lunedì, Agosto 19, 2019
Giulia Annovi

Giulia Annovi

Mi occupo di scienza e innovazione, con un occhio speciale ai dati, al mondo della ricerca e all'uso dei social media in ambito accademico e sanitario. Sono interessata alla salute, all'ambiente e, nel mondo microscopico, alle proteine.
CRONACA

Il fumo fa male anche ai batteri

CRONACA - "Non smetto di fumare perché ho paura di ingrassare." Ecco come si giustifica il fumatore  per non privarsi del suo piacevole vizio. Comunque sia, l'aumento di peso corporeo non è  solo una scusa: circa l'80% degli ex-fumatori guadagna in media 7-8 chili, anche quando segue una dieta ipocalorica. I responsabili di questo inconveniente sarebbero i batteri intestinali, che cambiano la loro composizione nel momento in cui un soggetto smette di fumare. Questo è quanto emerso da uno studio condotto presso l'ospedale universitario di Zurigo e di recente pubblicato su...
CRONACA

Per non scambiare il giorno per la notte

Prenotare un volo e ritrovarsi all'altro capo del mondo per visitare luoghi lontani o per intessere nuovi affari, è sempre più facile. Il nostro corpo però pone un limite alla rapidità con cui raggiungiamo le zone più distanti, perché impieghiamo tanti giorni ad adattarci ai nuovi ritmi di veglia e riposo imposti dal cambiamento del fuso orario. La recente scoperta dei geni coivolti nel fenomeno noto come jet lag, dà una spiegazione alla sensazione di affaticamento e disordine che avvertiamo al cambiamento dei ritmi di sonno-veglia, e potrebbe portare allo sviluppo di nuovi farmaci per favorire un miglior adattamento del nostro corpo.
ricerca

Un viaggio nell’aldilà? Pensa a tutto la nostra mente

CRONACA - Tutto ha avuto inizio «in un mondo di nuvole bianche e rosa, stagliate contro un cielo blu scuro come la notte e stormi di esseri luminosi, che lasciavano dietro di sé una scia altrettanto lucente». In questo racconto, tratto da "La prova del paradiso" di Eben Alexander, potrebbero riconoscersi altre persone che hanno avuto esperienze di pre-morte. La realtà percepita da chi va incontro alla morte, e poi riesce a superare la crisi per tornare alla vita, non esiste veramente ma è frutto di un'attività cerebrale simile a...
CRONACA

L’età di una stella svelata dal suo moto

Le stelle, fatta eccezione per quelle cadenti, sembrano immobili nel cielo. Sono così distanti da noi che non percepiamo il loro movimento, ma studiare il loro moto ha rivelato nuove informazioni sulle stelle più antiche della nostra galassia. Infatti l'osservazione del moto delle stelle che compongono l'ammasso globulare 47 Tucanae, ha permesso di associare l'orbita descritta alla loro età.
AMBIENTECRONACA

Paradiso naturale? Solo se c’è l’uomo

AMBIENTE - Le vacanze si avvicinano e basta dire paradiso naturale per pensare ad atolli incontaminati nel mezzo del Pacifico. Tuttavia, isolamento non significa essere immuni dall'inquinamento: il cambiamento climatico è globale, la rete dei trasporti ormai raggiunge qualsiasi zona, e la sete di ricchezza spinge l'uomo in ogni angolo del pianeta. Proprio l'uomo però, oltre ad essere la causa della distruzione di questi ecosistemi, potrebbe rappresentare l'elemento chiave per la loro salvaguardia. Questo è quanto afferma una ricerca pubblicata su Biological Conservation, da un gruppo di ricercatori della Stanford...
LA VOCE DEL MASTER

Le specie “ponte” e la biodiversità

LA VOCE DEL MASTER - “Culla e museo della diversità”. Questa è la più poetica definizione di quel tratto di mare che si estende nella zona tropicale e che sarebbe all'origine della biodiversità sulla Terra. La diversità delle specie viventi è frutto di un processo di origine, estinzione e migrazione, ma il meccanismo che la governa è ancora scarsamente spiegato. Secondo una ricerca condotta dal gruppo dell'Università di Chicago, la diversificazione delle specie partirebbe ai confini delle zone tropicali, guidata dalle specie definite “ponte”. Queste ultime acquisiscono nuovi caratteri e si adattano, in seguito alla migrazione dalla zona tropicale verso aree più fredde. La ricerca, pubblicata sui Proceedings of the National Academy of Sciences, mostra che il 95 % dei generi che sono presenti sia nella zona tropicale che in quella extra-tropicale ha almeno una specie-ponte in comune. A sostegno di ciò, vi è anche la dimostrazione che le attuali specie-ponte discendono da specie tropicali fossili
LA VOCE DEL MASTER

Aspirina e degenerazione maculare nell’anziano

Nel 1991 Klein pubblicò per primo un articolo che indicava l'uso regolare dell'aspirina come un nuovo fattore di rischio per la degenerazione maculare senile (AMD, Age-related Macular Degeneration), una patologia considerata la prima causa di perdita della vista in Occidente (il 41% dei non vedenti secondo l’OMS).
LA VOCE DEL MASTERPODCAST

RE POST – Kyoto non deve morire

ASCOLTA IL PODCAST! LA VOCE DEL MASTER – Inizia Re post, il podcast del Master in Giornalismo Scientifico Digitale della Sissa di Trieste. Seguiteci ogni due settimane sulle pagine di Oggiscienza. Che ne è stato del protocollo di Kyoto? La scadenza prevista per questo accordo era Dicembre 2012. Ma nel frattempo è stato prolungato senza variazioni fino al 2020 con l'accordo di Doha, per rispondere alle esigenze della crisi climatica. Ma cos’è successo esattamente a Doha? Lo abbiamo chiesto a Federico Antognazza, vice presidente di Italian Climate Network, che era...
LA VOCE DEL MASTER

Da stelle mancate a pianeti vagabondi

LA VOCE DEL MASTER - La Via Lattea potrebbe ospitare un numero rilevante di pianeti a lungo confusi con stelle “mancate”. È quanto emerso dalle osservazioni del Canada-France-Hawaii Telescope (CFHT) e in seguito confermate dall'osservatorio dell'Europa meridionale Very Large Telescope (VLT). La ricerca, pubblicata nel 2012 sulla rivista Astronomy and Astrophysics, ha coinvolto ricercatori canadesi e francesi e potrebbe risolvere una controversia astronomica.
1 13 14 15
Page 15 of 15