ricerca

Due nuovi lemuri pigmei dal Madagascar

Microcebus_myoxinusRICERCA – Il Madagascar è universalmente riconosciuto come uno dei principali hotspot di biodiversità a livello mondiale. Se si aggiunge la straordinaria presenza di specie endemiche, dovute alla sua peculiare storia geologica, si comprende bene l’interesse che l’isola malgascia ha sempre suscitato da parte dei biologi evoluzionisti e degli esperti di tassonomia di tutto il mondo. E’ forse per questa ragione che, periodicamente, le riviste internazionali specializzate annunciano la scoperta di specie ancora sconosciute alla scienza. Negli ultimi due anni, ad esempio, sono state descritte quattro nuove specie di camaleonti nani del genere Brookesia, una rana che vive in grotte calcaree del genere Gephyromantis e un lemure pigmeo del genere Microcebus.

Ed è proprio questo genere di lemure che si arricchisce oggi di due nuovi esponenti, portandone il numero totale a 20: a darne notizia è l’International Journal of Primatology, che pubblica un nuovo studio di ricercatori statunitensi, tedeschi e malgasci. Il genere Microcebus è uno dei generi più speciosi tra tutti i primati, anche se fino all’inizio degli anni ’90 del secolo scorso si conoscevano solo due specie: la loro piccola taglia (meno di 100 g di peso) e le loro abitudini notturne li rendono infatti elusivi e difficilmente scovabili nelle foreste in cui vivono. Se si aggiunge la bassa variabilità morfologica ed ecologica che li contraddistingue, si comprende la difficoltà nel determinarne con precisione il numero di specie. Ed è in questi casi, quelli che riguardano le cosiddette specie criptiche, che entra in gioco la genetica.

I ricercatori hanno condotto diverse spedizioni, collezionato campioni biologici da diverse aree forestali e condotto analisi genetiche sul DNA mitocondriale. Due di queste popolazioni sono risultate geneticamente divergenti dalle altre e non precedentemente riconosciute come specie a parte. Successive analisi morfologiche hanno poi confermato le loro differenze, a livello di taglia corporea, dentatura e colore della pelliccia, con tutte le altre specie di lemuri pigmei finora note.

Microcebus marohita e Microcebus tanosi, così sono state chiamate le due nuove specie, vivono in piccole foreste sulla costa orientale del Madagascar: data la limitezza dei loro habitat e le minacce a cui sono costantemente soggette, le due specie sono state classificate come Endangered nella Red List della IUCN.

Immagine: Microcebus myoxinus di Bikeadventure, Wikimedia Commons

Andrea Romano
Biologo e giornalista scientifico, lavora come ecologo all'Università degli Studi di Milano, dove studia il comportamento animale. Scrive di animali, natura ed evoluzione anche su Le Scienze e Focus D&R. Dal 2008, è caporedattore di Pikaia - portale dell'evoluzione

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: