Una molecola sintetica che distrugge le cellule tumorali

6122425192_84fd4b1419_zSCOPERTE – Creata una molecola sintetica in grado di fare autodistruggere le cellule tumorali. Come ci riesce? Facendo convogliare da appositi trasportatori grandi quantità di ioni sodio e cloro dentro le cellule. Questo il risultato di uno studio pubblicato su Nature Chemistry da un gruppo di ricerca internazionale. Una scoperta interessante perché è la prima volta che trasportatori sintetici mostrano una reale attività biologica, inducendo l’autodistruzione delle cellule cancerose.

L’idea di un trasportatore di ioni per combattere il cancro non è nuova: l’intuizione di ormai due decenni fa si basa sul fatto che per sostenere processi vitali come proliferazione, differenziazione e morte cellulare programmata (apoptosi) sia necessario mantenere l’equilibrio degli ioni dentro le cellule. I trasportatori hanno infatti un ruolo importante nel far morire le cellule danneggiate e ci sono evidenze che le cellule tumorali abbiano flussi ionici degenerati a causa di trasportatori malfunzionanti. Da queste osservazioni è arrivata la scoperta di una sostanza naturale, chiamata prodigiosina, che si comportava come un trasportatore dagli effetti antitumorali.

Da quel momento si sono intensificati gli studi per ricreare questo meccanismo in trasportatori sintetici che potessero svolgere la stessa funzione in maniera più efficace. Nella nuova ricerca è stato creato un trasportatore sintetico che si lega a ioni cloruro. Un cerchio che si chiude perché, come afferma Jonathan Sessler, tra i principali autori dello studio,”il meccanismo di afflusso di cloruro nella cellula da un trasportatore sintetico effettivamente innesca l’apoptosi“.

I ricercatori hanno infatti osservato che la concentrazione ionica delle cellule tumorali cambiava prima della morte cellule e non era un suo semplice effetto collaterale. Un successo, visto che finora non era mai stato possibile dimostrare una correlazione diretta tra cambio di concentrazione ionica e citotossicità.

Il risultato dello studio rappresenta solo un piccolo passo: la molecola induce morte cellulare sia nelle cellule tumorali che in quelle sane e potrà diventare terapia solo quando verranno trovati trasportatori in grado di legarsi unicamente alle cellule malate. Ma dimostra che il meccanismo funziona veramente. “Questo è emozionante” ha concluso Sessler, perché rende valida un’idea che per vent’anni non si era riusciti a dimostrare. Mentre oggi sappiamo che agire sul trasporto ionico per sviluppare farmaci antitumorali è un approccio non solo teorico, ma fattibile.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Crediti immagine: Matt Hoffman, Flickr

Informazioni su Federico Baglioni ()
Biotecnologo curioso, musicista e appassionato di divulgazione scientifica. Ho frequentato un Master di giornalismo scientifico a Roma e partecipato come animatore ai vari festival scientifici. Scrivo su testate come LeScienze, Wired e Today, ho fatto parte della redazione di RAI Nautilus e faccio divulgazione scientifica in scuole, Università, musei e attraverso il movimento culturale Italia Unita Per La Scienza, del quale sono fondatore e coordinatore. Mi trovate anche sul blog Ritagli di Scienza, Facebook e Twitter @FedeBaglioni88

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Una molecola sintetica che distrugge le cellule tumorali | Pianetablunews
  2. UNA MOLECOLA SINTETICA CHE DISTRUGGE LE CELLULE TUMORALI | La Macchina del Tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: