingono i malati e spesso anche i loro familiari più fiduciosi nella scienza, a rivolgersi altrove.

Bufale e teorie del complotto

Che fine ha fatto la verità? I vaccini? Provocano l’autismo. Le scie degli aerei? Veleno per alterare il clima. Gli attacchi dell’11 settembre? Una messinscena degli americani. La Luna? Non ci siamo mai andati. La Terra? È piatta. Se lo chiede Massimo Polidoro, noto divulgatore e segretario nazionale del CICAP nel suo nuovo libro Il mondo sottosopra (Piemme) svelando i meccanismi neurologici, psicologici e sociali dietro cui si celano pericolose e preoccupanti ossessioni. Non sono i social network il problema: siamo sempre noi.

Potenziamento cerebrale

Se invece siete curiosi di che cosa ci sia dietro alle teorie sul potenziamento cerebrale non potete perdervi Cervello senza limiti di Johann Rossi Mason (Codice Edizioni): la prima inchiesta giornalistica italiana sul potenziamento cerebrale, tra storie, aneddoti e tanta ricerca scientifica.

Da logica a robotica

C’è l’ultima brillante fatica di Matteo Plebani e Francesco Berto Logica con i social network, edito da Carocci, che propone un esperimento per avvicinarci alla logica attraverso il mondo di RS, la Rete Sociale: un social network dove i post sono composti interamente di emoticon e dove, con un po’ di astuzia, è possibile garantire che diventino virali. Che cosa succede quando le reazioni consentite agli utenti vanno oltre il classico mi piace/non mi piace? Che ruolo hanno le relazioni di amicizia e le “bolle” autoreferenziali?

Agli amanti delle frontiere dell’IA consigliamo L’altra specie. Otto domande su noi e loro, di Roberto Cingolani per Il Mulino, che si interroga sulle attuali e future capacità dei robot umanoidi e sulle questioni etiche che la loro forma di esistenza solleva.

Tra integratori e cocktail

Un tema sempre apprezzato durante le vacanze è l’alimentazione. Vi consigliamo due libri freschi di stampa. Il primo è Bacche, superfrutti e piante miracolose. Il mondo degli integratori e dei cibi dalle mille promesse (Mondadori) di Renato Bruni, docente di botanica farmaceutica all’Università di Parma, che spiega come districarsi nel mare magnum di Integratori, fitoterapici, nutraceutici, superfood e a chi rivolgersi per fugare il sospetto della bufala.

Il secondo consiglio di lettura è Il botanico ubriaco di Amy Stewart (Codice) una curiosa guida che racconta la storia di più di 150 tra piante, fiori e frutti che sono la base dei nostri cocktail preferiti e le ragioni chimiche che li rendono così irresistibili.
«A quanto pare in tutto il mondo non esiste un albero, un arbusto o un delicato fiore selvatico che non sia stato raccolto, fatto fermentare e imbottigliato. ogni progresso nell’esplorazione botanica o nella scienza dell’orticoltura ha determinato un piccolo miglioramento nella qualità dei nostri alcolici. botanici ubriachi? visto il loro apporto nella creazione delle migliori bevande al mondo, è strano che ce ne sia qualcuno sobrio.»

Figli adolescenti? Il libro per voi!

Il penultimo libro che vi suggeriamo è per voi genitori di figli adolescenti, maschi, che iniziano a rapportarsi con la sessualità e che stando ai molti sondaggi che vengono pubblicati di recenti, e alle notizie di cronaca, sono lontani dall’essere davvero consapevoli dell’importanza di riflettere sul tema della violenza di genere. Crescere uomini. Le parole dei ragazzi su sessualità, pornografia, sessismo (Erickson) è il risultato di un lungo lavoro di Monica Lanfranco, giornalista femminista e formatrice, che da anni frequenta le scuole per parlare di questo argomento con gli adolescenti. Cosa é per te la sessualità? Cosa provi quando leggi di uomini che violentano le donne? Essere virile, che significa?

Per i più piccoli

Infine, il consiglio di lettura per i più piccoli: l’ultimo nato in casa Editoriale Scienza: Perché la terra ha la febbre? (dagli 8 anni), dove Federico Taddia dialoga con Elisa Palazzi, scienziata che studia il clima e i suoi cambiamenti, sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e su quali gesti possiamo fare insieme ai nostro bambini per mitigare il problema.

2 Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cristina Da Rold
Giornalista freelance e consulente nell'ambito della comunicazione digitale. Soprattutto in rete e soprattutto data-driven. Lavoro per la maggior parte su temi legati a salute, sanità, epidemiologia con particolare attenzione ai determinanti sociali della salute, alla prevenzione e al mancato accesso alle cure. Dal 2015 sono consulente social media per l'Ufficio italiano dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: