IL PARCO DELLE BUFALE

Su Marte in 10 giorni, su Plutone in 18 mesi

A che punto sono le astronavi capaci di viaggiare a velocità subluminale?

IL PARCO DELLE BUFALE – Le immagini in arrivo dalla New Horizons mandano gli scienziati in brodo di giuggiole, la ricerca di segnali inviati da extra terrestri ha ricevuto un cospicuo finanziamento, un pianeta “gemello della Terra” viene scoperto con il telescopio spaziale Kepler nonostante sia azzoppato da anni, a breve serviranno astronavi. Da diporto, d’attacco o da difesa, ma comunque capaci di viaggiare a velocità appena appena subluminali. A che punto sono?

Quindici anni fa, l’ingegnere inglese Roger Shawyer aveva inventato la propulsione elettromagnetica e costruito il primo EM Drive, senza carburante, alimentato solo con microonde e/o radiofrequenze da un magnetron di qualche centinaia di Watt. Nonostante  finanziamenti pubblici e privati, il congegno non decollava.

Nel marzo 2014, alcuni ricercatori della NASA provavano il Cannae Drive dell’ing. Guido Fetta e un dummy progettato per non produrre neppure un Newton. Ottenevano risultati identici con entrambi, il che dimostrava la necessità di ulteriori prove. Nell’aprile scorso pareva che fossero positive. Tuttavia

l’agenzia spaziale smentiva. “Una ricerca concettuale in nuovi metodi di propulsione da parte di un gruppo del Johnson Space Center a Houston ha suscitato titoli in prima pagina, ma si tratta di un piccolo sforzo che non ha ancora dato risultati tangibli”, diceva un portavoce.

I fautori di energie che violano due o tre leggi della fisica erano entusiasti lo stesso, per non parlare degli aspiranti Crociati per la Colonizzazione Cristiana del Cosmo a bordo del loro Timone del SignoreDecine di EM Drive fatti in casa stavano per essere collaudati in open science, proprio come il tubo dell’ing. Rossi e la cella del dott. Celani. E il 27 luglio David Hambling, instancabile promotore della fusione fredda su Wired-Uk, annunciava che le prestazioni di un EM Drive erano confermate da un prestigioso docente di una prestigiosa università. (No, non questo.)

patoscetticoni, tra i quali è annoverata a torto la custode del Parco, presenteranno le proprie scuse sopra un piatto d’argento ai seduti sulla riva del fiume in attesa di vederne passare i cadaveri dal 2011?  A ridare fede e speranza ai seduti è il prof. Martin Tajmar dell’università tecnica di Dresda, specialista nel trovare errori di misura.

Sta studiando un modellino dell’EM Drive di Shawyer e ha presentato “misure dirette” al Propulsion and Energy Forum and Exposition, organizzato dall’American Institute for Aeronautics and Astronautics,fondato negli anni Trenta da alcuni scrittori di fantascienza con una formazione scientifica. Insieme a G. Fiedler, il prof. Tajmar scrive di aver scoperto un effetto spurio, dovuto al contatto con i cavi della luce, comunque

Le spinte osservate con la bilancia a torsione erano prossime a quelle della predizione originale, tenuto conto del nostro piccolo fattore Q (circa +/- 20 microNewton per 700 W di potenza di microonde, ma un ordine di grandezza superiore alla pura spinta della radiazione).

Di  solito il fattore di Qualità di una bilancia di torsione dovrebbe essere fra 10.000 e 100.000, dicono gli autori, ma per il resto sono ben attrezzati tant’è che riescono a registrare 18-27 microNewton. Anche dopo aver staccato la spina:

la spinta non pareva calare a zero immediatamente dopo aver spento l’elettricità, ma diminuiva poco a poco come se l’EM Drive fosse caricato e riduceva lentamente l’effetto di spinta. La natura delle spinte osservate non è chiara.

L’effetto dei 150 secondi di carica svanisce dopo 150 secondi, un bel risparmio energetico che però cuocerebbe la faccia a chi apre il forno a microonde appena fa driiiin per vedere com’è venuto l’uovo à la coque. È chiaro invece che

La nostra serie di test non può confermare o smentire le affermazioni fatte sull’EM Drive, ma intende valutare indipendentemente possibili effetti collaterali dei metodi di misura usati finora. (…) Mal che vada, potremmo trovare un modo per schermare efficacemente i bilanciamenti di spinta dai campi magnetici.

Gli autori non precisano a quale predizione sono “prossime” le spinte di 18-27 (+/- 20) microNewton. Nel 2002 Shawyer aveva misurato 0,02 Newton, nel 2006 0,16 Newton, nel 2008 stava per raggiungere i 30 Newton per kW di microonde e prediceva che il suo EM Drive sarebbe stato nello spazio entro il 2009. Nel 2012, alcuni ricercatori cinesi scrivevano di averne ottenuti 0,75 nella rivista Acta Physica Sinica.

Ben che vada, ulteriori misure risolveranno le differenze tra gli ordini di grandezza. Consegnata a chi di dovere l’argenteria di famiglia, la custode potrà finalmente indossare l’armatura e salire in incognito sul Timone del Signore.

Leggi anche: Identikit di Kepler-452b, che per la NASA è cugino della Terra

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   
Crediti immagine: Cannae, Eagleworks Lab-JSC NASA/Public Domain

18 Commenti

  1. Grande Sylvie! Queste bufale (per lo piu’ anglosassoni se non americane) sono andate avanti e stanno andando avanti da anni senza che nessuno gridi che il re e’ nudo. Alla NASA c’e’ il padre di tutte le bufale superluminari, Sonny White, che vende fuffa ( http://www.scientificast.it/2012/09/21/niente-viaggi-interstellari-almeno-il-momento/ ripresa da tutte le testate online) da decenni, con il beneplacito della NASA a cui un pizzico di warp drive ‘fa sempre fico’ (anche se ora pare abbiano preso un po’ le distanze http://marco-casolino.blogspot.it/2015/04/la-nasa-finalmente-fa-pulizia-e-dice.html).
    Unica magra consolazione e’ che le bufale non conoscono confini, ma sarebbe interessante indagare su come questa gente abbia trovato spazio e nicchie all’interno di istituzioni almeno in teoria prestigiose.

    Marcp

  2. Marco,
    Anche alla NASA vale la prima legge di Cipolla. E la raccomandazione, ricordo un creazionista che toglieva l’età di stelle, galassie, universo dai comunicati stampa prima di metterli sul web.

    Vediamo se Tajmar va avanti. Uno che in bibliografia cita Costella, “Why Shawyer’s drive is a fraud”, mi sembra spiritoso.

  3. Conosco Tajmar, ha il difetto di essere troppo intelligente e volere per forza scoprire cose strane (l’antigravita’ prima, la propulsione senza espulsione di massa poi). Pero’ e’ onesto: se ci sono dubbi lo dice. Come in questo caso. Certo, avrebbe forse fatto meglio a soprassedere del tutto, visto per l’appunto che Costella demolisce l’EMDrive gia’ tre giorni dopo il PRIMO articolo sull’accrocchio, ma va bene anche cosi’ 🙂

  4. Ah, credo che l’astronave del Laureti sia la TimoRe del Signore, non la TimoNe :-). L’Asps segue il vecchio andazzo dell’Inquisizione alla spagnola, crede che questo papa sia un figlio del dimonio e che la Chiesa dovrebbe ripristinare roghi ed esorcismi 😀

    1. Laureti se la ride e ripete che potrete stare un milione di anni davanti all emdrive senza capire come funziona

      1. cheppppp! 🙂
        facciamo un conto… sono grossomodo 15 anni che l’emdrive sta in internet … e circa 1000000 di esseri avranno cercato di capire come funziona… risultato comicamente nullo dato che ancora arragliano circa supposti plasmi virtuali da rinculo. 🙂
        Avete suppostato (ispettore Closeau) male! 🙂
        Ergo volete saperlo e cambiare by violazione del principio di azione e reazione la supercomica astronautica a trombetta che da quasi 50 anni rotola attorno al pianeta di origine senza porre un avamposto permanente neppure sulla Luna?
        Se si e ancora SI…….
        Allora pagatemi 10 mld di paper dollari!
        Non ce li avete? …chiedeteli alla Nasa che gioca con i robottini esplorativi (propulsi da sistemi a trombetta) nel sistema solare da decine di anni

        e se sbalio (Wojtila) restituirò il maltolto 🙂

        delego ovviamente Barney e l’Oca servatica raccogliere tutti i pippi sperando che tentati non se li pappino pria 🙂

        E.Laureti

        ps: un nobel prize per la pnn non ci starebbe male… il cui importo per non turbarvi con paralleli con Pope Francesco dedico a me 🙂

  5. Chiunque, come il sotoscritto, sia possibilista riguardo al fenomeno UFO deve necessariamente esserlo anche nei confronti di una qualche forma di propulsione alternativa, pur consapevole che essa violerebbe le NOSTRE ATTUALI leggi fisiche.
    La NASA probabilmente crede agli UFO.
    La ricerca di effetti non convenzionali purtroppo consiste in questo, cioè nel gettare la rete nel mare della fuffa e tirare su, poi con pazienza vagliare. Fortunatamente c’è qualcuno a cui questo tipo di lavoro piace e c’è chi ne ha proprio la vocazione. Sono gli sciento-sognatori, quelli che ri-scandagliano i terreni già vagliati dalle sonde “ufficiali” usando sensori alternativi e a volte anche assai originali.
    Questo lavoro ingrato ha comunque i suoi lati positivi: In primis che qualcosa di buono a volte emerge e sono sempre contributi originali. Non sono rari gli scienziati oggi celebrati che al debutto furono derisi. Ma ha anche ricadute positive sull’occupazione creando posti di custode di parchi a tema il cui tema è corbellare gli sciento-sognatori.

    MS

  6. Come al solito qui tra cose serie e bufale … si può scrivere di cose serie che in realtà sono bufale o bufale che in realtà sono cose serie …
    Comunque se per puro caso il coso funzionasse non violerebbe il “sacro principio” della fisica relativo alla conservazione dell’energia… mentre rimane aperto il problema sul principio di azione-reazione che sembrerebbe essere violato…
    L’affermazione dell’Oca per la supposta velocità di viaggio verso Marte di 10 gg. è una affermazione un poco pellegrina aggiunta evidentemente per fare numero intero (magari dicendo l’ho trovata qua… l’ho trovata la…), se sempre per puro caso il coso funzionasse l’energia va comunque spremuta dentro in qualche modo e credetemi che accelerare un oggetto costa energia e non poca 😉 …
    Per il resto tutta la questione è rientrata alla ribalta causa un lavoro fatto da un gruppo cinese. Comunque un po’ di biografia forse non guasta: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0094576515002726
    ed l’articolo collegato:
    http://www.emdrive.com/iac2014presentation.pdf http://www.emdrive.com/IAC13paper17254.v2.pdf
    Questa è la traduzione del lavoro cinese:
    http://www.emdrive.com/yang-juan-paper-2012.pdf
    Quello che mi sorprende della questione è la relativa quantità elevata di lavori a livello di “addetti ai lavori”, ciò può essere per due motivi:
    1° Un concetto di spinta senza dover usare il 3° principio è la voglia nascosta di ogni ricercatore in campo aerospaziale… salirebbero pure sui vetri purché trovare qualcosa del genere.
    2° Infondo lo sviluppo matematico entra in zone grigie della fisica che non sempre sono ben comprese sia da chi ci crede che da chi non ci crede in cosi del genere.
    Quindi consiglio … prima di ridere, per chi non crede, stare a guardare … forse non guasta … la fisica, l’ingegneria non sono fedi dopotutto e chi scrive qui non si atteggi mai a sacerdote…

    1. >AB

      il vero dramma per l’attuale assetto della fisica di base (leggasi meccanica newtoniana e elettromagnetismo) non è la spinta anomala di pochi millinewton ma quello che la violazione del III di Newton si tira dietro: i.e. un altra legge di inerzia e la massa del mobile che deve diminuire all’aumentare della velocità per conservare l’energia con la qdm consevata dal campo e.m..
      La non significanza del III di Newton in elettrodinamica è nota da secoli e non me la sono inventata io http://www.asps.it/azione.htm ( gli scientisti in quella url troveranno materiale per divergere 🙂 ).
      Quanto alla tempistica dei viaggi (marziani ) con la pnn tutto dipende se fai un triciclo o una ferrari. 🙂

      qff

      1. trovato da poco questa discussione

        Oggetto : uso della mateficentometria pnn contro la mateficentometria dell’artrosi relativistica 🙂

        ….Hence there is the need for ASPS to define a totally new law of inertia that would allow an E.M starship to cover several light years in few seconds! It sounds astonishing but ASPS seems confident in theory effectiveness…..

        https://www.reddit.com/r/EmDrive/comments/3geud8/pnn_non_newtonian_propulsion/

  7. Barney Panofsky,
    Ha ragione, TimoRe del Signore ma io non ce l’ho, chiedo scusa ai Crociati.
    Al posto di Tajmar credo che avrei fatto la stessa cosa, qualcosa s’impara comunque e si è più rigorosi nella caccia all’errore altrui che ai propri, vedi per esempio come Celani et al. hanno subito scoperto quelli di Carpinteri et al…

    Piccolo Parere,
    La NASA probabilmente crede agli UFO.
    Tutti i portavoce ufficiali della NASA dicono il contrario, ma tra contractors e dipendenti ci lavorano circa 400 mila persone, alcune con credenze alternative

    AB,
    grazie dei link, ma sono già nell’articolo che lei sta commentando e nei testi ai quali rimando

    L’affermazione dell’Oca per la supposta velocità di viaggio verso Marte di 10 gg. è una affermazione un poco pellegrina aggiunta evidentemente per fare numero intero

    Ho arrotondato, infatti: Nel documento linkato, il fisico Emidio Laureti afferma che il Timore del Signore consente di andare su Marte in “meno di una settimana”

    1. >Ha ragione, TimoRe del Signore ma io non ce l’ho, chiedo scusa ai Crociati.

      Oca non ha ancora capito che l’essenza della crociata o di ogni crociata (anche quelle dell’isis sul fronte opposto) è perderla …… e che il Dio degli Eserciti stermina con più piacere i suoi autoproclamati difensori che gli attaccanti … perché essenzialmente non ha certamente bisogno della presunzione del bipede umano per attuare la Sua volontà.
      Chiunque cerca di utilizzare l’Impronunciabile ai suoi fini viene sterminato o più benevolmente provato fino all’annientamento… comunque ….. come è scritto è
      sempre perenne la Sua pietà.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: