mercoledì, Dicembre 19, 2018
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Quanto costa lo spreco di cibo all’ambiente

1AMBIENTE – Ogni anno finiscono nella spazzatura 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, ancora perfettamente commestibile. Insieme al cibo vanno sprecati 250 km3 di acqua, circa 5 volte il volume del Lago di Garda e 1,4 miliardi di ettari di terreno, quasi il 30% della superficie agricola mondiale. E sono prodotti – inutilmente – 3,3 miliardi di tonnellate di gas serra, circa 7 volte le emissioni annuali del nostro Paese.

Sono questi i costi dello spreco alimentare per l’ambiente. Il conto è stato fatto dalla FAO nel rapporto “Food Wastage Footprint: Impacts on Natural Resources”, che analizza anche le conseguenze sul clima, sulle risorse idriche e sull’utilizzo del territorio.

Secondo lo studio, il 54% degli sprechi avviene durante le fasi di produzione e stoccaggio, mentre il 46% nelle fasi di trasformazione, distribuzione e consumo. A livello di consumo, gli sprechi sono maggiori nei Paesi ad alto e medio reddito, dove rappresentano, rispettivamente, il 39% e il 31% del totale. Questo perché, da un lato, i consumatori non riescono a pianificare i propri acquisti e spesso comprano più cibo del necessario; dall’altro commercianti e rivenditori tendono a buttare alimenti perfettamente commestibili solo per il fatto che non rispettano determinati standard estetici.

Ridurre lo spreco, però, è possibile. Diversi progetti, raccolti nel manuale della FAO “Toolkit: Reducing the Food Wastage Footprint”, mostrano come governi, agricoltori, aziende e consumatori possano adottare azioni e trovare soluzioni per diminuire gli sprechi e le perdite di cibo in ogni fase della catena, dal campo alla tavola

2 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: