mercoledì, Luglio 15, 2020

SALUTE

Diamo uno sguardo al mondo della salute: ospedali, prevenzione, medici, politiche sanitarie, trend sulla salute degli italiani ma anche le ultime scoperte in campo medico.

SALUTE

“Pausa amica”

SALUTE - Snack golosi e “leggeri”; merendine e salatini vari, a detta degli spot perfetti per uno spuntino, sono indicati tra i principali responsabili quando si parla di problemi di peso e cattiva alimentazione. Si tratta di prodotti, il più delle volte sgranocchiati fuori pasto, che spesso accompagnano una pausa dal lavoro o dallo studio; momenti in cui non sempre si fa a caso a quello che si mangia, ma ci si affida a quello che si trova a portata di mano, o meglio a portata di distributore! Un’alternativa allo spuntino tradizionale per promuovere un break sano l’ha ideata e la sta sperimentando l’Azienda provinciale per i servizi sanitari (APSS) di Trento attraverso il progetto pilota “Pausa amica”. In che modo? Utilizzando distributori di cibi e bevande ipocalorici, salutari e biologici. Quindi gallette di mais, spremute biologiche e yogurt in sostituzione di patatine, cioccolatini e bevande gassate e zuccherate. Il progetto pilota, che si inserisce all’interno del programma “Guadagnare salute”, promosso dal Ministero della Salute, ha previsto per un periodo prova di sei mesi, l’installazione di distributori salutari in due punti dell’Azienda sanitaria: presso il Centro per i servizi sanitari (CSS) di Viale Verona, dove i distributori sono stati totalmente sostituiti a quelli tradizionali, e presso l’ospedale di Borgo dove c’è stato l’affiancamento a quelli tradizionali.
SALUTE

Attento tumore, arrivano le spie

SALUTE - Sono nate nel 2005 e si chiamano “Cornell Dots”. Godono di un primato: sono le prime nanoparticelle di materiale inorganico a entrare in una sperimentazione clinica sull'uomo come potrebbe fare un farmaco. Se i dati emersi dalla sperimentazione ne confermeranno sicurezza ed efficacia, potranno diventare un importante strumento nella diagnosi e nella cura del tumore. Infatti, grazie alla loro capacità di emettere luce, sono in grado di rendere meglio visibili le cellule tumorali
SALUTE

Doping for dummies

Ok, la parola del momento è emotrasfusione. Ma che cos'è esattamente? Quanti altri tipi di doping esistono? E quanto male fanno? Piccola guida al doping. SALUTE - Si è parlato molto, in questi giorni, della vicenda del ciclista Riccardo Riccò. In breve: colto da un grave malore, sabato scorso si sarebbe presentato in un ospedale del modenese dichiarando di aver effettuato un'autoemotrasfusione, cioè una trasfusione del suo stesso sangue, che avrebbe in precedenza prelevato e conservato. Se così fosse, il verdetto sarebbe netto: doping. Sulla vicenda ora indagano le Procure...
CRONACASALUTE

Allergia benefica

NOTIZIE - Perché la selezione naturale non ha ridotto (se non eliminato del tutto) l’incidenza di certe malattie (favorendo nella competizione gli individui non predisposti a svilupparle), facendole così sopravvivere in una larga percentuale della popolazione? Un'ipotesi (degli evoluzionisti) è che certi disturbi (diffusi in una percentuale consistente seppur minoritaria della popolazione) sono in realtà il prodotto secondario di altri fenomeni dell’organismo che hanno invece un vantaggio notevole per l’individuo. Sarebbe questo il caso delle allergie. Uno studio pubblicato qualche giorno fa su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention aggiunge un tassello importante nella comprensione del collegamento fra tumori e disturbi allergici.
SALUTE

L’empatia nella borsa del dottore

Uno studio canadese sostiene che si possa insegnare ai medici a essere empatici. Ma perché è così importante? E perché tanti, oggi, non lo sono? Ne parliamo con due rappresentanti della categoria. SALUTE - Il medico? Se è empatico è meglio. Bella scoperta, si dirà. È indubbio che i pazienti preferiscano trovarsi di fronte un medico non soltanto ben preparato, ma anche disposto ad ascoltare, a capire i loro stati d'animo e, se necessario, a lanciare uno sguardo comprensivo, a dire una parola di conforto, ad allungare la mano per...
SALUTE

Nicolas Cage nuoce gravemente alla salute

Neuroscienziati usano il film Il Genio della Truffa per investigare con la risonanza magnetica funzionale come si innesca la voglia di fumare. SALUTE - Chiunque abbia smesso di fumare da poco, sa bene come la vista di qualcuno che si gode la sua sigaretta sia sufficiente ad accenderne istantaneamente il desiderio. Poco importa se è stata la consapevolezza dei danni che il fumo provoca (addirittura a livello del DNA, come si è scoperto recentemente) a farci smettere: la voglia, a volte, riaffiora. Ma cos'è, nel dettaglio, che fa scattare il meccanismo, e...
SALUTE

In pochi minuti i danni del fumo

SALUTE - Che il fumo di sigaretta faccia male è ormai cosa nota ma che possa farlo pochi minuti dopo aver spento la sigaretta è una cosa scoperta solo di recente. La rivista scientifica Chemical Research in Toxicology pubblica ora i risultati di una ricerca a dir poco inquietante per gli amanti delle cosiddette “bionde”. Dopo aver fatto il suo ingresso nei nostri polmoni, il fumo può provocare un danno al DNA in pochi minuti, non sono necessari anni come, fino a oggi, ipotizzato. Si tratta del primo studio sull’uomo che ha rivelato le modalità con cui certe sostanze, contenute nel tabacco, possono causare un danno al DNA all’origine del tumore
SALUTE

La matematica del cuore

SALUTE - Promuovere lo studio della dinamica del sistema cardiovascolare con strumenti matematici: ecco l'obiettivo di un ingegnere italiano ora in forze alla Emory University di Atlanta. Non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Matematica e cardiologia hanno molti più punti di contatto di quanto potrebbe sembrare, come racconta in questo video Alessandro Veneziani, ingegnere italiano ora professore associato di matematica all'Emory University di Atlanta, dove lavora con l'obiettivo preciso di riuscire a integrare le simulazioni matematiche nel lavoro quotidiano del medico, in particolare del cardiologo e del cardiochirurgo. "La dinamica e...
SALUTE

Prima si comincia, meglio s’impara: l’alcol come la musica?

SALUTE - Ridurre l'età legale per l'acquisto di alcolici non servirebbe a farne consumare meno ai giovani. Lo sostiene Richard A. Scribner, medico e ricercatore della Louisiana State University School of Public Health, negli Stati Uniti. L'affermazione potrebbe sembrare ovvia, ma non è così: infatti, i rettori di alcune università statunitensi hanno sostenuto recentemente che un abbassamento dell'età minima legale per l'acquisto di alcol possa aiutare a tenere a freno gli eccessi etilici degli studenti. Il nuovo studio, che sarà pubblicato in gennaio sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs, suggerisce al contrario che una misura del genere sarebbe totalmente inefficace.
SALUTE

Un test al telefono per il Parkinson

SALUTE - Da oggi si potrà monitorare lo stato di avanzamento del Parkinson in un paziente anche da casa. I malati, infatti, oltre ad essere spesso anziani, con l'avanzare della malattia faticano sempre più a muoversi e ad uscire per raggiungere il medico di riferimento. Fino a ora non c'era, però, alcuna alternativa valida e, d'altro canto, valutare i vari stadi in tempo è assolutamente necessario per poter somministrare i farmaci nel modo migliore; non esiste terapia, infatti, ma, se correttamente dosati, i medicinali attualmente in commercio sono in grado di alleviare alcuni dei sintomi più importanti.
1 68 69 70 71 72 76
Page 70 of 76