mercoledì, Luglio 15, 2020
LIBRI

LIBRI – Da grande farò…

Continua la nostra rassegna di letture per le vacanze, ecco un suggerimento per i più piccoli e soprattutto le più piccole: 10 grandi si raccontano a una piccola sognatrice

È davvero necessario un libro che si rivolga alle bambine per ricordare loro che non ci sono mestieri, e quindi corsi di studio, più “da maschi” che “da femmine”? Sì, lo è. Lo dimostrano le scarse iscrizioni femminili alle facoltà scientifiche italiane. Editoriale Scienza è da sempre attenta a questo aspetto e “Da grande farò” con illustrazioni di Maria Gabriella Gasparri, è l’ultimo esempio di questo impegno.

L’autrice stessa è una bambina, Ariel Spini Bauer, di 11 anni, che frequenta la prima media, e racconta ai suoi coetanei (maschi e femmine, ovviamente) alcuni incontri con grandi personaggi del mondo della scienza. Ariel ama la lettura, la scienza, la musica e possiede molta fantasia, che la spinge a chiedersi  “che cosa farò da grande?” Ora, viene da chiedersi: come fa una bambina di 11 anni ad arrivare incontrare persone come Fabiola Gianotti, Piero Angela, Paolo Nespoli,  Elisabetta Dejana? Grazie ai suoi genitori,  che le danno sempre la percezione che ciò che desidera conoscere, apprendere, non è mai troppo. E che anche questa volta la supportano in questa sua ricerca.

Una sera, a cena in famiglia, Ariel lancia una proposta: intervistare degli adulti che fanno un lavoro appassionante, scoprire che cosa volevano fare da bambini e qual è stato il loro percorso. Animata da questa curiosità, Ariel non mette freni alla fantasia e inizia a pensare a dieci “grandi” che desidera interpellare. Si comincia con Amalia Ercoli Finzi, prima donna a laurearsi in Italia in ingegneria aeronautica, Fabiola Gianotti, confermata da poco direttrice del Cern di Ginevra, e Paolo Nespoli, astronauta con all’attivo tre missioni nello Spazio. Non poteva mancare poi Piero Angela, giornalista e divulgatore che ha portato la scienza nelle nostre case. Ci sono poi Ausilio Priuli, archeologo, Elisabetta Dejana, biologa, Paolo Giordano, scrittore e fisico, Barbara Mazzolai, esperta di robotica vegetale, Valter Longo, biologo della longevità e Marica Branchesi, astrofisica.

Fra le tante domande che Ariel pone ai suoi intervistati, fra cui “quale consiglio daresti ai bambini di oggi“, la domanda su come conciliare la carriera di scienziato e la vita privata non manca mai. Ma è rivolta a entrambi i sessi, e le risposte consentono di aiutare i bambini a capire che non c’è nulla di scontato, ancora oggi.

Un regalo per le ragazzine e per i ragazzini, che saranno i dirigenti di domani.

Cristina Da Rold
Giornalista freelance e consulente nell'ambito della comunicazione digitale. Soprattutto in rete e soprattutto data-driven. Lavoro per la maggior parte su temi legati a salute, sanità, epidemiologia con particolare attenzione ai determinanti sociali della salute, alla prevenzione e al mancato accesso alle cure. Dal 2015 sono consulente social media per l'Ufficio italiano dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: