mercoledì, Settembre 30, 2020
ricerca

Meditate gente…

OGGISCIENZA TV – La meditazione, praticata da millenni nell’oriente del mondo, sta oggi trovando spazio nel mondo occidentale con il patrocinio della scienza. Le conferme degli effetti benefici, fisiologici e umorali, generati dall'”educazione della mente” arrivano dalle neuroscienze e dalla genetica. I ricercatori del General Hospital di Boston hanno studiato gli effetti dell’applicazione di una particolare tecnica su novizi ed esperti, dimostrando che una pratica costante di sedute della durata di 15-20 minuti porta ad effetti positivi osservabili a livello fisiologico, con un’aumentata efficienza mitocondriale, dell’energia metabolica e della produzione di insulina. Queste tecniche stanno venendo perfezionate e adattate, come nel caso della Mindfulness, ad un’applicazione sempre più diffusa, avendo già dato buoni risultati a livello terapeutico, come racconta Cristiano Crescentini ricercatore presso l’Università di Udine e di Roma.

3 Comments

  1. Basta che non si parli di , Spiritualità , termine che per alcune persone , tra qui il sottoscritto , è fuorviante , irritante ed illusorio.

  2. Le ricerche “stanno venendo perfezionate”, ma anche l’italiano di chi fa diffusione della scienza sta venedo migliorato? Credo proprio che questo non sia la funzione della SISSA, ma della scuola elmentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Anna Sustersic
Mi occupo di comunicazione scientifica legata principalmente a temi di conservazione della natura e attualmente collaboro in Tanzania con PAMS Foundation sviluppando un progetto dedicato all’uso della comunicazione per la promozione della coesistenza fra uomo a fauna selvatica. Dopo il dottorato in Scienze ambientali, ho ho conseguito un master in comunicazione della scienza presso la SISSA di Trieste con una tesi sulla sensibilizzazione dei giovani alle tematiche scientifiche. Ho lavorato come educatore ambientale presso diverse aree protette. Successivamente mi sono interessata alla scrittura come mezzo per la divulgazione scientifica legata a temi naturalistici/conservazionistici. In quest’ambito sono stata collaboratrice e consulente presso musei scientifici, testate giornalistiche nazionali e internazionali, aree protette, case editrici scolastiche e Istituzioni trattando temi legati alla natura e alla sua tutela. Ho scritto diversi libri e guide per sensibilizzare e divulgare temi legati all’ambiente e la sua tutela: "L’anima Perduta delle Montagne" (Idea Montagna – 2019) e, con Filippo Zibordi, "Sulla Via dell’orso. Un racconto Trentino di uomini e natura" (Idea Montagna, 2016) e "Parco Adamello Brenta – Geopark" (PNAB – 2018).
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: