AMBIENTECRONACAINFOGRAFICHE

Emissioni in calo

AMBIENTE – Nel 2011 è andata meglio. Le emissioni di gas serra, pari a oltre 4 miliardi di tonnellate, sono diminuite del 2,5% nei Paesi dell’Unione Europea, dopo l’aumento del 2,4% registrato nel 2010.
La conferma arriva dagli ultimi dati rilasciati dall’Agenzia europea per l’ambiente (Aea). I Paesi che aderiscono al protocollo di Kyoto sono stati ancora più virtuosi con una riduzione del 3,5%. Tutto questo nonostante l’aumento del Pil e il maggior consumo di carbone.
Il buon risultato è stato possibile grazie al clima favorevole: l’inverno mite ha infatti contribuito a ridurre il fabbisogno di riscaldamento e quindi il consumo di gas naturale. Anche il continuo aumento delle fonti di energia rinnovabile ha favorito il taglio delle emissioni di gas serra.
Nel complesso nei Paesi dell’Ue27, i gas serra emessi sono passati da circa 5,6 miliardi di tonnellate nel 1990 a 4,6 miliardi nel 2011, diminuendo del 17,5% rispetto all’anno di riferimento del protocollo di Kyoto. Nei 15 Paesi aderenti a Kyoto il calo è stato del 14,1%.
Un risultato sicuramente più che apprezzabile. Ma per sapere quale Paese è stato più virtuoso bisognerà attendere ottobre, quando l’Aea pubblicherà un rapporto dettagliato per ogni Stato delle emissioni di gas serra nel Vecchio continente.

Crediti immagine: Laura Pulici

2 Commenti

  1. Io direi che dobbiamo dire grazie anche alla crisi, con tutti gli stabilimenti industriali che stanno chiudendo c’è meno inquinamento. Non tutto viene per nuocere alla fine…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: