ricercaULISSE

Nasce TALENTA, il programma che insegna alle nostre ricercatrici a farsi valere

Un progetto dell'Università di Trieste per ricercatrici e docenti, per promuovere il loro ruolo e la loro carriera

12992504724_719c82a201_z

RICERCA – Essere consapevoli del proprio valore professionale e saperlo trasmettere agli altri attraverso un uso più consapevole della comunicazione: è questo l’obiettivo di TALENTA, progetto ora ai blocchi di partenza presso l’Università degli studi di Trieste che intende promuovere il talento e il ruolo delle giovani donne di scienza all’interno dell’ateneo.

Protagoniste del programma, che è gratuito e prevede un set di incontri tra ottobre e dicembre prossimi, saranno le assegniste, le ricercatrici e le docenti dell’università, che verrano seguite da psicologi, comunicatori e giornalisti scientifici per migliorare le proprie capacità di leadership all’interno dell’ambiente accademico, nonché affacciarsi (e perché no, emergere) sul fronte dei media e nel dialogo col grande pubblico.

Un’occasione di confronto e formazione, patrocinata dall’Associazione italiana Donne e Scienza, che prevede un training sulla comunicazione assertiva, un incontro sullo sviluppo dell’autostima e un corso (anche pratico) di divulgazione scientifica, dove imparare a trasmettere in modo efficace i risultati della ricerca, a gestire un’intervista e a comprendere il potenziale anche dei social media nella comunicazione scientifica.

“Le donne sono la maggioranza del corpo studentesco, ma poi il loro numero va diminuendo man mano che si sale, per arrivare a pesare solo per il 20% sul totale dei professori associati”, sottolinea Patrizia Romito, delegata al Riequilibrio delle opportunità, necessità didattiche speciali e disabilità: “La discriminazione c’è e si nutre di stereotipi, e TALENTA vuole agire proprio su quelli che riguardano le stesse donne, spesso meno propense a esporsi o a pretendere il giusto riconoscimento per i propri meriti”.

Una boccata d’aria, insomma, per lo sviluppo di una cultura sempre più rispettosa dei meriti e libera da pregiudizi di genere e dallo spreco di talenti. Per le interessate, la deadline per le iscrizioni è il prossimo 29 luglio.

@helixpis

Leggi anche: Ricerca biologica, poche donne nei laboratori guidati da un uomo

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.
Crediti immagine: NASA Goddard Space Flight Center, Flickr

 

2 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: