martedì, Agosto 20, 2019
Gianluca Dotti

Gianluca Dotti

Giornalista scientifico freelance. Sui social sono @undotti
ricerca

Una rete da pesca per detriti e rifiuti spaziali

George Clooney e Sandra Bullock, con il film Gravity della scorsa estate, hanno reso famoso un problema che per i dispositivi spaziali è destinato a diventare sempre più serio. Così come raccontato al cinema, shuttle e satelliti in orbita rischiano in continuazione di essere colpiti dalle migliaia di detriti e frammenti che riempiono lo Spazio appena al di fuori dell’atmosfera terrestre.
CRONACACULTURA

Investito da un lampo gamma

CRONACA - “Quando una stella muore, l’universo se ne accorgerà” recita il testo dell’ultimo singolo di Giorgia. E questa volta i segni di un’esplosione stellare sono stati rivelati dai telescopi in orbita e da quelli a terra per oltre sei mesi. Prima, lo scorso 27 aprile, è arrivato un luminoso e potente lampo di raggi gamma (detto GRB, Gamma Ray Burst) di qualche centinaio di secondi, seguito poi da una coda di raggi X durata molte settimane.
CULTURA

Quartetti di quark

Dodici tipi di mattoncini, sei quark e sei anti-quark, sono i costituenti fondamentali di un’intera classe di microscopiche particelle, gli adroni. E la natura li combina rispettando regole di costruzione ben precise, legando i quark (chiamati up, down, charm, strange, bottom e top) e le corrspondenti antiparticelle solo a gruppi di due o di tre.
1 2 3
Page 2 of 3