venerdì, Maggio 24, 2019

archiveIL PARCO DELLE BUFALE

IL PARCO DELLE BUFALE

Raggi X in diluizione 30C

IL PARCO DELLE BUFALE - Homeopathy Plus è una rivista-negozio-studio medico-scuola di formazione-consulenze ecc. diretta "dall'omeopata e donna d'affari" australiana Fran Sheffield. Il 12 marzo i suoi abbonati ricevevano questo mail (estratti): Sulla scia del grave terremoto e dello tsunami che hanno colpito il Giappone venerdì, è avvenuta un'esplosione nella centrale nucleare di Fukushima. È stato riferito che la radiazione era fuoriuscita dalla centrale già prima dell'esplosione e le autorità giapponesi temono ora che abbia avuto luogo un meltdown con un'ulteriore contaminazione. La gente viene evacuata dall'area, mentre gli ingegneri si dibattono per contenere il danno. Se la situazione si aggravasse, il materiale radioattivo trasportato dal vento e dalle correnti d’aria potrebbe diffondere materiali contaminati in isole e paesi circostanti. Per tutti gli interessati, ci sono misure protettive che si possono prendere con l’omeopatia. I rimedi-chiave usati nella ricerca o storicamente per prevenire o trattare gli avvelenamenti da radiazioni comprendono i seguenti [Continua...] (Sul sito della rivista il disastro è più contenuto, le correnti oltre che aeree sono marine per meglio raggiungere la clientela australiana, e la frase che precede è sostituita da: "A Homeopathy Plus, abbiamo limitato i nostri suggerimenti ai rimedi i cui effetti sono supportati da ricerche e/o confermati da successi clinici riferiti da medici che si sono occupati di esposizione alle radiazioni durante le Grandi Guerre Mondiali.")

Ricetta al botulino

IL PARCO DELLE BUFALE - La lettrice Manuela Giovannetti, preside di agraria all'università di Pisa, è nota per una ricerca sulle varietà di granoturco geneticamente modificato, la prima condotta con un gruppo multidisciplinare, dalla quale risulta che alcune giovano al terreno e altre no. Non è contraria per principio agli Ogm, come tanti suoi colleghi sa che, fatti e usati bene, possono essere utili. Sa pure che nel 1974 il prof. Scarascia Mugnozza aveva ottenuto il grano duro Creso senza alcuna ingegneria genetica. Tuttavia "Il signore degli Ogm" fa pensare che da allora mangiamo pastasciutta GM, e lei segnala al direttore Gianni Riotta che non è così. Il direttore la prende come una critica e scrive

E il vincitore è…

È appena stato dichiarato campione del mondo per numero di articoli ritrattati il prof. Joachim Boldt dell'università di Giessen, ex ricercatore in farmacologia anestetica alla clinica di Ludwigshafen. Il titolo è meritato? IL PARCO DELLE BUFALE - Sedici riviste hanno ritrattato d'autorità e di concerto 88 articoli in cui il prof. Boldt, spesso in illustre compagnia, riferiva il risultato di esperimenti clinici non autorizzati o diversi da quelli autorizzati. Il conteggio non è definitivo, l'università indaga ancora su eventuali falsificazioni dei dati, ma la custode non è contenta. Per prima cosa, un simile riconoscimento va condiviso con i coautori e i direttori delle riviste per la fiducia e l'assenza di curiosità. Dato il tempo necessario per reclutare pazienti, come minimo dovevano informarsi su quale sostanza assumeva il prof. Boldt per tenere il ritmo
CRONACA

L’elefante nella nuvola, il batterio nel meteorite

NOTIZIE - “The Journal of Cosmology”. Parliamone. Una pubblicazione (peeer-review, dicono loro, ma chi revisiona i revisori?) apparentemente senza capo ne coda (segnalo questo interessante post su Wired che rende l’idea di cosa stiamo parlano) che a dispetto del nome pubblica in questo caso un articolo di esobiolgia (e non di cosmologia). Ora, viene da pensare che se realmente la scoperta fosse genuina e sicura, un risultato di questa portata sarebbe stato pubblicato in pompa magna su Nature o Science: “scoperti batteri di origine extraterrestre su un meteorite”. E invece no, science e Nature tacciono. Come tanti altri giornali di riferimento per la comunità scientifica internazionale.

I conti della vostra serva

IL PARCO DELLE BUFALE - La custode non capisce. All'Associazione mondiale delle industrie nucleari che tiene i conti aggiornati, al posto di "centinaia" c'è scritto 62, di cui 27 in Cina e 5 in India, che la Francia ha 58 centrali e la Svizzera ne contempla 5. Forse la difficoltà del prof. Veronesi si spiega con questa notizia del 2 marzo: Il decreto che istituisce l’Agenzia per la Sicurezza Nucleare è stato firmato dal presidente della Repubblica, ma il lavoro è ancora fermo. Lo ha detto oggi a Roma il presidente dell’Agenzia, Umberto Veronesi...“l’Agenzia non ha ancora una sede, né un regolamento, né un direttore generale. Noi siamo cinque persone... e succede che dobbiamo trovarci a discutere attorno al tavolo di un bar”. In un bar è difficile vedere che negli Stati Uniti si costruisce una centrale sola invece della "rinascita nucleare" che fa così bene alla salute, all'ambiente e all'economia di libero mercato. Chissà come mai, s'è chiesta la custode e proprio il 3 marzo, ma guarda che combinazione, le rispondeva un sondaggio del Wall Street Journal. La maggioranza degli americani è d'accordo per tagliare le sovvenzioni al chilowattora da nucleare perché costa troppo allo Stato. Proprio come dicono gli esperti, ma non i proff. Umberto Veronesi dell'ASN, Franco Battaglia del Giornale e Carlo Stagnaro dell’Istituto Bruno Leoni per il "libero mercato".

L’adulatore – III

Neo-diplomati in omeopatia segnalano che il loro collega Alberto Magnetti, docente all'università di Torino, soffre di un eritema procuratogli dalla "crociata" di Query on line e Oggi Scienza. La custode si precipita a lenirne il prurito con Cardiospermum halicacabum in pomata omeopatica. IL PARCO DELLE BUFALE - Sulla Stampa, in una rubrica assai piaciuta in quanto dedicata alla storia sua e della scienza, il prof. Magnetti narra la propria conversione all'omeopatia a partire da considerazioni epistemologiche: Lo stravolgimento radicale di un vecchio paradigma comporta uno scontro tra il nuovo e lo scetticismo e...

Armi da caccia

Da quando s'è aperto il recinto, sulla sua custode girano alcune bovine: le selezionerebbe al nasometro, per simpatia personale, da scriteriata. È falso. IL PARCO DELLE BUFALE - È vero che se le procaccia in territori che non deludono mai, medicine alternative, creazionismo, "i gas serra non hanno effetto serra", statistiche creative ecc., però con criteri scientifici. Per dirla con Bertrand Russell, grande maestro di caccia, oggi sottopone alla considerazione favorevole dei lettori una dottrina che può, temo, apparire  follemente paradossale e sovversiva. È questa:  non è auspicabile credere in...

Il castellano

Poco prima che si facesse un'overdose di omeopatia, la custode riceveva una lettera dell'Associazione italiana delle venti società scientifiche agrarie (AISSA) firmata dal presidente, prof. Marco Gobbetti. Le ricordava che il 25 gennaio era nato GenEticaMente, il polo scientifico euro-mediterraneo per le biotecnologie sostenibili. IL PARCO DELLE BUFALE - Per rinfrescare la memoria, la custode ha riletto il lancio stampa. Il polo era stato Tenuto a battesimo da Mario Capanna, presidente della Fondazione per i diritti genetici, Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Vincenzo Tassinari, presidente di Coop Italia, Nichi Vendola, presidente...

Arriva posta

IL PARCO DELLE BUFALE - Nella casella "Uso dei nostri materiali" controllata di rado, la custode ha trovato un messaggio del 19/01/2011 alle 14:34 e s'affretta a rispondere scusandosi per il ritardo. Gentile direttore sarei interessato a sapere la Vostra opinione sulla “fusione fredda”. Non ho visto commentato l'esperimento Focardi-Rossi tenutosi il 14/1/11 a Bologna. Mi è stato, da molti, riferito che non avendo un supporto teorico non può essere valido. Con ciò avvalorano l' inesistenza dei pensieri dei sentimenti delle idee. Infatti tali personaggi sono, per me, dei golem. La ringrazio e La saluto . roberto b.

Cavolate sotto foglia di fico

"Stupido bandire i sacchetti di plastica" di Franco Battaglia, docente di chimica ambientale all'università di Modena, è l'esemplare (1) fuggito dal recinto del Giornale e portato qui da mazzetta. La custode non intende sparare pure lei sulla Croce Rossa, bensì tentare un'analisi latteo-semiotica del pronome noi. IL PARCO DELLE BUFALE - Questa volta il prolifico professore auspica l'eliminazione del ministero e degli assessorati all'Ambiente e, implicitamente, del proprio posto di lavoro: L'ultima che si sono inventata sarebbe di voler abolire le buste di plastica. Non chiedetemi quali, perché non l'ho capito. Quelle della spesa? Quelle del pattume?...
1 2 3 4 5 8
Page 3 of 8