domenica, Luglio 5, 2020
SALUTE

Il cinguettio che aiuta a capire il cervello

SALUTE - Le lezioni di canto del Passero del Giappone, un piccolo e socievole pennuto, potrebbero aiutare a trovare nuovi modi per trattare malattie neurologiche che compromettono il movimento, come ad esempio la malattia di Huntington e il Parkinson. La ricerca nasce dall’osservazione del maschio di questa specie mentre impara a riprodurre la melodia che gli servirà a incantare le femmine una volta raggiunta la maturità sessuale. Si tratta di una lunga fase di apprendimento, fatta di prove ed errori, durante la quale l’uccello ripete per centinaia di volte al giorno lo stesso motivo, migliorandolo continuamente con dei piccoli aggiustamenti del suono. Lo studio di questo processo ha permesso a un gruppo di ricercatori della University of California, San Francisco, di identificare una nuova caratteristica dei gangli della base, un insieme di nuclei di sostanza grigia del cervello che agisce come centro di apprendimento.
LA VOCE DEL MASTER

L’acidificazione degli oceani

LA VOCE DEL MASTER - Fino a dieci anni fa l’acidificazione degli oceani era un fenomeno conosciuto solo da un piccolo gruppo di oceanografi. Oggi viene considerato un problema urgente e strettamente collegato al tema del cambiamento climatico: entro il 2100 gli oceani potrebbero infatti diventare più acidi del 150%.
LA VOCE DEL MASTER

L’universo sotto la lente d’ingrandimento

LA VOCE DEL MASTER - Usare una galassia per osservarne un'altra: è questo il metodo che, utilizzando le galassie come lente gravitazionale, consente di calcolare l'età e la dimensione dell'universo. Astronomi statunitensi e europei sono infatti riusciti a misurare la velocità con la quale si sta espandendo l'universo determinando la costante di Hubble, un parametro che indica la dimensione dell'universo, e confermando così l'età di 13.75 miliardi di anni. Il lavoro è stato pubblicato a inizio marzo nella rivista The Astrophysical Journal. Si ottiene una lente gravitazionale quando si hanno...
LA VOCE DEL MASTER

L’incubo degli astronomi? Un killer a sei zampe

Tutto è nato da una chiaccherata con degli astronomi: «...quando si va in Cile a osservare le stelle bisogna stare attenti all'insetto: se ti morde, dieci anni dopo ti ritrovi con un problema al cuore e puoi morire». Insetto? Dieci anni? Morte? Un rapido giro in internet ci ha permesso di capire chi era il protagonista di questa storia: la vinchuca. Piccola ma letale, la vinchuca è un insetto, grande circa 2 cm, che in maniera subdola e, a suo modo, geniale è in grado di trasmettere una delle malattie...
1 2
Page 2 of 2