AMBIENTEINFOGRAFICHE

Parchi d’Italia

Crediti immagine: Laura Pulici

AMBIENTE – Si estendono su una superficie pari al 4,8% del territorio nazionale, ospitano oltre 56.000 specie di animali e ben 124 varietà di ambienti sui 149 presenti in Italia. Sono solo alcuni dei principali numeri dei 23 parchi nazionali italiani, raccolti in una pubblicazione curata dal ministero dell’Ambiente – “Parchi nazionali: dal capitale naturale alla contabilità ambientale” – che classifica i dati sul patrimonio naturale delle aree protette del nostro Paese.

Nelle nostre aree verdi vivono il 21% della flora e il 67% della fauna tutelata in Italia. Un eccezionale capitale naturale, in termini di biodiversità, che vive per lo più in foreste, rocce, grotte, torbiere e paludi.

I parchi nazionali contribuiscono alla lotta contro l’effetto serra: ogni ettaro di parco accumula 5,1 tonnellate di carbonio in più rispetto al resto del territorio nazionale. Per esempio le faggete assorbono il 21% del carbonio stoccato. Altro aspetto importante è il consumo del suolo, dove le aree protette possono porre un freno all’urbanizzazione senza regole. Se in Italia il 17% dei boschi si è trasformato in superfici artificiali, la gestione degli enti parco ha ridotto al 4,5% l’urbanizzazione delle aree protette.

Per potenziare e garantire il ruolo di tutela ambientale dei parchi, il ministero dell’Ambiente ha aumentato del 4% lo stanziamento previsto per il 2013, alzando così le risorse destinate a 83,2 milioni di euro rispetto agli 80 milioni del 2012.

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: