FOTOGRAFIA

INFOGRAFICHESPECIALI

Armi nucleari

16 luglio 1945, ore 5:30, Alamogordo. Una luce accecante illumina il deserto di Jornada del Muerto nel New Messico: è il Trinity Test, la prima esplosione nucleare della storia.
INFOGRAFICHEricerca

Spazzatura spaziale

Tutto è iniziato il 4 ottobre 1957 con il lancio del primo satellite artificiale in orbita intorno alla Terra, lo Sputnik. Da allora sono stati effettuati più di 6.000 lanci. E quasi tutti questi lanci hanno lasciato un segno in orbita, producendo numerosi detriti. Oggi, questi rifiuti spaziali - satelliti ormai fuori uso, vecchi razzi vettori, oggetti lasciati più o meno volontariamente dagli astronauti - viaggiano a una velocità tra 25.000 e 36.000 km/h intorno alla Terra
AMBIENTEINFOGRAFICHESPECIALI

Imbottigliati

Muoversi in città? Un incubo. Quasi un europeo su due ha difficoltà a viaggiare in città. A dirlo è l’indagine Eurobarometro “Attitudes of Europeans towards urban mobility” che analizza gli atteggiamenti degli cittadini comunitari verso la mobilità urbana.
IN EVIDENZAINFOGRAFICHESALUTE

I numeri dell’Aids

Più di 35 milioni di persone nel mondo hanno l'Hiv. Ma le morti per Aids, anche se lentamente, continuano a scendere. Secondo gli ultimi dati dell'agenzia Onu Unaids, le nuove infezioni sono diminuite del 33% rispetto al 2001 e del 52% tra i bambini.
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Tutta l’acqua che consumiamo

Ore 7.30: suona la sveglia. Prendete un caffè al volo, vi infilate i vostri jeans preferiti e correte in ufficio. A metà mattina, per placare i morsi della fame sgranocchiate una barretta di cioccolato. Ecco, senza rendervene conto, avete già consumato più di 10.000 litri d'acqua. Non è possibile, direte. Invece sì. Avete consumato l'acqua "nascosta", cioè quella che è presente nelle cose senza che ce ne rendiamo conto
INFOGRAFICHESPECIALI

“Piccoli mostri nell’armadio”, la denuncia di Greenpeace

SPECIALI - È dal 2011 che Greenpeace, con la campagna Detox, chiede alle aziende produttrici di capi d'abbigliamento e calzature di mettere al bando le sostanze chimiche dannose e rendere la filiera trasparente. Sotto accusa ci sono 11 sostanze (alchilfenoli, ftalati, ritardanti di fiamma bromurati e clorurati, coloranti azoici, composti organici stannici, composti perfluoroclorurati, clorobenzeni, solventi clorurati, clorofenoli, paraffine clorurate a catena corta, metalli pesanti come cadmio, piombo, mercurio). Tutti composti chimici potenzialmente pericolosi, che una volta rilasciati nell'ambiente possono avere effetti dannosi sul sistema riproduttivo, immunitario o ormonale. Finora 18 grandi marchi, da Benetton a Valentino, hanno aderito alla campagna, impegnandosi pubblicamente a eliminare le sostanze tossiche dalla loro filiera.
1 2 3 4 5 21
Page 3 of 21