AMBIENTE

Il censimento della biodiversità marina

Il sito che riassume tutte le ricerche condotte fino a oggi sulle specie che vivono al Polo Sud si presenta in una nuova veste

uimg090401x001

Con la fine di marzo si è concluso l’Anno Polare Internazionale. Per celebrare questa occasione, il 31 marzo 2009, il Marine Biodiversity Information Network (SCAR-MarBIN), un portale collaborativo che offre informazioni open access sulla biodiversità marina antartica si presenta in una veste rinnovata.

Il database disponibile sul sito è il primo censimento rigoroso della vita marina antartica ed è ora facilmente utilizzabile dalla comunità scientifica internazionale. Il portale è stato creato dal Comitato Scientifico sulla Ricerca Antartica (SCAR) un network multidisciplinare dell’International Council for Science.

Il sito, fondato da Claude De Broyer e da Bruno Danis e ospitato dall’Istituto Belga di Scienze Naturali di Bruxelles, ospita il Registro delle Specie Marine Antartiche (RAMS) completo, un’autorevole lista di specie che vivono nei mari antartici. RAMS è uno strumento online interattivo che contiene oltre 15.000 taxa costantemente aggiornato da oltre 70 esperti in tutto il mondo, con il quale è possibile mappare continuamente l’abbondanza degli organismi marini polari.

Come spiega Huw Griffiths della British Antartic Survey “ SCAR-MarBIN è uno strumento unico che offre la possibilità di fare ricerche in oltre un centinaio di database internazionali e di visualizzare questi dati su una mappa.”

“La migliore scienza internazionale si fonda su una comunicazione efficace,” è il commento di Andrew Clarke della British Antartic Survey. “Vista la lontananza dell’Antartico e le numerose nazioni che partecipano al progetto, è essenziale un meccanismo per assicurare un flusso di informazoni veloce e efficace come appunto SCAR-MarBIN.”

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: