venerdì, Luglio 10, 2020

archiveIL PARCO DELLE BUFALE

Il fondamentalista

La fama della psicologia evoluzionista deriva anche da ricercatori che selezionano i dati per conformarli ai propri pregiudizi. Usque tandem?...

Problemi di vista

IL PARCO DELLE BUFALE - Per l'alto ufficiale delle FF.AA. e i collaboratori del suo sito "Climate Monitor", la scienza è corrotta e gli scienziati, inetti o venduti che siano, non capiscono niente di clima tant'è che si chiedono come spiegare le proprie incertezze: Sembra che per buona parte della comunità scientifica – il mainstream- il problema non sia non aver ben compreso come funziona il sistema, fatto di cui è testimone il gap sempre più evidente tra scenari prospettati e realtà di quanto accade, quanto piuttosto come riuscire a convincere il mondo del rischio che si corre nonostante le incertezze di cui sopra. Convinto invece che un rischio si corra in presenza di certezze, il ten. col. Guidi dimostra la propria asserzione citando il ricercatore Kevin Trentberth: Realizzare una scienza del clima innovativa pubblicamente potrebbe facilmente portare ad incomprensioni, e richiederà un grosso lavoro di comunicazione molto attenta verso il pubblico e i decisori politici, per essere sicuri che i risultati siano utilizzati in modo appropriato. [...]

Psyco (sic)

IL PARCO DELLE BUFALE - Dal Giornale dell'11 aprile si apprende che "Ora anche cani corrono dallo psicologo": Il marito ci ha lasciato e i figli stanno crescendo? Il lavoro ci annoia e uscire con le amiche non ha più il sapore di una volta? Allora ci rifugiamo in Fido, Fufi, Rocky, li subissiamo di coccole e attenzioni, li vestiamo alla moda, li omologhiamo al nostro stile di vita, e finiamo per caricarli di un eccessivo peso affettivo e di troppe responsabilità, affibbiando loro un ruolo che non gli appartiene. Il risultato è che i nostri amici a quattro zampe diventano vere e proprie spugne, assorbendo stress e fobie che sono più le nostre. Diagnosticata l'origine del problema, Tiziana Paolocci ne delinea le conseguenze cliniche ed economiche: cresce il numero degli esemplari che finiscono dallo psicologo, o meglio dal comportamentista, che li sottopone a veri e propri cicli di terapia. Ogni seduta costa dai 30 ai 100 euro, se si escludono poi i trattamenti con medicinali omeopatici, come i fiori di Bach o Australiani che aiutano a controllare i disturbi emozionali

Ci vuole il fisico

IL PARCO DELLE BUFALE - Come altri esperti di sicurezza delle centrali, il professore non resiste alla ghiotta occasione di riscrivere a modo suo il disastro in corso a Fukushima-1: Con il terremoto i sette reattori in funzione si erano spenti senza problemi. Gli altri tre erano spenti per manutenzione. (...) Se i lavori di manutenzione fossero stati fatti con rigore c’era poco da temere. E invece i catastrofisti si sono scatenati come se fossero a conoscenza dell’incredibile serie di verifiche mai fatte. Impartita una lezione di aritmetica dell'aritmetica e dei fatti, il professore esprime alcuni desideri: Vorremmo chiedere ai catastrofisti dov’erano quando nel corso della guerra fredda sono state esplose in atmosfera 528 potentissime bombe nucleari. È incredibile che nessun catastrofista abbia mai fatto uso delle formule sviluppate su basi identiche per Chernobyl e Fukushima al fine di far sapere all’opinione pubblica mondiale che il materiale radioattivo, diffuso nell’atmosfera dalle esplosioni, avrebbe avrebbe causato trecentomila morti [Continua...] . La custode vorrebbe chiedere al professore se era su Marte quando milioni di persone chiedevano la fine dei test insieme ai fisici per il disarmo tra i quali non s'è fatto vedere.

La mente del nematode

IL PARCO DELLE BUFALE - I lettori scettici sono pregati di cliccare immediatamente su questo link. Quelli che si fidano della custode proseguano pure. Il mistero del colorante-elisir di lunga ROMA – Un colorante giallo usato molto nei laboratori per riscontrare la malattia di Alzheimer, la Tioflavina T , si è rivelato una sostanza allunga-vita dei vermetti di laboratorio del 50%, rallentando il decorso della demenza senile (Alzheimer) negli animali. La custode è pronta a credere che molti animali hanno una coscienza e sospetta che rimorda quelli che le fanno compagnia.Tuttavia su Nature ha trovato solo il resoconto di un bell'esperimento di Silvestre Alvarez e altri ricercatori coordinati da Gordon Lithgow del Buck Institute for Research on Ageing di Novato, in California. Parte dalla teoria secondo la quale le placche dell’Alzheimer - delle proteine (amiloidi beta) difformi che s’attaccano l’una all’altra e poi a tutto quello che trovano nel neurone - si creino per mancanza di “chaperones”, altre proteine che ridanno a quelle storte la forma giusta e se non ci riescono le eliminano. E si pensa che per effetto dell'invecchiamento le chaperones diminuiscano e non bastino più a svolgere la propria funzione.

W l’Italia!

Sul sito del Ministero dei Beni Culturali, la pubblicità di un convegno creazionista della durata di tre giorni. Qualche dettaglio sull'ultima delle farse antievoluzioniste agevolate dalle amministrazioni pubbliche dietro il paravento di una non meglio precisata "cultura".

Reattore italiano in fuga

Il sito Biotecnologie, basta con le bugie (sic) rivela "quel che nessuno ci dice su quanto è avvenuto in Giappone (allarme nucleare incluso)". Avviso ai lettori che amano gli scoop: questo è un po' stagionato. IL PARCO DELLE BUFALE - L'incipit vuol essere spiritoso: Sono giorni di tragedia per il Giappone, e quando ci sono i pezzi di carne per terra a buon mercato, si sa, gli sciacalli non riescono proprio a tirarsi indietro. Il più verbosamente interessante è senza dubbio stato Niki Vendola che, dopo aver appoggiato il progetto luddista anti-OGM di Capanna, ora si diletta nel dileggiare il nucleare per la sua presunta "insicurezza". Probabilmente, secondo lui, dovrebbe andare da uno psicologo.

Non bastava il terremoto?

IL PARCO DELLE BUFALE - La "super" Luna - qualche giorno prima del terremoto che ha innescato lo tsunami, il noto astrologo britannico Richard Nolle aveva previsto che, visto che la Luna si stava avvicinando al suo perigeo, cioè il punto più vicino alla Terra che il satellite può raggiungere orbitandole attorno (cosa che accade una volta al mese), e che in particolare questo 19 Marzo, a Luna piena, sarebbe è stato il più prossimo alla Terra degli ultimi 19 anni, il tutto avrebbe causato eventi catastrofici come, appunto, terremoti e maremoti. Le superlune, come le chiama l'astrologo, avrebbero sempre portato con loro immani catastrofi. Nella Rete, insensate affermazioni come questa sono state immediatamente elevate al rango di teorie scientifiche, specialmente dopo il terremoto. Tra le vittime della disinformazione, anche il "meteorologo" britannico John Kettley che, contrariamente a quanto riportato in genere, aveva assicurato che la Luna NON poteva innescare terremoti ma che, forse, poteva influire significativamente sul tempo atmosferico e sulle maree limitatamente alle zone costiere. In realtà, meteorologo Kettley lo è diventato solo da noi perché si tratta invece di un popolare presentatore delle previsioni del tempo britannico.

Raggi X in diluizione 30C

IL PARCO DELLE BUFALE - Homeopathy Plus è una rivista-negozio-studio medico-scuola di formazione-consulenze ecc. diretta "dall'omeopata e donna d'affari" australiana Fran Sheffield. Il 12 marzo i suoi abbonati ricevevano questo mail (estratti): Sulla scia del grave terremoto e dello tsunami che hanno colpito il Giappone venerdì, è avvenuta un'esplosione nella centrale nucleare di Fukushima. È stato riferito che la radiazione era fuoriuscita dalla centrale già prima dell'esplosione e le autorità giapponesi temono ora che abbia avuto luogo un meltdown con un'ulteriore contaminazione. La gente viene evacuata dall'area, mentre gli ingegneri si dibattono per contenere il danno. Se la situazione si aggravasse, il materiale radioattivo trasportato dal vento e dalle correnti d’aria potrebbe diffondere materiali contaminati in isole e paesi circostanti. Per tutti gli interessati, ci sono misure protettive che si possono prendere con l’omeopatia. I rimedi-chiave usati nella ricerca o storicamente per prevenire o trattare gli avvelenamenti da radiazioni comprendono i seguenti [Continua...] (Sul sito della rivista il disastro è più contenuto, le correnti oltre che aeree sono marine per meglio raggiungere la clientela australiana, e la frase che precede è sostituita da: "A Homeopathy Plus, abbiamo limitato i nostri suggerimenti ai rimedi i cui effetti sono supportati da ricerche e/o confermati da successi clinici riferiti da medici che si sono occupati di esposizione alle radiazioni durante le Grandi Guerre Mondiali.")

Ricetta al botulino

IL PARCO DELLE BUFALE - La lettrice Manuela Giovannetti, preside di agraria all'università di Pisa, è nota per una ricerca sulle varietà di granoturco geneticamente modificato, la prima condotta con un gruppo multidisciplinare, dalla quale risulta che alcune giovano al terreno e altre no. Non è contraria per principio agli Ogm, come tanti suoi colleghi sa che, fatti e usati bene, possono essere utili. Sa pure che nel 1974 il prof. Scarascia Mugnozza aveva ottenuto il grano duro Creso senza alcuna ingegneria genetica. Tuttavia "Il signore degli Ogm" fa pensare che da allora mangiamo pastasciutta GM, e lei segnala al direttore Gianni Riotta che non è così. Il direttore la prende come una critica e scrive
1 2 3 4 8
Page 2 of 8