martedì, Gennaio 19, 2021

archiveimpollinatori

ricerca

Alle api piace il caffè

CRONACA - Dopo una giornata trascorsa incessantemente tra un fiore e l'altro, anche il più industrioso degli insetti lavoratori avrebbe grossa difficoltà a ricordarsi su quale pianta ritornare il giorno successivo. Ma alcune specie vegetali hanno escogitato un sottile escamotage 'psicologico' per essere messe in cima alla lista: un nettare arricchito alla caffeina

Neonicotinoidi, la lotta continua

I ministri dell'agricoltura dell'UE non hanno votato a maggioranza la moratoria su due insetticidi nocivi per le api, ma alla Commissione europea resta ancora la possibilità di applicarla. E negli Stati Uniti dove le api stanno molto peggio, è iniziata una causa contro l''Agenzia per la protezione dell'ambiente (EPA).

Trifoglio rosa per tutti

Sunto di chiacchiere con amici apicoltori, apidologi e chimici sulla peer-review, a cura dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, delle ricerche sui “pericoli” per le api di clothianidin, imidacloprid, thiamethoxam, sulla difesa di Federchimica-Agrofarma e un appello. Anzi due.
LA VOCE DEL MASTER

Il volo più raro del calabrone***

LA VOCE DEL MASTER - Uno studio americano pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences, il primo così approfondito, ha rilevato un vistoso declino di alcune specie di calabrone (nella fattispecie, Bombus occidentalis, B. pensylvanicus, B. affinis, e B. terricolae) e una netta contrazione del loro areale di distribuzione negli Stati Uniti e in Canada. La ricerca, durata tre anni, si è basata su dati storici, più di 73.000 documenti museali raccolti dal 1800 in poi, relativi a circa 400 siti, confrontati con monitoraggi condotti a livello nazionale che hanno coinvolto più di 16.000 campioni.

L’Iniziativa Insetti Impollinatori

NOTIZIE - L’”allarme api” è stato lanciato in tutto il mondo già qualche anno fa. Oggi il declino degli insetti impollinatori (selvatici e domestici) sembra inarrestabile, ed è accompagnato da un altrettanto inarrestabile declino delle specie floreali selvatiche. Per comprendere i motivi di questa crisi, ma soprattutto capire come fiori e api siano collegati nasce nel Regno Unito la Insect Pollinators Initiative.