IL PARCO DELLE BUFALE

Un giallo canarino – II

IL PARCO DELLE BUFALE – Nel secondo anniversario della rivoluzione scientifica ed energetica avviata dal reattore a fusione fredda detto e-cat, l’ufficio stampa dell’Università di Bologna (?) risponde alla lettera scritta l’8 gennaio dalla custode a due professori del Dipartimento di Fisica e Astrofisica.

PRECISAZIONE

Bologna, 14 gennaio 2013 – L’Università di Bologna e il Dipartimento di Fisica e Astronomia hanno già dichiarato che nessuna misura ufficiale è mai stata fatta e quindi nessuna certificazione è mai stata emessa. La demo del 14/01/11 è stata organizzata dalla EFA Srl e non dall’Università o dal Dipartimento di Fisica.

La sonda menzionata nel report non è di proprietà dell’Università di Bologna ma è stata scelta e gestita da un incaricato della EFA Srl.

Nel report si parla esplicitamente della necessità di fare misure in ben altre condizioni e per tempi decisamente più lunghi.
Non vi è alcun certificato sul “bollitore a fusione fredda”: nell’occasione della demo, si è visto vapore, ma ben due report illustrano che non c’e’ stata alcuna evidenza di radiazioni nucleari compatibili con gli ordini di grandezza delle potenze in gioco.
Il Prof. Focardi è professore emerito dell’Università di Bologna, non più in servizio presso l’Ateneo.

Caro Ufficio,

Grazie, molto gentile, ma chiedevo solo se i professori presenti alla “demo” avessero visto una sonda e quale. Forse era nascosta dal vapore che hanno “visto” attraverso il tubo di gomma nera che scaricava acqua nel lavandino?

Non era una misura ufficiale, certo, il prof. Capiluppi lo ha ripetuto spesso. Si “vede” che era dell’EFA S.r.l. il comunicato stampa che annunciava

una prova sperimentale per misurare l’energia prodotta (…) La prova sarà condotta da un ricercatore del Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna,

il prof. Levi che scriveva su carta intestata EFA

In this first and preliminary document are reported the heat production measures

e dichiarava in televisione:

Abbiamo fatto le nostre misure, le abbiamo ripetute, abbiamo controllato che non ci fossero cavi nascosti… Tutte le evidenze sperimentali che abbiamo ci indicano che l’oggetto sta funzionando.

Scherzi di Carnevale a parte, da portavoce ufficiale dell’Ateneo stai dicendo che tutto questo me lo sono inventata io?

Buon lavoro e warm regards.

23 Commenti

  1. Gentile dott.ssa Coyaud, seguo da poco le sue rubriche e da poco mi sono reso conto di cosa si è scatenato attorno all’E-cat (prima non sapevo esistesse neppure). La sua posizione direi che mi è chiara e pur non potendo vantare conoscenze neppure accettabili di fisica tendo ad essere diffidente sulla questione. Ma le chiedo, come é possibile portare sul mercato una bufala? Mi pare di capire che diversi fisici sostengano il dott. Rossi e ne appoggino il lavoro, costoro sono forse in malafede? Lei sa quanti sostenitori della LENR ci sono in rete e taluni affermano che evidenze della fusione fredda sono state boicottate da sempre. E’ solo teoria del complotto? Mi piacerebbe avere una sua esplicita opinione su questi punti. La ringrazio, saluti.

  2. @Robo
    Sul mercato arrivano bufale ogni giorno e qualcuna si vende anche bene, dia un’occhiata alle creme “anti-età” quando le capita…

    Per la fusione fredda, aspetto dal 1989 gli esperimento replicati da terzi e prima ancora una teoria scientifica che faccia previsioni sul risultato atteso. A parlare di teoria del complotto, siamo buoni tutti.

    A quali fisici si riferisce? Se a quelli di Bologna, adesso pare che non abbiano misurato niente, anche se finora hanno detto il contrario. Il motivo non lo so, ma se dovessi scegliere tra la malafede e la troppa fiducia nel proprio genio, sceglierei la seconda. .

  3. La sua analisi coincide sostanzialmente con la mia, anche se io non ho tutti gli strumenti di conoscenza adeguati ad attuarla. Le sue risposte sono esaustive, ma, dottoressa, mi permane un dubbio sulla prima questione che le ho posto. So benissimo che in ambito cosmetico e di integrazione ci sono “bufale”, ma sono in realtà riconosciute come tali anche da chi ne usufruisce (quasi tutti voglio sperare). È tipo un gioco delle parti, e, l’uso di tali beni ha un’accezione sostanzialmente consolatoria. Ma se un’azienda compra un macchinario che dovrebbe fargli risparmiare sul proprio consumo energetico, e quindi sui costi di gestione, può testarne sul campo l’efficenza (indirettamente tramite le bollette di consumo). Può un individuo sottoporsi a cuor leggero ad una simile verifica con relativo rischio legale e di sputtanamento pubblico?
    Mi sovviene, a proposito, il ricordo di un “tubo” prodotto nel riminese che prometteva un risparmio energetico, ma é durata poco ed è finita male. Grazie ancora dottoressa. Saluti.

  4. @Robo
    (non mi chiami dottoressa, per favore, non lo sono e mi vien da ridere)

    Nel campo dell’energia, si vende di tutto: dai motori “magnetici” a quelli ad acqua, dalle licenze per l’esclusiva di un futuro prodotto alle quote dell’azienda che un giorno lo produrrà. Se cerca “free energy” con google, trova centinaia di offerte per tutte le tasche. Non finisce sempre male: “sputtanata” un’azienda, basta farne un’altra.

  5. > Ma le chiedo, come é possibile portare sul mercato una bufala?
    Caro Robo, il problema non si pone e la domanda, mi scusi, è malposta.
    Per ora, e per quanto ne sappiamo, escludendo i vari “secret customers”, sul mercato non risulta che ci sia ancora arrivato.
    Comunque, forzando la risposta e sempre nell’ipotetico, s’intende, una strada sarebbe fare propaganda con domande di brevetto e coinvolgere istituti di ricerca, rinomati atenei e stimati accademici nonchè ricercatori.

  6. La paura fa novanta, effettivamente nel anni 62 fu ucciso Enrico Mattei presidente dell’ENI, che si era messo contro le 7 sorelle, ufficialmente la morte avvenne perchè, cadde l’aereo pilotato da LUI
    Ora però si comincia ad essere in carenza si petrolio, anzi siamo già in ritardo per i cambiamenti, (realizzare tutta la strttura distributiva).
    Sono venuto a conoscenza che stati come la germania, segretamente si stanno preparando per
    un possibile conflitto (guerra) dovuto alla penuria di petrolio, però quando, il petrolio sarà finito sarà finito per tutti, e stupidamente, ed inutilmente avremo subito il flagello di una guerra.
    Ci sono in gioco interessi enormi, abbiamo la possibilita di accedere ad una forma di energia nuova, intrinsecamente pulita, e potenzialmente infinita.
    La causa di questa crisi che stiamo attraversando, è dovuta ai grandi capitalisti che si sono messi i denari in tasca, proprio perchè sono a conoscenza della penuria prossima ventura del petrolio, (senza energia le fabbriche non girano)
    I nostri governanti destinano milioni di euro a chi, per esempio, installa pompe di calore col rendimento del 130%, mentre spendendo cifre che sono una frazione di quelle anzidette con la fusione fredda detta anche LENR, si hanno rendimenti minimi del 200%, si sono ottenuti rendimenti anche se instabili del 2000%

  7. @Luciano
    “con la fusione fredda detta anche LENR, si hanno rendimenti minimi del 200%, si sono ottenuti rendimenti anche se instabili del 2000%”

    può indicarci la fonte di queste percentuali?

  8. <>

    Se si guarda attorno, dal 1989 ad oggi diversi ricercatori in diversi laboratori hanno scoperto che reazioni LENR sono possibili, e non pura fantasia.

    Il movimento dei corpi celesti è conosciuto da secoli, ma si è dovuto aspettare Newton per avere una teoria della gravitazione. Come suggerisce Galileo: prima osserviamo come succedono le cose, poi cerchiamo di trovare le leggi che lo spiegano.

  9. @P. Azzaroli
    Per favore, potrebbe indicarci una pubblicazione scientifica dalla quale risulta che quelle reazioni sono state osservate in altri laboratori?

    1. Luca: non fare il finto scemo:

      1. Jones, Steven Earl. “Muon-catalysed fusion revisited”. Nature. Nature Publishing Group, 1986.
      2. F. Celani, A. Spallone et al.”Evidence of anomalous tritium excess in D/Pd overloading. Experiments”. LNF-02/013 (P), 2 luglio 2002
      3. Fleischmann, M., S. Pons, and M. Hawkins. “Electrochemically induced nuclear fusion of deuterium”. J. Electroanal. Chem., 1989. 261: p. 301 and errata in Vol. 263.
      4.
      5. A. De Ninno, A. Frattolillo, G. Lollobattista, L. Martinis, M. Martone, L. Mori, S. Podda, F. Scaramuzzi. “Emissione di neutroni da un sistema Deuterio-Titanio”. Nota presentata nella seduta del 22 aprile 1989 del socio U. Colombo, Atti Acc. Lincei Rend. fis., (8) LXXXIII (1989), 221 (1990)
      6. A. De Ninno, A. Frattolillo, F. Scaramuzzi, da “Understanding Cold Fusion Phenomena”. “Neutron emission from a Titanium-Deuterium System” ed. by R. A. Ricci, F. De Marco, E. Sindoni, Conference Proc. (Varenna, 15-16 Sept. 1989) Italian Phys. Soc., 41 (1990)
      7. A. De Ninno, A. Frattolillo, F. Lanza, S. Migliori, C. Pontorieri, S. Scaglione, F. Scaramuzzi, P. Zeppa. “The production of Neutron and Tritium in the Deuterium gas-Titanium interaction” da “The Science of Cold Fusion “, Proc. of II Int. Conf. on Cold Fusion, Como, June 29-July 4, 1991, ed. T. Bressani, E. Del Giudice, G. Preparata, Società Italiana di Fisica, 445 (1991)
      8. Fritz G. Will, Krystyna Cedzynska, Denton C. Linton, Tritium generation in palladium cathodes with hight deuterium loading. The Fourth International Conference on Cold Fusion (ICCF-4), Lahaina, Maui, 6-9 dicembre 1993
      9. E. Mallove. “Ohmori Mizuno experiment replicated”. New Energy News (NEN), luglio1998, vol. 6, No. 3, pp. 1-2.
      10. T. Ohmori and T. Mizuno. “Excess Energy Evolution and Transmutation…”. Infinite Energy Magazine, giugno-Luglio 1998, No. 20, pp. 14-17.
      11. Ohmori, T. and T. Mizuno. “Strong Excess Energy Evolution, New Element Production, and Electromagnetic Wave and/or Neutron Emission in the Light Water Electrolysis with a Tungsten Cathode”. The Seventh International Conference on Cold Fusion (ICCF-7). Vancouver (Canada), 1998.
      12. Mizuno, T., T. Akimoto, and T. Ohmori. “Confirmation of anomalous hydrogen generation by plasma electrolysis”. 4th Meeting of Japan CF Research Society. 2003. Iwate, Japan: Iwate University.
      13. J.F. Fauvarque, P.P. Clauzon, G.J-M. Lalleve (CNAM di Parigi). “Abnormal excess heat observed during MIZUNO-type experiments”. Documento presentato al ICCF12 Conference (Yokohama, Giappone), novembre 2005.
      14. P. Clauzon- J.F. Fauvarque- G. Lallevé (CNAM Electrochimie Industrielle) e G. Le Buzit (CNAM, Laboratoire de Sciences Nucléaires). “A boiling – water calorimeter for the study of the abnormal excess heat observed during MIZUNO-like experiments”. 13th International Conference on Condensed Matter Nuclear Science (ICCF-13) at Dagomys, Sochi (Russia), 25 giugno – 1 luglio, 2007.
      15. T Ohmori, T Mizuno. “Strong Excess Energy Evolution, New Element Production, and Electromagnetic Wave and/or Neutron…”. The Seventh International Conference on Cold Fusion, 1998
      16. D. Cirillo, A.Dattilo, V. Iorio, “Trasmutation of metal to low energy in confined plasma in the water”, aprile 2004
      17. U.S. Navy, Technical Report 1862. “Thermal and Nuclear Aspects of the Pd-D2O System”. S. Szpak, P.A. Mosier-Boss (editor), SSC San Diego CA (USA), Febbraio 2002
      18. Peter L. Hagelstein, Michael C. H. McKubre, David J. Nagel, Talbot A. Chubb, Randall J. Hekman. “New Physical Effects in Metal Deuterides”. Department of Energy (DoE), 2004
      19. Arata, Yoshiaki, Zhang Yue-Chang. “Anomalous difference between reaction energies generated within D20-cell and H20 Cell”, Japanese Journal of Applied Physics 37 (11A): L1274-L1276. 1998
      20. Francesco Celani, A. Spallone, P. Marini, V. Di Stefano, M. Nakamura. “Electrochemical compression of hydrogen inside a Pd-Ag thin wall tube, by alcohol-water electrolyte”. LNF 06/20 (P), 17 luglio 2006.
      21. Yoshiaki Arata, M.J.A. Yue-Chang Zhang. “Development of Compact Nuclear Fusion Reactor Using Solid Pycnodeuterium as Nuclear Fuel”. 10° International Conference on Cold Fusion (ICCF-10), Cambridge (USA), agosto 2003.
      22. Yoshiaki Arata, M.J.A. Yue-Chang Zhang. “Development of “DS-Reactor” as a practical reactor of “Cold Fusion” based on the “DS-cell” with “DS-Cathode”. 12° International Conference on Cold Fusion (ICCF-12), Yokohama, Giappone, 27 novembre – 2 dicembre 2005
      23. Antonella De Ninno, Antonio Frattolillo, Antonietta Rizzo. “Rapporto Tecnico ENEA RT2002/41/FUS”. ENEA – Unità Tecnico Scientifica Fusione, Centro Ricerche Frascati, Roma (2002)
      24. A.Frattolillo,A.De Ninno,A.Rizzo. “techniques for detecting small quantities of 4He gas: problems and solutions”. Proc. of 9th International Conference on Cold Fusion, ICCF9 Bejing (China), 19-24 May, 2002
      25. V. Violante, F. Sarto, E.Castagna, M. McKubre, F. Tanzella, G.Hubler, D. Knies, K.Grabowski, T. Zilov, I. Dardik, C. Sibilia. “Joint Scientific Advances in Condensed Matter Nuclear Science”. 8th International Workshop on Anomalies in Hydrogen / Deuterium Loaded Metals. 2007. Sicily, Italy
      26. F. Celani, P Marini, V Di Stefano, A. Spallone. Deuterion electromigration in thin Pd wires coated with nano-particles: evidence for ultra-fast deuterium loading and anomalous, large thermal effects INFN Laboratori Nazionali di Frascati, SIS Pubblicazioni, Frascati 15 gennaio 2009.
      27. Focardi, F. Piantelli. “Produzione di energia e reazioni nucleari in sistemi Ni-H a 400 C”. Università di Bologna, Conferenza nazionale sulla politica energetica in Italia, Bologna (18-19 aprile 2005).
      28. S. Focardi, V. Gabbani, V. Montalbano, F. Piantelli, S. Veronesi. “Large excess heat production in Ni-H systems”. Il Nuovo Cimento Vol. 111 A, N.11 pp. 1233, novembre 1998
      29. Battaglia, L. Daddi, S. Focardi, V. Gabbani, V. Montalbano, F. Piantelli, P.G. Sona, S. Veronesi. “Neutron emission in Ni-H Systems”. Nuovo Cimento 112A, pp. 921, 1999.
      30. E. Campari, S. Focardi, V. Gabbani, V. Montalbano, F. Piantelli, E. Sali, S. Veronesi. “Some properties of Ni-H system, ICCF8, 8th International Conference on Cold Fusion”. Lerici (La Spezia) 21 – 26 maggio 2000. Conference Proceedings in press.
      31. S. Focardi, V. Gabbanib, V. Montalbano b, F. Piantelli e S. Veronesi. “Evidence of electromagnetic radiation from Ni-H Systems”, Eleventh International Conference on Condensed Matter Nuclear Science (ICCF-11). Marsillia France. 2004.
      32. Cerron-Zeballos, E., Crotty, I., Hatzifotiadou, D., Lamas Valverde, J., Williams, M.C.S., and Zichichi, A., “Investigation of Anomalous Heat Production in Ni-H Systems”. Nuovo Cimento, Vol. 109A, p. 1645-1654, (1996
      33. Gai, M.; Rugari, S. L.; France, R. H.; Lund, B. J.; Zhao, Z.; Davenport, A. J.; Isaacs, H. S. & Lynn, K. G. (1989), “Upper limits on neutron and big gamma-ray emission from cold fusion”, Nature 340: 29–34
      34. Leggett, A.J. (1989), “Exact upper bound on barrier penetration probabilities in many-body systems: Application to ‘‘cold fusion”, Phys. Rev. Lett. (no. 63): 191-194.
      35. Fleischmann, Martin e Pons, Stanley (1989), “Electrochemically induced nuclear fusion of deuterium’”, Journal of Electroanalytical Chemistry 261 (2A): 301–308.
      36. Browne, M. (May 3, 1989), “Physicists Debunk Claim Of a New Kind of Fusion”, New York Times. Retrieved on 25 May 2008.
      37. Wilson, R. H. (1992), “Analysis of experiments on the calorimetry of LiOD-D2O electrochemical cells”, Journal of Electroanalytical Chemistry 332: 1–31
      38. Shkedi, Zvi; McDonald, R.C.; Breen, J.J.; Maguire, S.J. & Veranth, J. (1995), “Calorimetry, Excess Heat, and Faraday Efficiency in Ni-H2O Electrolytic Cells.”, Fusion Technology 28 (4): 1720-1731.
      39. Jones, J. E.; Hansen, L. D.; Jones, S. E.; Shelton, D. S. & Thorne, J. M. (1995), “Faradaic efficiencies less than 100% during electrolysis of water can account for reports of excess heat in “cold fusion” cells”, Journal of Physical Chemistry 99 (18): 6973-6979
      40. Will, F. G. (1997), “Hydrogen + oxygen recombination and related heat generation in undivided electrolysis cells”, Journal of Electroanalytical Chemistry 426 (1): 177–184.
      41. Storms, Edmund (2007), Science of Low Energy Nuclear Reaction: “A Comprehensive Compilation of Evidence and Explanations”, Singapore: World Scientific, ISBN 981-270-620-8.

  10. Cara Sylvie
    il signor Azzaroli, lui sì che se ne intende, è stato abbastanza esplicito. “Basta che si guarda attorno”. Io stamattina al bar mi sono letto tutta la gazzetta, quella rosa, da cima a fondo. Niente. Stasera provo su TuttoSport e poi passo a Nature. Se trovo qualcosa le faccio sapere.

  11. @Sig. Azzaroli, (quello che se ne intende)
    >Luca: non fare il finto scemo:
    Mi invita a farlo per davvero? Che carino!
    Comunque, non sono arrivato in fondo alla lista, devo finire TuttoSport, ma non vorrei darle un grosso dispiacere anticipandole che la maggior parte di quei paper che cita sono stati crudelmente smontati pezzo per pezzo. 🙁
    Immagino abbia composto la lista facendo copia/incolla da PESN cavandosela in pochi secondi. Altrimenti deve esserle costato parecchio tempo fare una ricerca bibliografica nelle banche dati dove non avrebbe trovato praticamente nulla.
    Ultima domanda, quali di questi paper ha letto, e fra questi compreso?

    Rispettabli saluti e Tiepidi Riguardi
    Luca M.

  12. Luca:

    Certo che è un invito “per davvero” !

    Quando hai terminato la visita al Bar Sport, se hai qualche secondo, dacci i riferimenti di dove e come sono stati smontatI gli articoli che ho elencato.

    Grazie per la collaborazione !

  13. La NASA riconosce e ammette i fenomeni LENR
    National Instruments riconosce e ammette i fenomeni LENR
    Mitsubishi riconosce e ammette i fenomeni LENR
    Toyota riconosce e ammette i fenomeni LENR

    Naturalmente per “oggi scienza” questi sono tutti ciabattari o creduloni.

    Queste sono solo alcune delle aziende e enti che hanno fatto dichiarazioni apertamente, credo comunque che i veri squali e i veri colossi stiano lavorando alacremente al fenomeno senza dichiarare nulla (molto più conveniente).

    il 2013 sarà l’anno della detonazione del fenomeno sui media, poi in un paio di anni arriveranno i prodotti commerciali.

    Nonostante questa testata sia finanziata da ENI non potrà fare un granché, anzi, ogni sforzo fatto per denigrare produrrà solo ulteriore danno d’immagine al suo padrone.

    bye bye al nostro paniere finanziario fatto di banche e energia.

    Nuova ruota, nuovo fuoco, nuova era: 2013 entusiasmante!

    Per lo studio, la documentazione, i video, i riferimenti e le fonti:
    http://www.google.it

  14. Mrs Sylvie Coyaud
    Per favore, potrebbe chiere al sig. LUCA che ci indichi in quali pubblicazioni vengono smentiti i lavori che, come Lei mi ha chiesto, io ho elencato ?
    Sono passate quasi 3 settimane e ancora sono in attesa . . .

    Cordialità Paolo Azzaroli

  15. Signor Azzaroli non c’è bisogno di scomodare Sylvie.
    Ho deciso che le LERN sono una realtà, l’ecat è in vendita presso tutti i rivenditori di caldaie, C&C spaccando granito ottenendo abbondante energia gratuita e contemporamente ci stanno liberando dalle scorie nucleari che abbiamo accumulato e non ultimo tutti i gadget overunity che il mister mistero porta a casa dall’est funzionano egregiamente. Ho dimenticato qualcosa? Ah si l’acqua ha una memoria di ferro e guarisce tutte le malattie e le galline fanno i gusci delle uova belli duri grazie alle LERN e Keshe ha messo in vendita tappeti volanti e lampade di aladino. Cuntènt?
    P.S. Ha scremato quella lunga lista che ha fornito togliendo le pubblicazioni che non hanno passato una peer review e non sono finite nelle “banche dati” delle pubblicazioni scientifiche?
    P.P.S Per banca dati non intendo il sito lenr-canr.org.

    1. Gentile Sig. Luca.

      E’ facile fare il burlone, e l’ironia le riesce molto bene, ma alla mia domanda Lei ancora non ha avuto la cortesia di rispondere !

      La devo considerare un comico ?

      Cordiali Saluti
      P.Azzaroli

      1. Sig. Paolo Azzaroli ricevo le sue e-mail e da esse mi invita a darle una risposta chiedendomi se sono un comico, e chiamandomi Luca.
        Personalmente mi piace burlare, in tono bonario però, il mio prossimo, e con gli amici, accetto anche essere preso in giro, purtroppo non mi chiamo Luca, e probabilmente ha sbagliato indirizzo.

  16. Qui mi sembra un the dal cappellaio pazzo.. macse il30 aprile caricano in nave Tre (3) centrali da Ferrara agli Usa… ma pensate che siano tutti stupidi perditempo , o qui qualcuno vive di pubblicita di stupidi pannelli cinesi nei blog?

  17. “il 2013 sarà l’anno della detonazione del fenomeno sui media, poi in un paio di anni arriveranno i prodotti commerciali”.
    Ehi, ma non era del 2010 questa solfa? Comunque, tranquilli: è il 2014 l’anno del fenomeno sui media…anzi no, aspetta, è il 2015! Ecco, sì, è il 2015…anzi no, facciamo il 2016, dài. Poi un paio d’anni di lavori dietro le quinte, poi qualche revisione, poi qualche aggiustamento…ecco, diciamo “a breve”, che si fa prima. Tanto, che vuoi che sia: se Keely di 6 mesi in 6 mesi ha tenuto duro per 26 anni, alla pensione ci si arrvia anche noialtri. Insomma, quasi tutti, almeno tutti quelli della classe di un Levi, per dire. Ecché, mica possiamo garantire la pensione fuffreddista anche ai giovani, loro dovranno ben arrangiarsi e inventasi un mestiere… vedrei bene la fusione a stringhe – dico, tra 25 anni, che adesso ancora non è tempo…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: