venerdì, 13 Dicembre, 2019
AMBIENTECRONACAINFOGRAFICHE

Destinazione Terra dei Fuochi

Un #fiumeinpiena ha invaso le strade di Napoli, sabato 16 novembre, per dire no al biocidio. Secondo gli organizzatori più di 70.000 persone tra studenti, famiglie, associazioni, comitati, sono scese in piazza per chiedere l'immediata bonifica delle terre campane inquinate dagli sversamenti illegali di rifiuti tossici e nocivi.
AMBIENTECRONACAINFOGRAFICHE

Eventi meteorologici estremi

AMBIENTE - Negli ultimi 20 anni più di 530.000 persone sono morte a causa di 15.000 eventi meteorologici estremi. Non solo, i danni causati da tifoni, uragani, cicloni, ondate di calore e siccità hanno superato i 2.500 miliardi di dollari. A stilare il bilancio è l'indice di rischio globale sul clima (Global Climate Risk Index 2014) presentato da Germanwatch al summit sul clima delle Nazioni Unite in corso a Varsavia. Tra i Paesi maggiormente colpiti figurano quelli in via di sviluppo, situati in Centro America e in Asia. In particolare,...
AMBIENTECRONACAINFOGRAFICHE

Sempre più potenti e distruttivi

Siamo alla conta dei danni, al bilancio di morti, feriti e dispersi e all'arrivo dei primi aiuti umanitari. Il tifone Haiyan ha colpito le Filippine il 7 novembre, con venti che viaggiavano oltre i 300 km/h, uccidendo quasi 2.000 persone. Più di undici milioni di filippini sono rimasti coinvolti nel passaggio del tifone: molti di loro non hanno più una casa, cibo e acqua corrente.
CRONACACULTURAINFOGRAFICHE

Spazio alle donne

"La colpa non sarà di nessuno, comunque vada è stato un grande viaggio". Dopo aver pronunciato queste parole, la dottoressa Ryan Stone, alla sua prima missione spaziale, tenta un disperato rientro sulla Terra. Stiamo parlando di Gravity, l'ultimo film del regista messicano Alfonso Cuaròn che arriva nelle sale cinquant’anni dopo il volo della prima donna nello spazio. La russa Valentina Tereshkova, che allora aveva solo 26 anni, decollò il 16 giugno 1963 e rimase per tre giorni in orbita nella capsula Vostok 6
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Tira una brutta aria

Aeroporto, scuole e autostrade chiusi per smog. È successo a Harbin, un città di oltre 11 milioni di abitanti nel nord est della Cina, paralizzata da una densa cappa di smog che per giorni ha reso l'aria irrespirabile e ridotto la visibilità a soli 10 metri. La concentrazione di polveri sottili ha raggiunto livelli superiori ai 900 microgrammi per metro cubo, circa 40 volte la soglia fissata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Quanto costa lo spreco di cibo all’ambiente

Ogni anno finiscono nella spazzatura 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, ancora perfettamente commestibile. Insieme al cibo vanno sprecati 250 km3 di acqua, circa 5 volte il volume del Lago di Garda e 1,4 miliardi di ettari di terreno, quasi il 30% della superficie agricola mondiale. E sono prodotti – inutilmente – 3,3 miliardi di tonnellate di gas serra, circa 7 volte le emissioni annuali del nostro Paese
CRONACAINFOGRAFICHESPECIALI

Numeri da Nobel

C’è chi l’ha rifiutato, come Jean-Paul Sartre nel 1964. Chi ha dovuto aspettare 21 anni prima di ritirarlo: Aung San Suu Kyi, premiata nel 1991, non poté recarsi in Norvegia perché tenuta agli arresti domiciliari dalla giunta militare del Myanmar. E anche chi l’ha ricevuto due volte, come Linus Pauling, vincitore del premio Nobel per la chimica nel 1954 e di quello per la pace nel 1962.
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Ridurre le emissioni degli allevamenti

Un taglio del 30% è possibile. A sostenerlo è la FAO, che nel suo ultimo studio "Affrontare il cambiamento climatico attraverso il bestiame" spinge verso un impiego più capillare delle pratiche già esistenti e delle tecnologie più efficienti per abbattere di un terzo le 7,1 gigatonnellate di anidride carbonica equivalente emesse ogni anno dal settore zootecnico
AMBIENTEINFOGRAFICHE

Una nuova impronta

L’impronta ecologica non basta, soprattutto quando parliamo delle materie prime necessarie per sostenere le economie dei Paesi industrializzati. Un nuovo studio australiano, pubblicato sulla rivista PNAS, ha mappato e ricalcolato l’impatto ambientale dell’utilizzo delle materie prime in 186 paesi dal 1990 al 2008, introducendo un nuovo indicatore: l’impronta materiale.
1 2 3 4 5 15
Page 3 of 15