martedì, Gennaio 18, 2022

archivepiezonucleare

Il nuovo

Son tornate le rondini e le conferenze per promuovere energie e medicine alternative, a cura di imprenditori e intellettuali dediti alla comunicazione a pagamento della scienza rivoluzionaria.

“Pura illazione”

Sull’Indro, Daniele Passerini riportava un commento anonimo comparso su Oggi Scienza quale “comunicato delle rappresentanze sindacali dell’INRIM" a dimostrazione del fatto che la custode scrive false e denigratorie sul prof. Carpinteri, presidente dell'INRIM, e la sua energia piezonucleare.

Il destino dell’INRIM

CRONACA - Anche l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), degno erede dello storico Galileo Ferraris di Torino, potrebbe rientrare tra i tagli della spending review e venire inglobato nel CNR. Non è l’unico motivo per cui, negli ultimi mesi, l’INRiM ha attirato l’attenzione dei media e del pubblico. Purtroppo il motivo dell’attenzione non sono i brillanti successi scientifici. Anzi. La nuova presidenza del prof. Alberto Carpinteri, insediatosi a settembre dello scorso anno su nomina dell’allora ministro Mariastella Gelmini, ha suscitato critiche da parte della comunità scientifica e del personale dell’INRiM.

L’On.le Scilipoti e il nuovo Copernico

IL PARCO DELLE BUFALE - Si è svolto ieri mattina tra pochi intimi il convegno "Verso una rivoluzione energetica non inquinante" organizzato da Domenico Scilipoti del MRN. Con il tatto che lo contraddistingue, l'Onorevole ha messo in dubbio la parola di uno scienziato che aveva invitato a presentare una ricerca rivoluzionaria.

Il piezonucleare e la biorisonanza omeopatica

Continua la protesta contro la permanenza di Luc Montagnier alla direzione del Centro di riferimento per l'AIDS in Camerun e contro certe sue idee sull'efficacia diagnostica e terapeutica di prodotti che sfruttano la "biorisonanza" e la memoria dell'acqua. Idee promosse a Lugano dal prof. Montagnier e a Roma dal suo collega e amico "prof." Vittorio Isabella Valenzi.

Profumo sulla faccenda piezonucleare

POLITICA - Francesco Profumo, ministro della ricerca e dell'istruzione, risponde sulla faccenda piezonucleare e lo fa attraverso le pagine di Science Insider (la rivista di politica della scienza di Science) e dichiara che non ha intenzione di finzanziare la ricerca sull'argomento senza il supporto della comunità scientifica. E al momento, vista la petizione firmata dal 1.00o e più persone (moltissimi ricercatori, fra cui scienziati illustri), di supporto non sembra essercene molto. Profumo è stato anche criticato perché sembrava voler piazzare Fabio Cardone, un collaboratore di Alberto Carpinteri nella vicenda piezonucleare, in un posto vacante all'INRIM (di cui Carpinteri è presidente). Profumo nega e dice di aver già proposto due candidature "straniere" per uno dei sette posti vacanti: Elisabeth Giacobino, dell'Università di Parigi VI, e Ernst Göbel, già presidente dell'istututo di metrologia tedesco. Qui trovate maggiori dettagli.

Piezonucleare: altro giro, altro regalo

Abbiamo ricevuto ieri l'autorizzazione a pubblicare la risposta di Alberto Carpinteri, professore al Politecnico di Torino e presidente dell'INRIM, alle cinque domande poste qui da Alessio Guglielmi. Dopo brevi appunti sulla risposta, pubblichiamo lo scambio che ne è conseguito.

Piezonucleare: la risposta di Alberto Carpinteri

CRONACA - Pubblico qui la risposta inviataci da Alberto Carpinteri, presidente di INRIM, alle "cinque domande" riassunte e poste, attraverso le nostre pagine, da Alessio Gulglielmi. Caro Dott. Guglielmi, rispondo volentieri alla sua lettera aperta, che mi dà occasione di puntualizzare alcuni aspetti delle mie ricerche e soprattutto delle polemiche lette in questi giorni sul web e su alcuni giornali italiani. Purtroppo non sono stati in molti, come ha fatto lei, a chiedere di ascoltare anche la mia voce, quale parte in causa della vicenda, e ho notato come spesso la questione piezonucleare sia stata trattata in modo unilaterale (citando me e il mio lavoro, ma senza che mi fosse richiesto di intervenire per poter replicare). Il punto essenziale che voglio sottolineare è che siamo di fronte a quattro prove convergenti del fenomeno (fissione piezonucleare): emissione di neutroni sia da frattura fragile sia da terremoti, trasmutazione degli stessi elementi chimici sia nei campioni di laboratorio sia nella crosta terrestre

Feed – 6

Eccoci di nuovo con qualche consiglio di lettura per il weekend. Arrivano gli zombie? No, ma alcuni giornalisti, stuzzicati dai recenti fatti di cronaca, si sono improvvisamente accorti di come esistono alcuni parassiti in grado di manipolare il comportamento dell'ospite, e ne hanno naturalmente derivato la possibilità di una imminente apocalisse zombie, costringendo nientemeno che CDC (Center for Disease Controlo and prevention) a smentire le voci di un'epidemia.
1 2
Page 1 of 2