venerdì, Maggio 29, 2020

archiveprevenzione

CRONACAIN EVIDENZA

HIV e AIDS in Italia: facciamo il punto

"Anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti", cantava un poeta. Il fenomeno dell'AIDS infatti in Italia sta cambiando. Se il numero degli infettati dal virus dell'HIV negli ultimi decenni non è di molto diminuito, quello a cui stiamo assistendo oramai da anni è una lento ma progressivo passaggio da un target di individui infettati composto per circa l'80% da da tossicodipendenti, a un 80% rappresentato da persone in salute e per la maggior parte eterosessuali che sono entrati in contatto con il virus tramite rapporti sessuali non protetti.

Screening cervicale: non solo pap test

Il tumore alla cervice uterina, detto anche più comunemente cancro al collo dell’utero, è oggi il secondo tumore più frequente tra la popolazione femminile, tanto che in Italia si stima colpisca circa 3500 donne l’anno.

Il tumore al collo dell’utero

Colpisce circa 3.500 donne all'anno. Stiamo parlando del cancro della cervice uterina che in Italia ha un'incidenza di 8 su 100mila donne. Una situazione che può essere migliorata con la prevenzione: il tumore al collo dell'utero si può, infatti, diagnosticare precocemente con il pap test e, preso per tempo, può essere curato con successo

Lo screening mammografico non è uguale per tutte

Un Paese diviso anche sul fronte della prevenzione. Lo dicono i dati del Rapporto 2012 dell'Osservatorio Nazionale Screening. Se nelle regioni del Nord la partecipazione a programmi di screening mammografici raggiunge l'89%, al sud arriva a malapena al 38%.
1 6 7 8 9 10 11
Page 8 of 11