IL PARCO DELLE BUFALE

Polverizzazione molecolare di polveri e molecole

4293629922_333feeaf59_z

IL PARCO DELLE BUFALE – Fra le tecnologie che riducono le emissioni dannose per la salute e la spesa, i prodotti 3D ed EconoTruck dovrebbero abbattere “le emissioni di PM 10 – NOx – HC – CO – CO2 – NO2” e di far risparmiare sul carburante. Non hanno ancora la quota di mercato del tubo Tucker, anche se vi somigliano “terribilmente”. Grazie a un

effetto di polverizzazione molecolare ottenuta da una speciale combinazione di campi elettromagnetici che interagiscono nel tratto “brevettato” con le molecole del carburante, ottimizzano la combustione migliorandone la qualità e riducendo drasticamente le parti incombuste carboniose

sono già stati venduti a centinaia di esemplari, quale filtro ed “economizzatore” di diesel. Lo hanno promosso varie trasmissioni televisive, in particolare Report dell’8 maggio 2011 dal quale si apprende che la fondatrice e co-proprietaria della ditta Dukic Day Dream S.r.l.

quando si rimette miracolosamente in piedi, dopo cinque anni passati inchiodata ad un letto a causa di una grave malattia, invece di darsi alla bella vita, decide di investire tutto quello che ha in un’impresa nuova di zecca…

All’epoca, la signora Dukic

ha messo in piedi un vero e proprio team di legali, ha commissionato analisi di ogni genere, ha prodotto un piccolo documentario, ha depositato tre denunce penali, tre ricorsi al TAR, due interrogazioni parlamentari e s’è addirittura incatenata davanti a Montecitorio, senza che si arrivasse a capo di niente. […] Anna Dukic avanza la sua proposta finale “…  Datemi una città campione, proviamo su tutti mezzi pubblici e tutto il resto e vediamo se dopo sei, sette mesi quella città ha ancora l’inquinamento che aveva prima.”

La conduttrice Milena Gabanelli condivide la proposta di cui ha calcolato il preventivo:

Ci pare che gli elementi ci siano anche perché il costo di una sperimentazione in una città media è nell‘ordine dei tre milioni di euro. Volendo si trovano in fretta. Basta eliminare un qualche doppio stipendio ai fuori ruolo.

Come espresso anche da altri, sembra improbabile che con una città media disponga di tre milioni di euro e sia dotata del clima e del traffico invariabili  che consentirebbero di confrontare i livelli di molecole emesse da veicoli, sempre gli stessi e in numero costante, senza e con il tubo. Resta pertanto da stabilire l’efficacia della “polverizzazione molecolare” (1) per cui il tubo non ha filtri dal quale rimuovere ogni tanto le particelle carboniose.

Nelle richieste di un brevetto europeo e di uno americano, rispettivamente del 2002 e del 2011, e in quello europeo concesso nel 2005, tale scomparsa e il risparmio di carburante che l’accompagna non vengono spiegate. La richiesta del 2011 precisa addirittura che il tubo può essere totalmente diverso da quello messo a punto dall’inventore Michele Campostrini:

l’invenzione sopra descritta può essere modificata e adattata senza discostarsi dalla portata del concetto inventivo. Inoltre tutti i dettagli dell’invenzione possono essere sostituiti con elementi tecnicamente equivalenti.

Nell’intervista a Report, il Direttore Generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti riteneva che non c’erano “gli elementi” di cui la conduttrice era stata informata in esclusiva. Sul sito della ditta, tre “analisi di ogni genere” non spiegano il meccanismo di “polverizzazione molecolare” e la sua efficacia, hanno detto al Parco, dopo una ricerca vana nella letteratura scientifica, alcuni professori destinati all’anonimato da altre attività aziendali.

Il “team di legali” ha dimostrato infatti la propria efficacia il 29 aprile scorso, quando è riuscito a far inquisire il Direttore Generale dalla Procura di Terni per la quale potrebbe aver commesso

i delitti di cui agli artt. 100, 81 cpv., 323, 479  c.p.

Al Parco i delitti paiono falso in atto pubblico e abuso d’ufficio per cui si invitano i Direttori Generali o meno a non farsi intervistare e i lettori provvisti di tubo Dukic o meno a confermare che i suoi campi magnetici “metabolizzano gli inquinanti in sostanze innocue con un risparmio sul diesel superiore al 20%”.

(1) Da non confondere con la “frammentazione molecolare” della tecnologia BioHyst che (non) trasforma scarti agricoli in farine alimentari e biocarburanti.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Crediti immagine: catalizzatore, Oak  Ridge National Lab/dominio pubblico

25 Commenti

  1. Zitti zitti, non dite nulla, altrimenti vi fanno causa per “dubbio illeggittimo”, “sospetto doloso” e “scetticismo contagioso”.
    I venditori di fumo diventano sempre più suscettibili, pare.

  2. “Ci pare che gli elementi ci siano anche perché il costo di una sperimentazione in una città media è nell‘ordine dei 3 milioni di euro. Volendo si trovano in fretta”

    Ottimo, S.ra Gabanelli, Lei con quanto contribuisce?

  3. La cosa più triste è che sempre REPORT, con grande spreco di denaro pubblico, ha trasmesso il 26 maggio 2014 un servizio praticamente indistinguibile e comunque equipollente come spot pubblicitario!

    http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-89d8fcce-e77b-4ac5-9d73-4e9f12a5c711.html

    come ciliegina sulla torta c’è anche il Senatore Gianni Girotto del movimento 5* (guarda caso veneto come la DDD) che non riuscendo ad aprire quel link (per suoi problemi di rete o SW), subito grida al complotto, e poi fa un appello affinché si faccia luce sulla vicenda

    https://www.youtube.com/watch?v=MULBPUjtqeQ&sns=fb&app=desktop

    salvo poi non rispondere non modificare nulla della sua attività di supporto a DDD quando gli favorisco copiosa documentazione per aprigli gli occhi su FB e sulla posta del senato…

  4. Sono stato diffidato in privato da uno dei loro complici e pubblicamente sulla pagina FB che aggiornano più frequentemente, la comunità Dukic Day Dream – aria pulita e sana (come la fuffa n.d.r.), generalmente linkando maldestramente servizi pubblicitari su trasmissioni TV e radiofoniche RAI presso la quale godono di un appoggio considerevole, in seguito a una mia campagna personale contro la disinformazione. Poi però si sono resi conto che erano loro a rischiare e hanno rimosso il contenuto minatorio. Ad ogni modo nonostante abbia denunciato la bufala su tutti i social di mia conoscenza dove compaia pubblicità DDD, sono considerato un pesce piccolo…
    Sarebbe interessante commentare le differenze del loro brevetto da quello TUCKER (e quelli che fin da fine anni ’50, cmq un bel pezzo dopo la fine dell’alchimia, li hanno preceduti…). Come ulteriore chicca faccio notare i http://www.magnetizerproducs.com , che hanno prodotti analoghi anche se la direzione del campo magnetico è apparentemente ortogonale al flusso, e addirittura riescono a portare i notevoli e famigerati benefici dei campi elettromagnetici perfino alle bevande (nel caso di ‘magnetizzatore da bottiglia’ il campo magnetico creato da un induttore toridale torna allineato al flusso)!!!

    1. Chi firma le “analisi indipendenti” eseguite da Modena Centro Prove?
      Basta leggere il documento sul loro sito: Dr Sant’Unione Giuseppe

      Chi rappresenta la Dukic nella mitica qualifica del 2008 presso il CPA di Bari?
      Basta leggere il documento sul loro sito, verso il fondo della prima pagina: Dr Sant’Unione Giuseppe

      http://www.econotruck.com/IT/documenti/tre_d_car_cooling/certificato_conformita_d_m_42_2008.pdf

      Omonimia?
      Basta confrontare le firme ed il dubbio passa, come anche l’asserita indipendenza…

      Gigi

      1. Grandissimo Gigi! Questo mi era sfuggito…
        grazie a questa dritta ho fatto un’ulteriore ricerchina trovando un’altra proposta commerciale paragonabile, solo che le radiazioni invece di essere elettromagnetiche in questo caso sono infrarosse a bassissima frequenza (‘Far Infrared’).

        http://www.balostec.it/cert1.php?page=5

        Solita ricetta, enorme enfasi sul brevetto (che nell’immaginario collettivo è un prova di qualità quando invece non lo è) che è l’unico atto ufficiale che è possibile ottenere facilmente e a relativo buon mercato da trovate dele genere, un mucchio di superca….e sul funzionamento …

  5. ah, non dimentichiamo questi di Econogreen!

    http://www.econogreen.it

    solito tubo… ma questa volta in elegante livrea verde molto al passo con i tempi invece del rossiccio Tucker e del blu DDD. Funzionamento in base al contatto del fluido con i dischi di speciale lega di cui è composto che ‘migliora’ il carburante… finalmente non più effetto ‘elettromagnetico’, non se ne poteva più… queste si che sono novità!

  6. Quindi la sola cosa provata e’ quella di Montanari … che i catalizzatori ci stanno micronizzando nanoparticelle direttamente in circolo… bypassando tutte le difese organiche ? Mettetevi d’accordo…

  7. Noto con estremo disappunto che nel nostro bellissimo parco ora pascolano in libertà anche le bufale.

    http://www.pngp.it/notizie/automezzi-del-parco-pi%C3%B9-verdi-con-i-dispositivi-antiparticolato-econovan

    Eppure l’introduzione di animali alloctoni è contraria al regolamento faunistico del Parco…

    Cap. 1 Art.1 “…divieto generale di cattura, uccisione, disturbo della
    fauna selvatica, nonché d’introduzione di specie estranee”

  8. Però sono sorpreso dal numero di pubblicazioni pseudoscientifiche che parlano seriosamente dell’effetto elettromagnetico… Questa è addirittura su sciencedirect, peer reviewed da una certa TerraGreen Limited!

    http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1876610212008144

    Questi invece sembrano pubblicità:

    http://www.iosrjournals.org/iosr-jmce/papers/vol5-issue5/C0552124.pdf
    http://www.ecojet.com/wp-content/uploads/2014/05/effect-of-fuel-magnetism-on-engine-performance-and-emissions.pdf
    https://globaljournals.org/GJRE_Volume12/1-Electromagnetic-Fuel-Saver-for.pdf

    Invece, purtroppo, iniziano i danni erariali…(Gigieffe dove sei!?) dato che il Sindaco di Troina (EN) si è fatto infinocchiare, come i beniamini di REPORT riportano con i soliti toni trionfalistici su tutte le loro pagine FB e come la sua addetta alla pubblicità istituzionale riporta in un comunicato stampa sul loro bel sito

    http://www.reteruggero.it/troinaPortal/faces/public/guest/home/areainformativa/comunicatistampa/detComunicatistampa?portal:componentId=detComunicatistampa&portal:type=render&portal:isSecure=false&itemId=129

    C’è da dire che se non eccellono in gestione, lo fanno invece in trasparenza per cui cercando nell’apposita sezione si trova la delibera di pagamento di 11000 € oltre IVA a favore di DUKIC DAY DREAM… Grazie REPORT!

  9. salve a tutti
    Premessa.. non sono ne un tecnico ne uno scienziato..
    ma un semplice cittadino che vuole capire un fenomeno strano e tipicamente italiano.
    Gia, tipicamente italiano per tanti aspetti…trovo su internet ovviamente pubblicità del prodotto che propongono la soluzione al male inquinamento.. e fin qui…ci sta…
    poi trovo altri siti…tanti…che fovoriti dal copia e incolla.. inondano pagine e pagine di blog sempre con gli stessi articoli scopiazzati qua e la…
    poi trovo alcuni temerari…che hanno tutta la mia stima, che si sono messi mano al portafogli e si sono comprati l’accrocchio e montato sul loro veicolo…qui parliamo di vari siti e blog, con appassionati di auto, che possono essere volvo, opel, fiat ecc. ecc.. e che in effetti parlano di vantaggi reali e visibili. Non si riscontrano eccessivi risparmi di carburante ma notevoli abbattimenti in sede di collaudi revisioni dei mezzi.
    Ora, torno al fenomeno italiano, perché trovo assurdo, che un azienda possa aver venduto come ha fatto la tacker a suo tempo, migliaia di pezzi indisturbata, e trovo assurdo che dopo tali vicende nessuno abbia messo in luce questa nuova azienda, e ne abbia seriamente verificato il prodotto.
    Ora mi sorge un dubbio.. visto e considerato che Report come noto non vende fumo e di solito, chi la diffama e perché in qualche modo si e trovato chiamato in causa in una delle tante inchieste, non sarebbe meglio approfondire il discorso?….
    Qui io sento parlare dei luminari.. con tanto di articoloni e studi scientifici che non metto assolutamente in dubbio…ci mancherebbe, ma non si potrebbe per una volta unire le forze e studiare questo benedetto arnese?…e risaputo che se una cosa non funziona non decolla..
    perché tutto questo astio nei confronti di un banale brevetto?.. nemmeno quando l’ex ministro Larussa compre le famose Maserati poi regalate agli amici ci fu tanto clamore, oppure di altri casi simili ne abbiamo a migliaia.. ma le persone votano comunque sempre gli stessi leader o sbaglio?
    Io inviterei tutti, ad una seria e più approfondita riflessione su tutto il discorso, evitando di banalizzare o minimizzare la cosa, cercando invece di contribuire seriamente alla questione se veramente si vuole arrivare a capo di questa storia. Condividendo le informazioni si possono fare grandi cose e senza fare come al solito, cioe all’italiana….60 milioni di allenatori solo
    quando gioca la nazzionale…

    cordiali saluti

    1. Guardi che non c’è bisogno di alcun approfondimento in questa caso trattandosi di una ‘tecnologia’ che esiste fin da quando i motori a combustione interna iniziarono a diffondersi. REPORT non ha alcuna affidabilità quando tratta argomenti tecnico/scientifici dato che nella sua redazione non c’è nessuno che abbia la minima competenza che non sia politica e nessuna volontà di evitare gli strafalcioni ascientifici. Tenga presente che è molto difficile fare prove su strada di tali dispositivi per via dell’estrema variabilità di consumi ed emissioni data la loro dipendenza di numerosissimi fattori, ma in prove eseguite dall’americana EPA (quella del cosiddetto ‘Dieselgate’) di dispositivi analoghi, la loro efficacia è stata misurata essere pari allo ZERO ASSOLUTO. Il fatto che Tucker abbia potuto vendere tanto dipende dall’organizzazione della giustizia italiana…

  10. Ricordiamo una cosa fondamentale : le molecole degli idrocarburi sono APOLARI, per cui sono INSENSIBILI a campi elettrici e campi magnetici !! Però la madre dei fessi è sempre incinta e le schiere degli imbroglioni che si approfittano dei minus habens è altrettanto sterminata. Gli imbecilli che credono a queste bufale siedono anche in Parlamento. Oppure, questi ultimi, non sono imbecilli ma solo in malafede. Più la bufala è colossale è più è creduta. Si grida al complotto, alle lobby del petrolio, alla massoneria ecc. Nessuno si chiede mai come funzionano questi aggeggi: magneti permanenti che “orientano” le molecole degli idrocarburi ? Come sarebbe ? Le molecole entrano in camera di combustione tutte ordinate come soldati in un’esercitazione ? E poi bruciano in un ordine preciso, magari seguendo l’ordine dei bigliettini che hanno preso all’ingresso ? Ma per piacere !!

  11. Tra le considerazioni di Casadei c’è n’è una pienamente condivisibile: “…e risaputo che se una cosa non funziona non decolla…” (la mancanza di accento è nell’originale)
    Appunto.
    E’ dal 2008 che ci sfiniscono con chiacchiere, comparsate televisive, spiegazioni scientificamente imbarazzanti, querele, esposti, interrogazioni parlamentari, inchieste di Iene, Report, Il Fatto, ecc.
    Eppure il prodotto non decolla. Qualche installazione ogni tanto, puntualmente esibita su Facebook. Qualche ente pubblico, con fregola di “green varnishing”, ma nulla di più.

    Arriva lo scandalo WW, con probabile retrofit di milioni di auto, un’occasione straordinaria e irripetibile per chi avesse davvero qualcosa di economico* e funzionante, e questi non si avventano sul potenziale cliente, che ovviamente neanche se li fuma (veramente l’espressione più appropriata sarebbe un’altra più colorita, ma leggermente volgare).

    Appunto, “se una cosa non funziona non decolla”: come non essere pienamente d’accordo con Casadei?

    *un analista attento non si spaventa certo dell’attuale prezzo di vendita di circa 1000 Euro, perché, dal brevetto, sa che il vero costo industriale del Dukic, se prodotto in volumi, dovrebbe essere quello del rame lavorato, circa 15-20 € al kg.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: