lunedì, 30 Marzo, 2020

archivebuco dell’ozono

Buone notizie dall’ozono

I dati di oltre dieci anni di osservazioni satellitari sono stati raccolti per realizzare una mappa a lungo termine dell’ozono presente globalmente nell’atmosfera. Risulta un lieve aumento di circa l’1% ogni dieci anni a partire dal 1997.

Il buco con l’ozono intorno

Riprodotto in laboratorio il primo anello della catena di reazioni chimiche responsabili della formazione del buco dell'ozono. La ricerca, recentementepubblicata sulla rivista americana Science, nasce da una collaborazione tra INFM-CNR, Università di Sassari e Università di Bochum e potrebbe spiegare anche la formazione di molecole nello spazio interstellare.