martedì, Marzo 2, 2021

archiveGoogle

Un doodle per Stanislav

ARTE, MUSICA E SPETTACOLI - L'avete visto il doodle di oggi? È dedicato a Stanislav Lem, sono 60 anni dalla pubblicazione del suo primo libro ("Astronauti"). Alzi la mano chi è un fan sfegatato di Solaris? Anch'io ho la manina alzata, sia chiaro, anche per la versione cinematografica di Andrei Tarkovsky, regista culto. Il mio romanzo preferito di Lem è "Memorie di un astronauta". Il vostro?

Il fumo, il fisco e il motore di ricerca

WEB&NEW MEDIA - Negli Stati Uniti, le cause di morte prematura sono nell'ordine il tabacco (435.000 vittime; il 18,1% del totale), la dieta sbagliata e l'inattività fisica (365.000; 15,2%), l'alcol (85.000; 3,5%). Come nel caso di altre tossicodipendenze, l'effetto del prezzo maggiorato è difficile da valutare. Per l'economista della sanità Mark Stehr, per esempio, circa il 10% dei fumatori cerca di smettere di fumare mentre più del doppio cerca di procurarsi sigarette non tassate, ma con ampi margini d'incertezza dovuti a una carenza di dati affidabili - cioè agli acquisti nelle riserve indiane e altri luoghi esentasse, al contrabbando e alla violazione dei divieti di vendita ai minorenni. Per aggirare l'ostacolo, John Brownstein della Harvard Medical School e due suoi colleghi hanno analizzato le ricerche fatte dagli americani con Google dal 2004 al 2010 per stimare l'impatto di un'imposta aggiuntiva di 0,60 dollari applicata in tutto il paese, meno i luoghi esentasse, nel 2009. L'hanno confrontato con quelle fatte in Canada dove l'imposta è rimasta invariata; in Florida e nello stato di New York prima e dopo una tassa locale.

Ike Antkare, il ricercatore inesistente

POLITICA - Nato quest'anno, Ike Antkare è già uno dei primi dieci ricercatori in informatica esistenti e figura tra i cento scienziati più famosi del mondo, davanti anche ad Albert Einstein. Questo piccolo genio dell'International Institute of Technology United Slates of Earth ha pubblicato, secondo Google Scholar, centodue articoli che sono stati ripresi e citati a più riprese: almeno sulla carta.

Esplorando il corpo umano. Con Google.

FUTURO - In molti forse ricorderanno la vecchia serie didattica a cartoni animati Siamo fatti così, dove la nostra fisiologia era raccontata attraverso semplici storie i cui protagonisti non erano altro che tipi cellulari adeguatamente antropomorfizzati. Ora, mettendo da parte i sentimentalismi, l'esplorazione amatoriale (e non) del corpo umano si fa seria, con una nuova applicazione sperimentale dei Google Labs che unisce interattività e modellazione tridimensionale.
1 2 3
Page 3 of 3