lunedì, Luglio 22, 2019
Giulia Annovi

Giulia Annovi

Mi occupo di scienza e innovazione, con un occhio speciale ai dati, al mondo della ricerca e all'uso dei social media in ambito accademico e sanitario. Sono interessata alla salute, all'ambiente e, nel mondo microscopico, alle proteine.
CRONACA

A cosa serve percepire un gusto amaro?

Se un'esperienza ci lascia l'amaro in bocca, di certo non è positiva. E infatti per lungo tempo si è pensato che la sensibilità degli uomini al gusto amaro, si fosse sviluppata per evitare che mangiassero cibi contenenti sostanze tossiche.
ricerca

La fisica c’è dentro le foglie delle piante

Riprodurre la perfezione dei meccanismi naturali in laboratorio non è sempre cosa facile, soprattutto quando sono implicate complesse proprietà della fisica. Eppure un gruppo di ricercatori dell’università di Heidelberg è riuscito a ricreare quello che accade a livello atomico durante la fotosintesi clorofilliana.
CRONACA

Le sorprese del meteorite russo

A otto mesi di distanza hanno ritrovato i suoi resti in fondo al Lago Chebarkul, in Russia. Non capita tanto spesso che cada dal cielo un oggetto del genere, e un gruppo composto da 57 ricercatori non si è lasciato sfuggire l'occasione di studiarlo.
ricerca

La nascita del ferro

Siamo più vecchi di quel che pensiamo. O meglio, il ferro che è presente nel nostro corpo potrebbe risalire a epoche più remote di quelle delle stelle che brillano in cielo.
CRONACA

Keplero 78b è un pianeta curioso

È il pianeta dei primati, dei fenomeni che gli astronomi non sono in grado di spiegare, eppure sembra il gemello della Terra. Stiamo parlando di Keplero 78b, scoperto dal telescopio spaziale Keplero, lanciato dalla NASA alla ricerca di pianeti con caratteristiche simili alla Terra.
ricerca

Come gira il cuore della terra?

CRONACA - "In cosa consista il nucleo centrale della Terra è argomento di dispute tra i geologi". Nel libro Viaggio al centro della terra di Jules Verne, così si conclude il dialogo tra il professor Lidenbrock e suo nipote, poco prima di partire per la loro avventura alla scoperta delle profondità della terra. Oggi grazie ai calcoli e alla modellizzazione effettuati da Monte Rosa, il super-computer collocato nel Swiss National Supercomputing Centre di Lugano, sono emersi nuovi dettagli sulla natura del centro della terra: il nucleo centrale, formato da ferro allo stato solido, ruoterebbe in direzione est ad una velocità superiore a quella terrestre, perché influenzato dal campo geomagnetico. La ricerca, condotta presso l'università di Leeds e dall'istituto di tecnologia della federazione svizzera, risolve un problema che attendeva una risposta da circa 300 anni. Era noto infatti che il nucleo più esterno costituito da una lega di ferro fuso ruotasse verso ovest, e che a guidare il movimento fosse il campo magnetico terrestre
CRONACA

La colonna sonora della vita

Quali canzoni ascoltiamo più volentieri o ricordiamo meglio? Qualsiasi sia l'età, la risposta è sempre la stessa: la musica che ricordiamo meglio e con piacere è quella della nostra giovinezza.
ricerca

Il vento porta sempre qualcosa di nuovo

Il vento ora proviene da terra ora dal mare, e può mutare direzione in modo rapido. Il vento che soffia all'interno nello spazio interstellare del sistema solare, ha invece variazioni molto lente. Un articolo pubblicato su Science lo scorso 6 settembre, rivela la presenza di nuove turbolenze a livello della nube interstellare locale.
1 12 13 14 15
Page 14 of 15