Meglio del 3D

Una tecnica innovativa offre immagini ancora più dettagliate dell’attuale 3D cinematografico

NOTIZIE – Un assaggio (abbozzato) lo abbiamo potuto apprezzare già nel 2008 nel video “House of cards” (che potete vedere qui sopra) della band britannica Radiohead. La tecnica completa però promette molto di più, sostiene Song Zhang che l’ha creata. Zhang, come si legge in un comunicato della Iowa State University dove è professore di ingegneria meccanica, sta lavorando ad alcuni sviluppi e applicazioni di questa metodologia che potrebbe presto rinnovare anche l’ambito dell’entertaining, in maniera simile a come oggi stanno facendo le più moderne tecniche di video-3D.

Inizialmente sviluppata nell’ambito dell’imaging medico (ricostruzioni in tempo reale del movimento di polmoni e torace a scopo diagnostico), la tecnica potrebbbe presto avere applicazioni nel riconoscimento di facce, nel campo della sicurezza, nei videogame e nel cinema.

Per il momento l’applicazione è ancora poco pratica, specialmente vista l’enorme mole di dati prodotta istante per istante, che richiede supporti di memoria costosi e comunque rende la lavorazione troppo complessa, almeno per l’attuale industria dell’intrattenimento.

In realtà l’hardware necessario è relativamente semplice: un proiettore, una telecamera e un PC.
Immagini codificate vengono proiettate sul soggetto, la telecamera le registra e le manda al PC dove avviene il passaggio fondamentale: il software sviluppato da Zhang infatti riconosce il codice e trasforma in tempo reale le scene che riceve in immagini tridimensionali ad alta definizione.

Zangh lavora ora (grazie a i fondi stanziati dalla Iowa University Research Foundation e dal dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti – un’indicazione chiara per le applicazioni future della metodologia) per semplificare i dati e rendere la tecnica più agibile. Una delle applicazioni su cui sta lavorando lo scienziato è la visualizzazione di un cuore (in vivo) alla risoluzione di 1.000 fotogrammi al secondo.

Informazioni su Federica Sgorbissa ()
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

2 Commenti su Meglio del 3D

  1. Tutto molto bello.. peccato solo che la risoluzione non si misuri certo in fotogrammi al secondo (o al minuto, come avete scritto qui).
    Resta quindi un mistero se il riferimento fosse alla frequenza, al frame rate o alla risoluzione..

    • Federica Sgorbissa // 21 giugno 2010 alle 12:59 // Rispondi

      Grazie per la sgnalazione del refuso (fotogrammi al secondo, non al minuto). Naturalmente in questo caso si parla di risuluzione temporale (quindi riferita al frame rate), anche se scommetterei che anche la risoluzione spaziale delle immagini numero di pixel) è molto alta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: