giovedì, Dicembre 9, 2021

archiveMUSICA & SPETTACOLI

Buon compleanno Douglas Adams!

COSTUME E SOCIETÀ - Mentre sono in corso i festeggiamenti del giubileo di diamante della Regina Elisabetta II, quest'anno in Inghilterra si ricordano anche i 60 anni (virtuali) di Douglas Adams. Il grande scrittore e sceneggiatore inglese è morto nel maggio del 2001 ma per il 11 marzo 2012, giorno in cui avrebbe compiuto gli anni, i suoi amici e parenti hanno deciso di organizzare una grande festa a Londra. Un evento dunque per ricordare Adams e il suo genio e allo stesso tempo per raccogliere dei fondi per due delle fondazioni di beneficenza che stavano a lui più a cuore, Environmental Investigation Agency e Save the Rhino. Quest’ultima è stata la maggiore protagonista della serata, con persone vestite con il famoso costume da rinoceronte che Adams stesso indossò molte volte per raccogliere fondi

Robert J Sawyer: un altro Flashforward?

Robert J Sawyer è uno dei più interessanti scrittori di fantascienza contemporanei. Dimenticatevi però astronavi, robot, mostri e spade laser: i suoi romanzi sono ambientati in un presente o in un futuro prossimo verosimili, partendo quasi sempre da spunti scientifici o tecnologici reali Canadese, vincitore dei premi Nebula e Hugo Award, Sawyer ha fatto parlare di sé anche per Flashforward, l’omonima serie televisiva basata su un suo romanzo. Ora la sua ultima trilogia, intitolata WWW (Wake, Watch, Wander), sbarca anche in Italia, e ha confidato ad Oggiscienza che presto dai tre romanzi sarà tratta un’altra serie tv. Ci ha anche svelato di aver appena finito un altro romanzo, di cui ci anticipa la storia.
LA VOCE DEL MASTER

Caro dentino, ti metto sotto il cuscino … o no?

LA VOCE DEL MASTER - Che sia il topolino, la fatina o un’altra creatura “acchiappadenti”, poco importa: è roba vecchia. Grazie al progetto Palaces dell’artista britannica Gina Czarnecki, oggi i bambini potranno scegliere di donare il loro prezioso dentino appena caduto alla ricerca scientifica. Palaces avrà l’aspetto di un palazzo da favola. Alto un paio di metri e dotato di cinque torri, sarà costruito utilizzando una resina cristallina che incorpora granuli invisibili in grado di riflettere la luce ultravioletta, così che la struttura brillerà sotto il sole. E’ prevista anche una cupola in cui poter infilare la testa per vedere l’interno.
CULTURA

L’albero della vita

CULTURA - Un viaggio sulle tracce dell'avventura umana e scientifica di Charles Darwin, il celebre naturalista inglese. Un’esposizione per conoscere gli antenati delle forme di vita presenti oggi sul nostro pianeta attraverso exhibit interattivi e percorsi didattici. È “L’Albero della Vita”, una mostra itinerante inaugurata oggi a Gorizia, presso il Palazzo Attems Petzenstein, e aperta al pubblico fino al 19 giugno 2011. Promossa e realizzata dalla Provincia di Gorizia, i Musei Provinciali di Gorizia e Codice. Idee per la cultura, “L’albero della vita” è un percorso alla scoperta dell’evoluzionismo attraverso gli occhi di Charles Darwin: un viaggio attorno al mondo, ma anche un avvincente viaggio della mente.

La scienza è sexy

NOTIZIE- Il sesso vende, ma non era così scontato che questo particolare tipo di sesso potesse attirare l’attenzione del pubblico, quello vero, e non solo i nerd-scientifici (anche se nella mia pur piccola esperienza ho notato che quando si parla di abitudini riproduttive nel mondo animale anche il pubblico di OggiScienza risponde con grande partecipazione). La scommessa della coppia Rossellini-Redford è stata comunque coraggiosa e negli anni è stata premiata con un grande successo, che definire di nicchia sarebbe limitante. Oggi dopo i Green porno i due attori-produttori-regististi arcifamosi si lanciano in una nuova serie, con il supporto del più famoso dei festival di cinema indipendente, il Sundance Film Festival.

L’arte di cambiare il mondo

A che velocità cambia il clima? In che modo i cambiamenti globali della Terra entrano nelle storie dei singoli individui? In un percorso che oscilla tra provocazione e contemplazione della bellezza del pianeta, più di trenta artisti contemporanei hanno provato a rispondere ad alcune di queste domande e a rielaborare il dibattito di scienziati e politici sul clima in una nuova nuova chiave narrativa. È nata così Earth. Art of changing world, la mostra sui cambiamenti climatici inaugurata oggi alla Royal Academy of Arts di Londra. Aria, cielo, elementi organici, sono alcuni degli ingredienti che si intrecciano su diversi materiali e piani percettivi, in un racconto di migrazioni, di biodiversità, che parla di fragilità del pianeta ma anche e, soprattutto, di emozioni e speranza. Earth sarà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2010. Eccone un assaggio virtuale.